Ultim'Ora

Minervino Murge (Bat). Ancora un altro arresto dei carabinieri e una denuncia per spaccio [CRONACA DEI CC. ALL'INTERNO]

La droga sequestrata. (foto cc.) ndr.

di Redazione

MINERVINO MURGE (BT), 29 LUG. (C. St.) - Continua, incessante, il contrasto al traffico degli stupefacenti da parte dei militari della Stazione Carabinieri di Minervino Murge (BT). Questa volta ad essere “controllati” sono due persone già note alle forze dell’ordine. Si tratta di R.A., 32enne del luogo, agli arresti domiciliari ma con il permesso di recarsi al lavoro, il quale, fermato nel centro urbano e sottoposto a perquisizione personale, è stato trovato in possesso di grammi 1,5 di marijuana che aveva appena acquistato dal T.A., pensando evidentemente di trovare “lo sballo” prima di intraprendere il lavoro. I conseguenti accertamenti su T.A., 29enne del luogo, sottoposto alla misura di prevenzione dell’avviso orale, consentivano di rinvenire, nel corso di una perquisizione domiciliare, sette spinelli di marijuana, oltre ad un bilancino e materiale vario utilizzato per il confezionamento e smercio della sostanza stupefacente, unitamente alla somma di euro 1050, ritenuta il provento dell’attività illecita. Lo stesso è stato arrestato e posto in regime di arresti domiciliari a disposizione della competente A.G., mentre R.A. è stato denunciato in stato di libertà per violazione alle prescrizioni imposte dalla misura restrittiva cui è sottoposto e segnalato alla Prefettura per uso di sostanze stupefacenti. 

Arrestato dai cc. per droga a Bari. (foto cc.) ndr.
BARI: RIMANE SENZA BENZINA, FA INSOSPETTIRE I CARABINIERI CHE GLI TROVANO LA DROGA E LO ARRESTANO 

Giornata sfortunata per A.V., 21 anni, giovane incensurato e insospettabile del quartiere Carrassi, arrestato per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. I militari della Compagnia CC di Bari Centro, nel corso di un servizio perlustrativo, hanno notato A.V. mentre, insieme ad un amico, trasportava a mano un ciclomotore. Insospettiti, i Carabinieri hanno proceduto ad un controllo dei due, constatando che il ciclomotore, legittimamente posseduto, era rimasto a secco di carburante, ma che, al suo interno, erano occultati circa 100 grammi di marijuana. La successiva perquisizione domiciliare a casa del giovane ha permesso di rinvenire numerose bustine che sarebbero state utilizzate per il confezionamento della droga in piccole dosi. Analoga sorte è capitata, nel quartiere Japigia, al pregiudicato A.S., 24enne, arrestato dai Carabinieri del Nucleo Operativo di Bari Centro per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. Il giovane, sottoposto ad una perquisizione domiciliare, è stato trovato in possesso di 20 grammi circa di marijuana, suddivisa in dosi, oltre a 680,00 euro in contanti, ritenuti il provento dell’attività di spaccio e ad un bilancino di precisione. Tutti gli arrestati sono stati disposti gli arresti domiciliari in attesa della celebrazione del processo con rito direttissimo.





Nessun commento