La Gazzetta Meridionale.it | Cronaca del Sud 24h
Arrow
******Questo spazio pubblicitario è in vendita******

Loading...


La 'Vignetta del Giorno' - di Franco Loriso






Pubblicità




Agi.it - Ultime Notizie | Video


Loading...

Bari, sono le ore:

Pubblicità

Pubblicità

Pubblicità

Adn Kronos Tv

Rubriche

I Nostri Gazzetta 'Sport Magazine' e 'Web Tv'

La Gazzetta 'Sport ' - Responsabile dei Servizi Sportivi: Mario Schena




Orchestra Sinfonica

Inaugurazione 2014

*Spazio in vendita*
La nuova Bmw X4. (foto) ndr.

di Redazione

ROMA, 26 AGO. (INFOMOTORI) - Proseguendo nella scelta di proporre vetture destinate ad occupare ogni nicchia del mercato mondiale, Bmw punta adesso anche sulla BMW X4, che potremmo definire la versione “quasi coupé” della X3. Infomotori.com ha partecipato alla presentazione nazionale di questo nuovo modello, lungo le tortuose ed affascinati strade della provincia senese, la patria del Chianti. La X4 ha moltissimo in comune con la X3, a cominciare da pianale, peso, passo e carreggiate, ma è più lunga (qualche cm, da attribuire alle diverse appendici aerodinamiche) e più bassa: la caratterizzano un tetto molto più spiovente al posteriore e parafanghi e passaruota vagamente racing. Inediti anche i i doppi fari anteriori che si uniscono stilisticamente al “doppio rene” della mascherina del radiatore. Anche la posizione di guida è un paio di cm più in basso, in un abitacolo che è per il resto gemello di quello della X3, con tutti pregi delle riconosciuta alta qualità Bmw: ne beneficia la sensazione di sportività nella guida, mentre un po’ di visuale si perde al posteriore, a causa del citato tetto spiovente e del lunotto più piccolo. Un lieve handicap, ampiamente compensato, però, da una eccellente telecamera associata alla retromarcia, che aiuta non poco anche nei passaggi di manovra più difficili. L’ampio portellone di carico (che apre su un bagagliaio davvero ampio, 400 litri) è elettrico, regolabile su 5 posizioni in altezza (per non sbattere contro il soffitto del garage…). I sedili posteriori sono suddivisibili in percentuale 40/20/40. Tre gli allestimenti proposti: Normale, MSport Package e Xline, ovviamente in crescendo di prezzo. La caratterizzazione stradale sportiva della X4 è testimoniata dal fatto che Bmw propone una gamma interamente Xdrive (ovvero a trazione integrale a controllo elettronico) con il sistema di Performance Control di serie: il sistema ripartisce la coppia sull’assale posteriore, distribuendola alla ruota che ha maggiore aderenza: non è un differenziale autobloccante, ma il suo effetto si sente soprattutto in curva, perché è facile anticipare l’ingresso in piena sicurezza anche a velocità elevate). Di serie anche lo sterzo ad intensità variabile, che adegua la propria reattività al tipo di guida e percorso. Tutte le X4 montano, sempre di serie, il fantastico cambio 8 marce Steptronic, con paddles al volante (fa accezione solo versione 2.0 Diesel, su cui tale trasmissione, altamente consigliabile, è un optional rispetto alle tradizionale 6 marce manuali). Sei i motori disponibili: tre sono benzina, un 2.0 quattro cilindri da 184 Cv, un 2.0 quattro cilindri da 245 Cv ed un 3.0 sei cilindri da 306 Cv. Sicuramente più gettonati in Italia saranno però i Diesel, a cominciare dal nuovo 2.0 quattro cilindri (più leggero e con un nuovo basamento) che eroga ben 190 Cv con 400 Nm di coppia e promette consumi bassissimi in rapporto alle prestazioni, non troppo lontani anche dai 20 km/litro. Ci sono poi due 6 cilindri a gasolio 3.0 litri, da 258 e 313 Cv (che è addirittura più potente del pari cilindrata a benzina!). Prova su strada Su strada, noi abbiamo provato la 2.0 Diesel ed il 3.0 benzina, la X4 si rivela una vettura divertente e sicura, facilissima da guidare, con una riserva di potenza infinita ed un allungo davvero niente male anche nel “piccolo” Diesel (ma, dobbiamo rilevarlo, il piacere del 6 cilindri, magari oggi guardato male dal fisco, resta ineguagliato). Anche tra i tornanti più stretti delle colline intorno a Borgo San Felice e Pienza, la X4 danza con grande disinvolture ed è anzi un bene avere a disposizione l’head up display che ti proietta sul parabrezza i dati sulla velocità, perché ci si trova facilmente ben oltre i limiti consentiti. Siccome siamo un po’ maniaci dell’offroad ci siamo avventurati anche su alcuni sterrati piuttosto impervi e dissestati, con non pochi residui di fango: è vero nessuno compera una X4 per andare in fuori strada, ma, a dispetto della gommatura larga e sportiva, la vettura se l’è cavata benissimo (ovviamente abbiamo evitato gli angoli troppo “secchi”, perché l’altezza da terra è inferiore a quella della X3). Insomma, una vettura per grandi viaggiatori, amanti della guida sportiva, intesa nel senso migliore della scorrevolezza. La X4 è perciò una Bmw a tutti gli effetti: anche nel listino, che va da 49.200 a 62mila euro in allestimento Normale, e negli optional, che sono tanti, qualificanti e … costosi.





***Questo Spazio pubblicità è in vendita***
Una 'gazzella' dei cc. di Bisceglie. (foto) ndr.

di Redazione

BISCEGLIE (BT), 26 AGO. - I Carabinieri della Tenenza di Bisceglie hanno tratto in arresto un soggetto censurato del luogo, poiché ha tentato di estorcere denaro al padre anziano, malmenandolo. La vicenda prende spunto dalla denuncia di uomo di 78 anni, padre dell’arrestato, il quale ha riferito ai militari di essere stato più volte maltrattato dal figlio convivente, al fine estorcergli poche decine di euro e di essere costretto, negli ultimi tempi, a dormire nella propria auto per paura di subire aggressioni. All’ultima richiesta di 70 euro, negata dall’anziano padre e seguita da un’aggressione fisica subita dallo stesso, l’uomo si è rivolto ai Carabinieri denunciando tutta la vicenda e per il 36enne sono scattate le manette. Ora dovrà rispondere delle pesanti accuse di tentata estorsione continuata e maltrattamenti in famiglia. Intanto, su disposizione della Procura della Repubblica di Trani, l’arrestato è stato condotto presso la locale Casa Circondariale.





***Questo Spazio pubblicità è in vendita***
Una immagine dallo Zaccheria. (foto com.) ndr.

di Mario Schena 

FOGGIA, 25 AGO. - Notte di fine agosto dedicata ad una Coppa messa in palio dalla Wuber sponsor del Foggia. Zaccheria che risponde per quel che il periodo estivo consente e curioso di ammirare la squadra del duo De Zerbi-Brescia che dopo aver mostrato luci ed ombre nelle due gare di Coppa Italia (una sconfitta ed un pari ndr) si aspetta quantomeno una crescita tecnico-tattica. Frugale cerimonia di presentazione senza il botto dell'annuncio di nuovi acquisti. Cerimonia durante la quale dirigenti e amministratori locali sciorinano le solite promesse che tutti sperano siano poi mantenute. Applausi per tutti da un pubblico esigente che, come sempre, non si accontenterà di un campionato anonimo. Non convocato il gioiellino della "Canterà" del Barcellona Sainz-Manz. Di fronte il Teramo terzo classificatao nella passata stagione di C2. Inizio spumeggiante dei padroni di casa che si impongono per ritmo e disposizione tattica. Prima azione pericolosa dei rossoneri al quarto minuto con Cavallaro anticipato dal portiere abruzzese. Il Teramo risponde con un tiro insidioso di Donnarumma . Nel 4-3-3 di De Zerbi il Foggia si tiene piuttosto alto in difesa rischiando su qualche ripartenza del Teramo. Al quarto d'ora e' Cavallaro ad impegnare Narduzzo che respinge con i pugni un tiro a "giro" dell'attaccante rossonero. Quattro minuti dopo Si fa pericoloso il Teramo con una gran bella conclusione dal limite di Fiore che costringe Narciso alla deviazione in tuffo in calcio d'angolo. Con il passare dei minuti il Teramo si assesta meglio in campo e controlla con maggior sicurezza le manovre d'attacco del Foggia sfruttando le ripartenze e andando vicino al gol con Donnarumma ipnotizzato da Narciso che para d'istinto sulla punta biancorossa ben lanciata a rete. Il Foggia risponde prontamente con un colpo di testa di Iemmello su cross di Agostinone bloccato in presa dall'estremo difensore abruzzese. Il ritmo cala e il gioco si fa troppo fraseggiato e quello che evidenza il primo tempo e' una certa carenza di schemi. Foggia poco incisivo e affidato piu' alle iniziative personali che a schemi di gioco. Girandola di sostituzioni ad inizio ripresa. Fuori quasi tutti i big e spazio alle seconde linee. Teramo subito insidioso con Petrella che entra in area e viene messo giù' da Ricchella. Rigore decretato dal signor Tardino di Milano e dal dischetto batte Bonaiuto sul quale è' strepitoso Narciso che prima respinge la massima punizione e successivamente con un gran colpo di reni neutralizza il secondo tentativo della punta teramana di testa. Teramo ancora pericolosissimo con Lapadula che sbaglia il tap-in sotto porta sugli sviluppi di un calcio di punizione. Al sedicesimo ci mette una gamba un difensore del Teramo per smorzare una conclusione a colpo sicuro di Forte sulla quale probabilmente Narduzzo nulla avrebbe potuto. Al ventesimo Leonetti scatta sul filo del fuorigioco, ma una volta in area si smarrisce e si fa soffiare il pallone. C'è' impegno e movimento in campo, ma poca concretezza. Ovviamente la formazione completamente stravolta non consente il perfetto sincronismo dei movimenti e la precisione dei meccanismi tattici, ma la tenuta fisica sembra esserci e quando meno te lo aspetti arriva anche il gol. Lo segna il Foggia con Leonetti, al ventinovesimo, che fa partire che puntuale all'appuntamento entra in area e spara una gran bordata a volo che brucia Narduzzo. Ancora sostituzioni da una parte e dall'altra e ancora qualche emozione regalata più dagli errori dei singoli che da azioni di gioco. Diakite' per poco non fa far gol a Leonetti e poco dopo un errore difensivo del Teramo non viene sfruttato da Curcio che sbaglia il passaggio al centro dell'area dopo aver messo fuori causa anche il portiere avversario. Tre i minuti di recupero nei quali il Foggia per poco non raddoppia grazie ad una deviazione di un difensore del Teramo che mette fuori causa il proprio portiere e buon per la squadra abruzzese che il pallone termina in angolo. Vince il Foggia la Wuber Summer Cup, ma la vittoria non riesce a nascondere le lacune di un organico incompleto e di una manovra di gioco ancora poco brillante. Sabato sarà campionato, sempre che non ci siano rinvii legati ai ripescaggi e non si potrà più sbagliare.





***Questo Spazio pubblicità è in vendita***
La locandina dell'evento. (foto) ndr.
Sabato 30 agosto 2014 | dalle ore 21:00 ad una serata straordinaria dedicata ai mitici anni '80. 


di Redazione

TRANI (BT), 25 AGO. -  I MITICI, anni ’80. Non c'era internet, google, non c'erano cellulari, reality show, playstation, ci divertivamo con niente, gli anni ’80 hanno segnato più di una generazione, lasciando un solco forte nella musica, nella cinematografia, nella televisione, nello sport. Anni prolifici, una sorta di età aurea, spesso ricordata con nostalgia. L’edonismo sfrenato, l’età reaganiana, un viaggio nel tempo negli anni ’80, questo il progetto I Mitici che il club della dolce vita tranese propone per sabato 30 agosto. Dopo il successo della seconda serata dedicata agli anni ’70 con una festa indimenticabile, La Lampara, locale storico e crocevia di artisti e jet set, rende omaggio agli anni ’80 facendoci entrare nel mood della decade che ha cambiato la storia della musica, del costume, della moda e della tecnologia e che li ha consegnati al mito. C’è un continuo revival di quegli anni da cui non si finisce di attingere. Ai “figli” di quel decennio, a coloro che si ispirano agli anni ’80, La Lampara da l’opportunità di ripercorrere gli “Eighties” nella notte a loro dedicata: I Mitici, anni ‘80. Tutto accadrà sabato 30 agosto a partire dalle ore 21. Far rivivere le atmosfere tipiche di quegli anni, riascoltarne durante la cena i successi grazie alla musica dal vivo degli Audio Ottanta, formazione musicale con un repertorio della decade entrata nel mito, questo il senso della terza serata dedicata a I Mitici. Ma sarà anche interessante riassaporare il gusto di quel decennio rievocandolo in chiave contemporanea tramite un menu tipico studiato ad hoc dallo staff de La Lampara. L’idea d’avanguardia per il food è rivisitare i classici “surgelati”, un po’ simbolo degli anni ’80, utilizzando prodotti freschissimi, si viaggerà attraverso la pasta fresca di grano arso alla vodka con i mini bignè al nero di seppia, il bastoncino Findus artigianale, l’hamburger finger food e la mionese al basilico. I Mitici dedicati agli annni ’80 sono un preludio alle celebrazioni in autunno dei sessant’anni del club che più di ogni altro ha lasciato un segno nell’immaginario collettivo, essendo il riferimento della “bella vita” della perla dell’Adriatico: un mood fatto di bella gente, di offerta musicale di qualità con il corredo di artisti, cantanti e jet set assetati di bello. La Lampara mantiene ad ora intatto il suo fascino. Una chicca, poi, l’omaggio al personaggio Rocky Balboa reso famoso da Sylvester Stallone con l’esibizione live degli Audio Ottanta del famosissimo pezzo dei Survivor “Eye of the Tiger”. Tre le formule: cena, buffet (con degustazione di due primi) e disco. Di sicuro appeal per il pubblico interessato agli anni ’80 è stata pensata infatti una formula solo dopocena con ingresso "disco" per coloro che vorranno ballare con la selezione musicale degli Eighties del dj Violet Tear. Sonorità opportunamente innaffiate da un cocktail anni ’80, studiato dai bartender de La Lampara. Per salire sulla macchina del tempo che ci riporterà indietro di 30 anni La Lampara elabora una sorta di operazione culturale associata non solo ai sensi dell’udito e del gusto, ma anche alla vista. Per gli amanti delle due ruote, infatti, faranno bella mostra di sé vespe da collezione anni '80, iniziativa realizzata in collaborazione con il Motoclub Turenum di Trani. Tutto curato per essere completamente calati in una realtà parallela nella notte dedicata agli anni ’80. Nulla è lasciato al caso. La serata sarà presentata da Tommaso Amato.





***Questo Spazio pubblicità è in vendita***
Gli alunni dell'ICSS A. Vespucci. (foto) ndr.

di Paola Copertino

MOLFETTA (BA), 25 AGO. - Mancano pochi giorni alla partenza………34 alunni dell’IISS “Amerigo Vespucci” di Molfetta partiranno alla volta dell’Inghilterra dove trascorreranno quattro settimane ospiti della Stay Academy, una moderna e confortevole struttura che offre eccellenza accademica e alloggio residenziale nel centro di Londra. Si tratta di un’esperienza chi li porterà a conseguire la certificazione Cambridge oltre che a svolgere tante diverse e coinvolgenti attività. Un’esperienza resa possibile dalla lungimiranza del Dirigente Scolastico Prof. Francesco Allegretta e dalla disponibilità dei docenti accompagnatori la Forgia Filomena, Alessandrini Angela, Giammario Gemma, Amato Girolama, Giannacco Rachele, Giannossi Luciano, Altamura Gennaro e Cormio Vincenza che hanno fortemente creduto nella validità di questo progetto ritenendolo un investimento per il futuro degli alunni. Ragazzi vi auguriamo di vivere quest’avventura intensamente e seriamente!





***Questo Spazio pubblicità è in vendita***
immagini dalla Siria. (foto Agi) ndr.

di Redazione

IL CAIRO, 25 AGO. (AGI) - Nelle ultime ore almeno 320 ribelli al regime di Bashar Assad si sono uniti allo Stato islamico (Is) nelle province di Aleppo e Idlib. Lo riferisce l'Osservatorio siriano dei diritti umani. Lo scorso 19 agosto la stessa ong sottolineo' che 6.300 miliziani di diverse fazioni combattenti nel paese mediorientale avevano optato per il califfato proclamato da Abu Bakr al Baghdadi. Nella zona di Al Adiya, nella provincia di Aleppo 15 islamisti dell'Is sono morti in una battaglia, Tra loro c'era uno statunitense. Washington, intanto, ha fatto sapere che i raid in Iraq continuano. Uno di questi ha distrutto un blindato dell'Is vicino alla diga di Mosul e un altro un mezzo militare nell'area di Erbil.






***Questo Spazio pubblicità è in vendita***
L'ex Premier francese Valls. (foto Agi) ndr.

di Redazione

PARIGI, 25 AGO. (AGI) - Il premier francese, Manuel Valls, ha rassegnato le proprie dimissioni nelle mani del capo dello Stato, Francois Hollande. Le dimissioni aprono la via a un nuovo governo, che sara' guidato ancora da Valls. Hollande ha dato incarico a Valls di formare il nuovo governo - che sara' annunciato domani - seguendo "gli orientamenti che il presidente ha definito per il Paese". La mossa dell'inquilino dell'Eliseo potrebbe essere legata alle esternazioni del ministro dell'Economia, Arnaud Montebourg, che nel fine settimana aveva usato parole durissime contro l'austerita' imposta dalla Germania. "Bisogna alzare i toni", aveva avvertito, precisando: "Quando dico Germania, parlo della destra tedesca che sostiene Angela Merkel. La Francia non ha alcuna intenzione di allinearsi agli assiomi ideologici della destra tedesca". E anche "la Bce", aveva aggiunto, "deve cambiare marcia e mettersi a fare quello che fanno tutte le banche centrali del mondo, in particolare quelle dei paesi che hanno saputo far ripartire la loro crescita". L'obiettivo e' "provocare un elettroshock nella zona dell'euro". Per uscire dalla recessione, aveva sottolineato Montebourg, l'Europa dovrebbe seguire l'esempio di Matteo Renzi in Italia.





***Questo Spazio pubblicità è in vendita***

Seguici su Facebook


'Arcipelago Moda' - Moda & Fashion


I nostri 'Media Partner'









Google+