La Gazzetta Meridionale.it | Cronaca del Sud 24h
Arrow
******Questo spazio pubblicitario è in vendita******

Loading...


La 'Vignetta del Giorno' - di Franco Loriso






Pubblicità




Agi.it - Ultime Notizie | Video


Loading...

Pubblicità

Bari, sono le ore:

Pubblicità

Pubblicità

Adn Kronos Tv

Rubriche

I Nostri Gazzetta 'Sport Magazine' e 'Web Tv'

La Gazzetta 'Sport ' - Responsabile dei Servizi Sportivi: Mario Schena




Orchestra Sinfonica

Inaugurazione 2014

*Spazio in vendita*
Una immagine dell'asta odierna. (foto) ndr,

di Redazione

BARI, 18 APR. (LUCA TURI) - L’unico modo per convalidare l’asta per la vendita del Bari calcio era di presentare nell’offerta un assegno circolare di almeno 3 milioni di euro. Nell’unica plico pervenuto, presentato dal Bari Football Club 1908 di Gianluca Paparesta intorno alle 10 di questa mattina, l’assegno però non c’era rendendo nulla l’offerta. Asta deserta quindi, dopo che i giudici fallimentari si sono consultati per più di tre quarti d’ora. Appuntamento al prossimo 12 maggio per l'asta successiva. Delusione tra i tifosi del Bari e paura per l’imminente iscrizione al prossimo campionato, sempre più in bilico. Dopo la decisione Paparesta ha rilasciato alcune dichiarazioni ai giornalisti: "sul conto estero abbiamo depositato 3 milioni di euro, non sono un'idea: sono soldi reali. Purtroppo nel paese di origine della banca alla quale ci siamo affidati non esiste l'assegno circolare, per questo vizio di forma l'offerta non è stata accettata. Noi rimaniamo fiduciosi".





***Questo Spazio pubblicità è in vendita***
L'auto coinvolta nell'incidente. (foto AdnKronos) ndr,

di Redazione

BARI, 18 APR. (ADNKRONOS) - Un morto e due feriti gravi: e' il bilancio di un incidente stradale avvenuto all'ora di pranzo sulla strada provinciale che collega Bitonto a Palo del Colle, in provincia di Bari. Un'Alfa 33 e un'Alfa 146 si sono scontrate frontalmente. Probabilmente l'incidente e' stato causato dalla pioggia e dall'asfalto viscido. Ad avere la peggio e' stata la passeggera dell'Alfa 33, Giulia Florio, 74 anni di Toritto, deceduta sul colpo. Ferita sua figlia di 40 anni e il conducente dell'Alfa 146, entrambi trasportati in ospedale in gravi condizioni.





***Questo Spazio pubblicità è in vendita***
Una 'volante' della polizia. (foto) ndr.

di Redazione

BARI, 17 APR. (AGI) - Due cittadini albanesi, uno di 38 anni, l'altro di 24, sono stati fermati al porto di Bari dagli agenti della Polmare, con l'accusa di tentato omicidio. L'altro ieri a Latina, uno dei due avrebbe aggredito con un bastone di ferro un militare della Guardia di Finanza, ferendo gravemente il militare al volto che e' riuscito a disarmare l'aggressore spingendolo alla fuga a bordo di una Mercedes ML guidata da un complice. Grazie ad alcuni dei numeri della targa dell?auto, eranp partite le ricerche dei malfattori, che sono stati bloccati a Bari mentre tentavano di imbarcarsi sulla nave in partenza per Bar (Montenegro). Durante i controlli dei documenti, dall?incrocio dei dati raccolti con le informazioni successivamente fornite dal Commissariato di Latina, gli agenti hanno sottoposto a fermo i due che avrebbero tentato di uccidere il finanziere. Le indagini sono ancora in corso per accertare le ragioni della brutale aggressione, molto probabilmente una ritorsione per l?attività di ufficio svolta dal luogotenente della finanza.





***Questo Spazio pubblicità è in vendita***
I mandorli in fiore. (foto Agi) ndr.

di Redazione

BARI, 18 APR. (AGI) - Gli effetti delle violente raffiche di vento e delle grandinate che stanno colpendo la Puglia sono devastanti. Particolarmente, secondo la Coldiretti di Puglia, sono i danni a carico dei ciliegi in piena produzione, di vigneti, mandorleti e agrumeti in fiore, degli ortaggi in piena aria, come insalate e patate. "In provincia di Bari la grandinata ha colpito duramente il comparto cerasicolo - denuncia il presidente della Coldiretti Puglia, Gianni Cantele - ha distrutto il 40% della produzione di ciliegia Bigarreaux, la ciliegia piu' precoce".





***Questo Spazio pubblicità è in vendita***
Treni regionali Trenitalia. (foto F.S.) ndr.
Il 21 aprile grazie a “Bici in Treno” l’iniziativa in collaborazione con la Federazione italiana amici della bicicletta

di Redazione

BARI, 18 APR. - A Pasquetta bici gratis sui treni regionali. Un’occasione per la tradizionale gita “fuori porta” in bici e ritorno in treno, senza costi aggiuntivi. Frutto della collaborazione fra Trenitalia e la Federazione italiana amici della bicicletta (Fiab), il prossimo 21 aprile, giorno di Pasquetta, si terrà ancora una volta “Bicintreno”: la giornata nazionale dedicata al felice connubio tra i due mezzi di trasporto che fanno del rispetto per l’ambiente uno dei loro più importanti punti di forza. L’iniziativa consentirà di portare le bici gratis sui treni del trasporto regionale abilitati al servizio e facilmente identificabili sugli orari ferroviari pubblicati. Ogni viaggiatore, in possesso del biglietto o di abbonamento valido per la giornata interessata, potrà quindi portare con sé la bicicletta senza alcuna maggiorazione. In tutta Italia le associazioni locali Fiab promuoveranno escursioni “treno + bici” per visitare luoghi di interesse naturalistico, culturale e storico. Si tratta di una nuova occasione offerta da Trenitalia per promuovere il trasporto sostenibile, trascorrendo una giornata di festa in relax e in armonia con la natura.





***Questo Spazio pubblicità è in vendita***
I carrelli della spesa. (foto Agi) ndr.

di Redazione

ROMA, 18 APR. (AGI) - La spesa per consumi resta "molto al di sotto (quasi l'8%) del livello del 2007 e risente ancora delle prospettive dell'occupazione". Lo afferma la Banca d'Italia nel bollettino economico. "La spesa per investimenti - aggiunge l'Istituto - e' tornata gradualmente ad aumentare: i giudizi delle imprese sulle condizioni per investire si sono riportati in linea con quelli precedenti la crisi del debito sovrano. Vi sono inoltre segnali di stabilizzazione degli acquisti delle famiglie, con una modesta ripresa delle immatricolazioni di autovetture e con progressi nel clima di fiducia". Condizioni del mercato del lavoro ancora difficili "Nonostante qualche miglioramento, le condizioni sul mercato del lavoro rimangono difficili" sottolinea la Banca d'Italia aggiungendo che "per la prima meta' del 2014 le prospettive delle imprese segnalano un ulteriore calo dell'occupazione". "La flessione dell'occupazione si e' lievemente attenuata nella seconda meta' del 2013 e le ore lavorate per addetto sono aumentate nell'industria, ma il tasso di disoccupazione ha raggiunto in febbraio il 13 per cento", spiega l'Istituto. Qualora la ripresa proseguisse al ritmo moderato attualmente delineato dalla maggior parte dei previsori, "il numero di occupati tornerebbe a crescere solo gradualmente, non prima della fine dell'anno". In Italia inflazione scesa in modo marcato Anche in Italia, come nel resto dell'area euro, negli ultimi mesi l'inflazione e' scesa in modo marcato. Lo evidenzia la Banca d'Italia nel bollettino economico. "In linea con quanto osservato nell'area dell'euro, l'inflazione armonizzata in Italia ha continuato a diminuire piu' di quanto prefigurato nei mesi scorsi, toccando lo 0,3% in marzo". L'inflazione di fondo, calcolata al netto delle componenti piu' volatili, si e' collocata allo 0,9%, tra i valori minimi nel confronto storico. Le pressioni al ribasso, scrive la Banca d'Italia, "riflettono in misura rilevante la debolezza della domanda; in prospettiva, sono confermate dalla flessione dei prezzi alla produzione e dalle intenzioni espresse dalle imprese, che anticipano revisioni molto modeste dei listini nei prossimi mesi". Lenta ripresa, ma il quadro economico resta fragile In Italia ci sono "i segnali di una lenta estensione della ripresa" ma "e' essenziale" che questi segnali "si consolidino" perche' il quadro economico "resta fragile". "Nonostante primi segnali di miglioramento della domanda interna, - si legge nello studio - il quadro economico resta fragile. Per il progressivo riassorbimento della disoccupazione - specie della componente giovanile, piu' colpita dalla crisi - e' necessaria una crescita duratura e un'accresciuta capacita' di innovazione delle aziende. Occorre che le politiche economiche sostengano la fiducia di imprese e famiglie, proseguano nella realizzazione delle riforme e assicurino la riduzione del peso del debito sul Pil, la cui velocita' non dipende solo dalla gestione prudente delle finanze pubbliche ma anche dall'espansione dell'attivita' economica. Nell'area dell'euro resta essenziale contrastare l'eccesso di disinflazione". Nel Paese, sottolinea comunque Bankitalia, "l'andamento della produzione industriale e le inchieste presso le imprese indicano che l'attivita' economica ha continuato a crescere moderatamente nei primi mesi dell'anno". Tuttavia, spiega l'Istituto centrale, "la ripresa resta differenziata tra categorie di imprese e sul territorio nazionale, ma andrebbe estendendosi: secondo i sondaggi il miglioramento delle prospettive delle aziende industriali di maggiore dimensione e di quelle orientate verso i mercati esteri si accompagna a primi segnali positivi anche per i servizi. Rimane meno favorevole il quadro nelle regioni meridionali". Gli indicatori congiunturali piu' recenti, conclude Bankitalia, "mostrano che il buon andamento delle esportazioni sarebbe proseguito nel primo trimestre. Le prospettive restano nel complesso favorevoli: secondo le imprese gli ordini dall'estero sono in crescita".





***Questo Spazio pubblicità è in vendita***
Alma Ahalabayeva. (foto Agi) ndr.

di Redazione

ROMA, 18 APR. (AGI) - L'Italia ha concesso asilo politico ad Alma Shalabayeva, moglie del dissidente kazako Mukhtar Ablyazov. La notizia, resa nota dai legali della donna, e' stata confermata da fonti del ministero dell'Interno. Il via libera e' arrivato dalla Commissione per il riconoscimento della protezione internazionale del Viminale che ha accolto in tempi abbastanza rapidi l'istanza presentata alcuni mesi fa dall'avvocato Anton Giulio Lana. Con questa concessione, lo Stato italiano e' di fatto tenuto a proteggere la signora Shalabayeva, anche in ambito Schengen, ed evitare di consegnarla alle autorita' kazake se queste avessero intenzione di avviare un procedimento contro. "Una bellissima notizia. Sono felice". E' il primo commento della donna, stando a quanto si apprende in ambienti dei legali, alla notizia della concessione. L'affaire Shalabayeva inizia la notte tra il 28 e il 29 maggio 2013 in una villa romana di Casal Palocco, quando la polizia irrompe nell'abitazione e trascina via Alma e Alua, la figlioletta di 6 anni. Ablyazov, obiettivo dichiarato del blitz "sollecitato" dalle autorita' kazake (e' ricercato dall'Interpol per frode) non e' in casa. Agli agenti la donna esibisce un passaporto centrafricano, che pero' viene giudicato falso. E due giorni dopo Alma - accusata di essere entrata illegalmente in Italia - e Alua vengono imbarcate in tutta fretta a Ciampino su un aereo diretto ad Astana, in Kazakistan, in esecuzione di un decreto di espulsione firmato dalla questura. La Farnesina afferma di sapere solo il 31 maggio del rimpatrio, e non dal Viminale, mentre il 3 giugno l'Ufficio immigrazione trasmette al ministero una relazione sulla vicenda. II giorno dopo il Consiglio italiano per i rifugiati invia una e-mail al ministro degli Esteri, Emma Bonino. Anche il ministro dell'Interno, Angelino Alfano, sosterra' di aver saputo dell'espulsione solo a fatti avvenuti. Dopo alcune settimane di silenzio, il caso deflagra sulle pagine dei giornali con un'intervista in cui Ablyazov (e' il 5 luglio) si appella al premier Enrico Letta affinche' chiarisca le circostanze della "deportazione". Appena una settimana piu' tardi, Palazzo Chigi decide la revoca del provvedimento sottolineando la gravita' della "mancata informativa" e disponendo l'avvio di un'inchiesta. Il 16 luglio il capo della polizia, Alessandro Pansa, in una relazione definisce "invasivo" il comportamento dei diplomatici kazaki, che avevano contattato le autorita' italiane prima dell'operazione. Poche ore prima si era dimesso il capo di gabinetto del Viminale Giuseppe Procaccini. Il governo trema, ma non cade. Letta difende Alfano, e una mozione di sfiducia al ministro dell'Interno viene respinta il 19 luglio. Il 29 luglio 2013 la procura di Roma apre un'inchiesta su presunte omissioni nell'espulsione di Alma e il 31 dello stesso mese Ablyazov viene arrestato in Francia: Kazakistan e Russia si affrettano a chiederne l'estradizione a Parigi. La vigilia di Natale, il 24 dicembre 2013, Alma Shalabayeva puo' lasciare il Kazakistan: tre giorni piu' tardi rientra in Italia con la figlia piu' piccola. Oggi l'improvvisa quanto sospirata notizia del si' alla domanda di asilo.





***Questo Spazio pubblicità è in vendita***

Seguici su Facebook


'Arcipelago Moda' - Moda & Fashion


I nostri 'Media Partner'











Google+