Ultim'Ora

Monopoli (Ba). Arrestato dalla Polizia trentenne per coltivazione di piante destinate alla produzione di stupefacente [CRONACA DELLA P.S. ALL'INTERNO]

La droga sequestaa. (foto P. S.) ndr.

di Redazione

BARI, 23 SETT. (C. St.) - Ieri pomeriggio, a Monopoli, la Polizia di Stato ha operato con servizi straordinari di controllo del territorio ad “Alto Impatto” mediante l’impiego di Unità Cinofile, pattuglie del locale Commissariato di PS e del Reparto Prevenzione Crimine “Puglia Settentrionale”. L’attività si inquadra nella riorganizzata pianificazione dei servizi di prevenzione, disposta dal Questore di Bari, Dirigente Generale dott. Carmine ESPOSITO, che segue ad una puntuale e mirata attività preventiva di analisi della fenomenologia criminale presente sul territorio di Bari e provincia. Nel corso di tale attività, a Monopoli, è stato tratto in arresto G.M., trentenne residente in città, per coltivazione di piante destinate alla produzione di stupefacente. Durante la perquisizione eseguita nel suo domicilio, i poliziotti hanno rinvenuto sei piante di marijuana coltivate in un mandorleto nella sua disponibilità; all’interno di un locale adibito a deposito agricolo sono stati rinvenuti 235 gr. di marijuana essiccata ed in una ulteriore stanza, allestita con impianto di riscaldamento munito di fari alogeni e di un impianto di deumidificazione, altri 2,5 Kg di marijuana in fase di essicazione. Su disposizione dell’A.G. l’uomo è stato sottoposto alla misura degli arresti domiciliari mentre la sostanza stupefacente e le piante di marijuana rinvenute sono state poste sotto sequestro. Identificate complessivamente 70 persone, di cui 13 con precedenti di Polizia. Effettuati 5 posti di controllo nell’ambito dei quali sono stati controllati 33 veicoli ed eseguito 1 controllo ad un esercizio commerciale. Eseguite inoltre 2 perquisizioni domiciliari ed effettuati 5 controlli a persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale. Le attività proseguiranno regolarmente ed interesseranno il capoluogo e diverse località della provincia. 

- Mercoledì pomeriggio, a Barletta, la Polizia di Stato ha arrestato A.G., quarantenne barlettano con precedenti di polizia, ritenuto responsabile di furto aggravato. I poliziotti del Posto Polizia Ferroviaria di Barletta, nell’ambito di mirati ed intensificati controlli disposti dal Dirigente del Compartimento Polizia Ferroviaria Puglia, Basilicata e Molise per contrastare il fenomeno dei furti di rame in danno delle imprese ferroviarie, hanno sorpreso l’uomo che, dopo essersi introdotto all’interno dello scalo merci F.S. “Littorio”, stava caricando sulla propria autovettura materiale ferroso. A seguito di perquisizione, all’interno dell’auto, sono state rinvenute 545 “caviglie di ferro per la manutenzione di deviatori”, per un peso complessivo di 316 Kg. Tutto il materiale, unitamente alla vettura, è stato sottoposto a sequestro mentre l’arrestato è stato associato presso la Casa Circondariale di Trani, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.





Nessun commento