Ultim'Ora

F1. Nico Rosberg trionfa in Belgio

Nico Rosberg vince in Belgio. (foto Agi) ndr.

di Redazione

SPA-FRANCORCHAMOS (BELGIO), 29 AGO. (AGI) - Nico Rosberg ha centrato la sesta vittoria stagionale nel Gran Premio del Belgio, in cui le ferrai si sono dovute accontentare del sesto posto di Sebastiann Vettel e del nono di Kimi Raikkonen. Il pilota tedesco della Mercedes si è imposto davanti a Daniel Ricciardo e a Lewis Hamilton, terzo dopo aver rimontato dall'ultima fila da cui era partito per la penalizzazione dovuta alle modifiche alla power unit. In questo modo il pilota britannico ha limitato la rimonta In quarta e quinta posizione le due Force India di Nico Hulkenberg e Sergio Perez. Doveva essere la gara del riscatto della Ferrari dopo le buone qualifiche ma un contatto al primo giro (innescato da Max Verstappen) ha pregiudicato le chance di finire sul podio, obiettivo sicuramente alla portata delle rosse. Sesto posto per Sebastian Vettel e nono per Kimi Raikkonen. A punti anche Fernando Alonso (Mclaren), settimo, davanti alla Williams di Valtteri Bottas. Decima l'altra Williams di Felipe Massa. La prima curva è stata ancora una volta fatale, come in Cina, per le rosse: c’è di mezzo sempre una Red Bull: a Shanghai Kvyat, qui Max Verstappen, ma l’aggancio di Vettel a Raikkonen ha la componente di responsabilità maggiore in questa carambola. Violenta botta per Kevin Magnussen con la Renault. L'auto del pilota danese si e' girata su se stessa a circa 300 Km/h ed e' finita contro le barriere di protezione. Il pilota e' uscito fortunatamente con le proprie gambe dalla sua monoposto. Roseberg, bello vincere su pista leggendaria "Grazie mille a tutti: e' stato un gran bel weekend, completato da una grande gara. Per me oggi tutto e' andato per il meglio. Qui in Belgio c'e' sempre una grande atmosfera: ringrazio il pubblico, oltre ovviamente al mio team per l'ottimo lavoro svolto. Complimenti, poi, anche a Hamilton per la bella rimonta che ha fatto, arrivando sul podio". Cosi' Nico Rosberg, al termine della gara. "E' bellissimo trionfare qui, in un circuito leggendario. La classifica? A Monza si riparte: sara' tutto diverso e sara' come sempre battaglia", ha aggiunto Rosberg, dal podio di giornata. "Sono contento - ha aggiunto Rosberg a Sky - e' andato tutto molto bene, e' stato un weekend perfetto. Anche la macchina andava forte in gara. Non mi aspettavo di vedere Hamilton terzo dopo tutto quello che e' successo, evidentemente avra' fatto una bella gara. Monza? E' sempre bello correre li', e' un bel circuito. Sara' tutto diverso ma punto alla vittoria". Hamilton, compiuto lavoro fantastico Lewis Hamilton conclude in terza posizione una gara caratterizzata da una straordinaria rimonta. Il campione del mondo in carica e leader della classifica partita dall'ultima posizione per via della penalizzazione dopo aver omologato altri due motori dopo il quinto consentito. "Abbiamo compiuto un lavoro fantastico - afferma sul podio il pilota della Mercedes - sono molto contento di questo terzo posto arrivato dopo il cambio dei motori. E' stata una bellissima gara e qui ho trovato un clima davvero straordinario con un pubblico incredibile. Abbiamo spremuto il limone fino all'ultima goccia - ha aggiunto - tanti avvenimenti durante la gara ci hanno permesso di avvicinarci. Entrambi i piloti Mercedes questa volta felici? Non lo so, io lo ero. Prendendo queste penalita' mi sono messo nella migliore condizione per le restanti gare del campionato". Ricciardo, tutto bello nonostatnte caos partenza "Oggi e' stato veramente tutto bello. Abbiamo sofferto una partenza confusa e sapevamo di essere danneggiati dopo la prima curva, ma poi siamo rientrati in gara e siamo riusciti a fare molto bene. Di certo, e' stata una gara difficile, ma aver tenuto dietro Louis e' un risultato grandioso". Cosi' il pilota Red Bull, Daniel Ricciardo, ha commentato dal podio. "Sono stato strepitoso - ha aggiunto a Sky un sorridente Ricciardo, molto soddisfatto della sua prova - all'inizio e' stato un vero casino, la mia gara e' cambiata dopo la bandiera rossa. E' spuntato Hamilton alle mie spalle ma ho sempre controllato la seconda posizione. Peccato invece che Rosberg fosse cosi' veloce, ho sperato fosse piu' lento ma non c'e' stato niente da fare. Monza? Sara' un grande test per noi. La Ferrari andra' molto forte e avra' i tifosi dalla sua parte. Un podio a Monza sarebbe come una vittoria". Alonso, andare a punti piccolo miracolo sportivo "Partire 22esimo e arrivare settimo" e' un piccolo miracolo sportivo, impensabile fino a qualche mese fa, anche per le caratteristiche di questo circuito". Cosi' Fernando Alonso (Mclaren) commenta il suo settimo posto. "Oggi e' successo di tutto - ha aggiunto - abbiamo avuto anche un po' di fortuna e ci sono stati incidenti davanti a noi. Godiamoci questo risultato, non ce lo aspettavamo. Oggi eravamo comunque competitivi, arriveranno circuiti in cui lotteremo alla pari con Force India e Ferrari. Monza? Li' ci sara' da soffrire. Dobbiamo restare con i piedi per terra, sara' molto difficile", ha concluso. Vettel, l'ultima cosa che volevamo era toccarci Sebastian Vettel deve accontentarsi del sesto posto ma sa bene che senza il contatto iniziale le due Ferrari avrebbero potuto puntare al podio. "Ho avuto una partenza fantastica, eravamo pronti a prendere la seconda posizione alla prima curva - spiega - per me era difficile vedere Kimi, avrei dovuto dargli piu' spazio ma ho capito dopo che Max stava entrando dall'interno, toccarci era l'ultima cosa che avremmo voluto fare. Il posteriore e il fondo erano danneggiati e questo ci e' costato un pochino, fortunatamente siamo riusciti ad andare a punti, potevo puntare anche al quinto posto. Credo che il passo ci fosse, non possiamo essere contenti visto che siamo piu' indietro perche' potevamo essere entrambi sul podio. Credo che siamo progrediti. Monza? E' una pista diversa ma piu' simile a questa che a molte altre". Verstappen, sono io la vittima dell'incidente "Purtroppo la mia partenza non e' stata perfetta, ma Raikkonen prima e Vettel dopo mi hanno spinto troppo verso l'interno. Loro non avrebbero dovuto spingermi in questo modo e io in questo incidente sono la vittima. Poi ho cercato di fare del mio meglio davanti ai miei tifosi ma non e' andata bene". Questo il commento dEl pilota della Red Bull, Max Verstappen. L'olandese risponde a chi gli chiedeva se l'incidente non fosse stato provocato anche dal suo stile di guida eccessivamente aggressivo: "Io non credo di essere stato molto aggressivo in gara: ho gareggiato in modo corretto e di questo sono sicuro perche' in caso contrario i commissari sarebbero intervenuti. Gli altri duelli dopo il primo contatto? Loro avevano compromesso la mia gara e quindi ho cercato di difendere la posizione". Raikkonen, Verstappen? Non si corre così "Non saprei di chi e' stata la colpa, devo ancora rivedere i replay. Io sono rimasto in mezzo e non sapevo dove andare. Non so dire chi dovesse fare cosa. Di certo non e' stata una partenza ideale". Cosi' il pilota della Ferrari Kimi Raikkonen commenta a Sky la manovra aggressiva di Verstappen alla partenza. "Verstappen? Va bene lottare ma dopo la curva Eau Rouge ho dovuto frenare altrimenti l'avrei colpito, mi e' venuto addosso e se non avessi frenato ci sarebbe stato un grosso incidente. Va bene essere competitivi ma cosi' non e' corretto secondo me, non puoi correre cosi'". Il weekend Ferrari, al di la' di questo episodio, e' stato al di sotto delle aspettative. "Senza questo incidente sarebbe stato un weekend discreto. La velocita' della macchina era buona - ha sottolineato Raikkonen -. E' difficile dire cosa avremmo potuto fare ma credo che sarebbe stato un weekend discreto. E invece e' andato tutto male".





Nessun commento