Birra Morena - Birra Winner

Ultim'Ora

Bitonto (Ba). Pregiudicato di Matera arrestato in Bitonto dai Carabinieri della locale Stazione [CRO ACA DEI CC. ALL'INTERNO]

Carabinieri di Bitonto. (foto cc.) ndr.

dì Redazione 

BARI, 30 GIU. (COMUNICATO STAMPA) - Sono le ore 00.30 circa, quando l’attenzione della pattuglia dei Carabinieri della locale Stazione viene attirata dalla presenza di un’auto sportiva, in sosta, con a bordo solo una donna e, per giunta, in uno dei quartieri noti di Bitonto, dove viene ritenuto “facile” approvvigionarsi di sostanze stupefacenti. I militari si mettono all’aspetto, pronti nel buio a monitorare quanto succede nei pressi. Ad un certo punto giunge un uomo che, in maniera furtiva entra a bordo dell’auto che parte velocemente. La pattuglia, intuito quanto stava succedendo, decide di fermare l’auto per un normale controllo ma, quando questa viene fermata, l’uomo esce dal veicolo ed inizia a correre a piedi nelle strade circostanti, inseguito dai militari anch’essi a piedi. Ormai braccato, l’uomo si disfa di un involucro. Il gesto non sfugge all’occhio allenato dei carabinieri che dopo aver bloccato con la forza il fuggitivo, purtroppo riportando escoriazioni di vario genere, recuperano l’involucro e rinvengono, all’interno di questi circa 5 grammi di cocaina suddivisa in dosi. Ecco il motivo della fuga. La persona, A.A. di anni 50, originario di Matera, è stato arrestato per resistenza a P.U. e detenzione, ai fini di spaccio, di cocaina. L’arrestato è stato tradotto agli arresti domiciliari presso la sua residenza nella provincia lucana, in attesta di essere a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. MONOPOLI. PICCHIA LA COMPAGNA E LA SORELLA CHE LA DIFENDEVA. ARRESTATO DAI CARABINIERI.   I Carabinieri della Stazione di Monopoli hanno arrestato in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP del Tribunale di Bari tale D.A.S., di anni 35, incensurato, indagato per maltrattamenti in famiglia e lesioni. Le indagini sono scattate quando, durante la notte, si sono presentate in caserma due sorelle monopolitane di anni 25, con il volto tumefatto, per esser state appena picchiate, tanto da dover ricorrere alle cure dell’ospedale che refertava 30 giorni di prognosi a causa delle ferite. Le stesse, spiegavano ai militari, di esser state appena aggredite dall’uomo, compagno convivente di una delle due, il quale, verosimilmente in stato di ebbrezza alcolica, dopo aver picchiato una delle sorelle per motivi di gelosia, si scagliava anche contro l’altra che era intervenuta nel tentativo disperato di arrestarne la furia. I militari immediatamente attivavano le indagini secondo la procedura prevista dal “codice rosso”, volto ad assicurare la protezione alle vittime di violenza domestica, mentre l’uomo veniva rintracciato in Matera, presso lo studio medico dallo stesso gestito ed arrestato. Attualmente si trova sottoposto agli arresti domiciliari mentre le due giovani donne hanno interrotto la convivenza.   CAPURSO (BA). DONAZIONE DEI CARABINIERI ALLA CARITAS DI CAPURSO DI OLIO SEQUESTRATO   Il 28 giugno 2021, presso “Palazzo Mariella” a Capurso, personale della locale Stazione Carabinieri ha donato 18 lattine di olio d’oliva, per un totale di kg. 74 a DI GEMMA Rosanna Irene, referente della Caritas di Capurso. All’iniziativa erano presenti, tra gli altri, il parroco della chiesa Santissimo Salvatore di Capurso, Don Antonio Lobalsamo ed il Comandante della locale Stazione Carabinieri Luogotenente C.S. De Rosa Giovanni. Il materiale donato, era stato posto sotto sequestro penale il 5 dicembre 2020 nel corso di mirata attività investigativa tesa a reprimere e prevenire rapine ai danni di autotrasportatori. Il P.M. titolare del procedimento penale ne ha autorizzato la donazione. 


lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento