Ultim'Ora

Bari. Deferito all'A.G. dalla Polizia 44enne incensurato per minacce aggravate [CRONACA DELLA P. S. ALL'INTERNO]

Le pistole a salve sequestrate. (foto P. S.) ndr.

di Redazione

BARI, 22 AGO. (C. St.) - Ieri sera, a Bari, la Polizia di Stato ha indagato in stato di libertà un uomo di 44 anni, incensurato, per minacce aggravate nei confronti di una donna dedita all’esercizio della prostituzione. Alle ore 23.30, a seguito di segnalazione, i poliziotti della Squadra Volante sono intervenuti nella prima periferia della città, accertando che una prostituta aveva subito minacce da un uomo il quale, dopo aver esploso alcuni colpi di pistola in aria, l’aveva costretta ad allontanarsi dal posto. L’uomo, che viaggiava a bordo di una Fiat Panda, è stato rintracciato poco dopo; durante il controllo i poliziotti hanno rinvenuto e sequestrato tre pistole a salve con relativo munizionamento, fedeli riproduzioni di modelli in vendita e munite di tappo rosso, che erano nell’immediata disponibilità dell’indagato, all’interno dell’auto. Dopo gli accertamenti di rito, l’uomo è stato deferito in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria competente per il reato di minacce aggravate. 

La droga, le banconote e gli oggetti sequestrati. (foto P.S:) ndr.
- Sabato sera, a Bari, la Polizia di Stato ha tratto in arresto, in flagranza di reato, D’ASTA Marco di anni 19 e SPILOTROS Francesco Cristian di anni 21, quest’ultimo con precedenti di polizia anche specifici, responsabili di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e, per il solo D’Asta, di porto e detenzione di oggetti atti ad offendere. Nell’ambito degli specifici servizi di contrasto, un equipaggio motomontato della Sezione Contrasto al Crimine Diffuso della Squadra Mobile, transitando per il quartiere murattiano, ha fermato i due giovani che viaggiavano a bordo di un ciclomotore. All’atto del controllo i due sono apparsi palesemente preoccupati, tanto da indurre il personale operante a sottoporli a perquisizione personale, che ha consentito di rinvenire addosso al D’Asta, occultati nell’abbigliamento intimo, 8 involucri contenenti 32,38 grammi di hashish; nel suo borsello, inoltre, è stato rinvenuto un coltello a serramanico di circa 15 cm. e la somma di 70 euro in banconote di piccolo taglio. Lo Spilotros è stato trovato in possesso della somma di 4.980 euro ritenuta provento dell’attività illecita. I due arrestati, dopo le incombenze di rito, sono stati sottoposti alla misura degli arresti domiciliari, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria procedente.





Nessun commento