Ultim'Ora

Cultura. Il prof. Francesco Lenoci, ambasciatore del “ Made in Puglia” in visita a Molfetta

Il Prof. Francosco Lenoci. (foto P.C.) ndr.

di Paola Copertino

MOLFETTA (BA), 19 AGO. - E’ diventata la sua “ mission”: promuovere la Puglia a 360°, dalla cultura alla gastronomia, dalla eccellenze del territorio ai suoi talenti in tutti gli ambiti. Il professor Francesco Lenoci, pugliese doc e docente presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, è stato in visita nella città di Molfetta, affascinato dalla sua storia, dai suoi talenti e dal legame con don Tonino Bello. Il docente era accompagnato in questo tour dalla giornalista Evelina Romanelli, autrice del volume: “ Il Made in Italy in Valle d’Itria tra storia e cronaca. Gli eredi dei cappottari alla conquista del mercato globale”. L’ autrice presenterà invece, sabato 20 agosto, in occasione del gran galà con Memo Remigi presso il noto dancing “ La Rotonda” di Martina Franca che ha visto esibirsi tantissimi big della musica quali: Patty Pravo, Domenico Modugno e Ornella Vanoni, per citarne solo alcuni, un fascicolo sulla storia di questo mitico locale dal titolo: “Gli 80 anni della Rotonda”, sua ultima fatica letteraria. Il suo pomeriggio molfettese ha previsto quindi una tappa prima presso l’ atelier delle sorelle De Virgilio, creatrici di splendidi abiti sartoriali e su misura che per l’ occasione vestiranno la giornalista in questo importante appuntamento con un abito che si ispira al periodo. L’ esperta di moda, questa volta anche in veste di modella, ha fatto dono alle sorelle Barbara, Manuela e Lisa della sua pubblicazione, poi ha provato gli abiti, constatando con mano e con occhio attento, il lavoro sartoriale, le rifiniture, i tessuti, la ricercatezza del taglio, rivolgendo complimenti sentiti alle stiliste. Grande apprezzamento è stato espresso anche dal professor Lenoci, profondo esperto del settore in quanto i suoi genitori erano sarti e quindi riconosce il lavoro che c’è dietro ogni creazione. Seconda tappa del tour, questa volta densa di tanta emozione, è stata la visita presso il Duomo di Molfetta, sulle tracce di don Tonino Bello in quanto il docente, attraverso manifestazioni ed incontri ha fatto conoscere la storia e il messaggio del vescovo di Molfetta ovunque. Particolarmente toccante la sosta ai piedi del crocifisso “ collocazione provvisoria” a cui monsignor Bello era particolarmente legato e a cui attribuiva un particolare significato. Lenoci poi ha fotografato i pannelli sulla storia di don Tonino allocati nella sagrestia, ricevendo anche in dono una cartolina sul crocifisso con la sua storia. Terza ed ultima tappa della passeggiata molfettese, attraversando i vicoli del centro storico, la Cattedrale di Molfetta per ammirare e fotografare la mitra, il pastorale di don Tonino e un suo ritratto. Qui è stato accolto dal parroco don Vito Bufi, con cui ha ricordato don Tonino e il suo pensiero, facendolo partecipe delle sue prossime iniziative incentrate proprio sull’ amato vescovo che prevedono nel prossimo futuro anche una commemorazione a Sarajevo. La Puglia si conferma sempre più una meta privilegiata tutta da scoprire, da promuovere e da far amare.





Nessun commento