Ultim'Ora

Castellana Grotte (Ba). Tentata rapina in casa. 2 arresti [CRONACA DEI CC. ALL'INTERNO]

La pistola e il materiale sequestrato. (foto cc.) ndr.

di Redazione

CASTELLANA GROTTE (BA), 17 AGO. (C. St.) - I Carabinieri della Stazione di Castellana Grotte hanno arrestato una 35enne e un 16enne, entrambi del posto, con l’accusa di tentata rapina ai danni di un uomo di 94 anni e della sua badante romena. Nel tardo pomeriggio di ieri, i due, armati di pistola e travisati con passamontagna, hanno fatto irruzione nell’appartamento dell’anziano in Castellana Grotte e, sotto la minaccia dell’arma, hanno tentato di legare con del nastro adesivo da imballaggi sia l’uomo che la badante che lo assisteva in quel momento. Quest’ultima, però, è riuscita a divincolarsi e a fuggire, riuscendo a raggiungere il balcone di casa e a chiedere aiuto ai passanti, i quali hanno immediatamente chiamato il Pronto Intervento 112. Durante queste concitate fasi, i rapinatori, nel tentativo di fermare la donna, hanno esploso al suo indirizzo un colpo di pistola, che si è poi rivelato a salve, prima di darsi alla fuga. Sul posto è prontamente intervenuta una pattuglia della locale Stazione Carabinieri che ha rinvenuto il bossolo esploso e il rotolo di nastro adesivo che doveva servire per immobilizzare le vittime. Le immediate indagini dei Carabinieri di Castellana Grotte hanno permesso di individuare l’autovettura utilizzata dai malviventi per la fuga, dalla quale i militari sono risaliti alla proprietaria, una 35enne di Castellana Grotte, che, subito rintracciata e accompagnata in caserma, ha ammesso le proprie responsabilità. La successiva perquisizione eseguita presso l’abitazione della donna ha consentito di rinvenire e sequestrare la pistola a salve calibro 8 priva di tappo rosso, utilizzata per il colpo ed un passamontagna, mentre erano già stati recuperati un altro passamontagna e una felpa nera, di cui i rapinatori si erano disfatti lungo la strada durante la fuga. Successivamente, i militari sono risaliti anche al complice della donna, un minorenne già noto alle forze dell’ordine, che è stato rintracciato all’interno della villa comunale dove aveva cercato di nascondersi. Entrambi sono stati arrestati in flagranza di reato con l’accusa di tentata rapina pluriaggravata poiché commessa con armi e ai danni di un anziano. Il minorenne è stato associato al carcere minorile di Bari, mentre la donna è stata sottoposta agli arresti domiciliari presso la propria abitazione. 

Controlli dei cc. a Ferragosto. (foto cc.) ndr.
BARI: FERRAGOSTO SICURO. CARABINIERI IMPEGNATI IN CONTROLLI STRAORDINARI DEL TERRITORIO. 3 ARRESTI E 10 DENUNCE 

Il Comando Provinciale Carabinieri di Bari, in corrispondenza della festività di "ferragosto", ha messo in campo circa 200 servizi di controllo straordinario del territorio nel capoluogo e nelle provincie di Bari e BAT, che hanno visto impiegati circa 400 militari a bordo di 200 mezzi. I servizi hanno interessato le principali vie di comunicazione situate nei pressi delle località di maggiore vocazione turistica sia delle zone costiere che dell’entroterra da Castel del Monte alla Foresta Mercadante. 800 sono state le persone controllate, tra le quali circa 400 sottoposte a misure restrittive. 3 le persone arrestate in flagranza di reato e 10 quelle denunciate in stato di libertà. A Terlizzi (BA) due persone del luogo, M.B.29enne ed M.D. 18enne, sono stati arrestati mentre tentavano di asportare un motociclo custodito all’interno di un deposito. I due sono finiti agli arresti domiciliari in attesa di essere giudicati. A Monopoli (BA), una persona è stata arrestata per violazione agli obblighi della sorveglianza speciale. A Spinazzola (BT), tre stranieri di origine slava sono stati deferiti in s.l. per furto. I tre, approfittando dell’assenza di un automobilista cha ha lasciato la propria auto incustodita in quella Piazza Pignatelli, si sono impossessati del telefono cellulare smartphone lasciato sul cruscotto. Il tempestivo intervento dei militari ha consentito di recuperare la refurtiva ed identificare i rei, una ragazza di 24 anni e due ragazzi di 22 e 19 anni, incensurati A Bari, un cittadino tunisino di 19anni, trovato in possesso di uno smartphone, privo di carta sim, è stato denunciato per ricettazione in quanto non sapeva giustificarne il legittimo possesso. In Andria (BT) e Monopoli (BA) sono stati deferiti a p.l. due persone, rispettivamente per porto abusivo di oggetti atti ad offendere e porto abusivo di coltello, trovati in possesso, senza giustificato motivo, di una mazza da baseball in alluminio e di un coltello a serramanico di cm.18,5. 4 sono state le persone, sottoposte a misure restrittive, che sono state denunciate per violazioni alle prescrizioni imposte, delle quali tre residenti in Bari San Paolo ed una in Andria. 15 le persone segnalate quali assuntori di stupefacenti, tutti giovani compresi tra i 17 e i 27 anni, sorpresi con modiche quantità di sostanze stupefacenti, del tipo hashish e marijuana. 43 sono le contravvenzioni al codice della strada elevate. 12 i veicoli sottoposti a sequestro o fermo amministrativo. 6 patenti di guida ritirate e 6 documenti di circolazione ritirati.





Nessun commento