Ultim'Ora

Casamassima (Ba). Nudo in camerino davanti alla commessa, arrestato [CRONACA DEI CC. ALL'INTERNO]

Arrestato pregiudicato a Casamassima. (foto cc.) ndr.

di Redazione

BARi, 27 MAR. (COMUNICATO STAMPA) - Ha chiesto alla commessa di provare un capo di abbigliamento intimo e si è fatto trovare nudo nel camerino. Protagonista un 37enne, pregiudicato residente nel barese, che è stato arrestato dai Carabinieri del luogo. L’episodio è avvenuto lo scorso pomeriggio in un negozio situato all’interno del centro commerciale. L’uomo, con la scusa di provare dei capi di abbigliamento intimo, si è recato nel camerino e dopo aver chiamato la commessa per provarne anche altri, allorquando questa si è avvicinata, ha aperto appositamente la tenda e si è fatto trovare nudo. Subito è accorso nell’esercizio il personale della Vigilanza interna che stazionava nel corridoio centrale della galleria, richiamato dalle urla della donna e, dopo pochi minuti, sono arrivati i Carabinieri che lo hanno tratto in arresto, appurando anche la sua recidività nella commissione di reati a sfondo sessuale. I Carabinieri hanno anche accertato che l’uomo già nei giorni precedenti si era recato nel negozio formulando apprezzamenti nei confronti della commessa. Lo stesso, ultimate le formalità di rito, è stato associato presso la Casa Circondariale di Bari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. 

La droga sequestrata. (foto cc.) ndr.

BARI. ARRESTATO PUSHER 

In via Giulio Petroni, in pieno centro cittadino, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile del Comando Provinciale Carabinieri di Bari hanno arrestato D.D.C., 24enne del luogo, già conosciuto alle forze di polizia. Durante il transito lungo la trafficata arteria cittadina, i militari dell’Arma hanno notato l’uomo camminare in direzione centro città proveniente da Carbonara. La presenza della gazzella ha stranamente innervosito il pedone che, una volta fermato, ha mostrato da subito segni di insofferenza al controllo. L’uomo, è stato, pertanto, immediatamente perquisito e, occultate nella cintura dei pantaloni e nelle tasche della felpa e del giubbino, sono state rinvenute 46 bustine di hashish e 41 di marijuana. Dato l’ingente quantitativo di sostanza stupefacente, i militari decidevano di proseguire la perquisizione presso l’abitazione del giovane “pusher”, rinvenendo altro stupefacente debitamente confezionato con tutto l’occorrente. In particolare all'interno della camera da letto venivano reperite 45 bustine in cellophane, contenenti 58 grammi di hashish, e 82 bustine, contenenti 76 grammi di marijuana oltre al materiale atto al confezionamento. Tratto in arresto, l’uomo è stato condotto presso gli uffici del Nucleo Radiomobile di Bari e al termine delle formalità di rito è stato sottoposto alla detenzione ai domiciliari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa del direttissimo che sarà celebrato nei prossimi giorni in modalità telematica.



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento