Ultim'Ora

Bari. Arrestato dalla Polizia 73enne barese residente in Inghilterra per violenza sessuale ed atti sessuali con minore

Arrestato 73enne barese in Inghilterra. (foto P.S.) ndr.

di Redazione

BARI, 22 OTT. (Comunicato St.) - Nella giornata di ieri, a Yude Ches (Inghilterra) a conclusione di una mirata attività info investigativa, eseguita dalla Squadra Mobile di Bari, la Polizia inglese, per il tramite della Divisione S.I.Re.N.E, del Servizio per la per la Cooperazione Internazionale di Polizia, ha eseguito il Mandato D’Arresto Europeo, emesso dalla Procura della Repubblica di Bari, nei confronti di SURICO Vincenzo di anni 73, residente in Inghilterra, destinatario di un ordine di esecuzione per la carcerazione, emesso dall’Ufficio Esecuzioni Penali del Tribunale di Bari il 3.1.2012, per l’espiazione della pena definitiva di 4 anni di reclusione e le pene accessorie dell’interdizione di 5 anni dai Pubblici Uffici e l’interdizione perpetua da qualsiasi ufficio attinente la tutela e la curatela dei minori, per i reati di violenza sessuale ed atti sessuali con minore, ai danni di un ragazzo italiano, avvenuti nell’agosto del 2002 in Inghilterra. Nell’agosto del 2002, la vittima delle violenze, all’epoca quattordicenne, fu mandata dai genitori a trascorrere un periodo di vacanza in Inghilterra, ospite dell’arrestato, amico di famiglia; al rientro in Italia, il ragazzo era apparso aggressivo e violento, tanto da dover ricorrere alle cure di psicologi. Soltanto nel 2004, in occasione di una visita di cortesia ai genitori del ragazzo, allorquando il Surico venne violentemente aggredito dal minore stesso, i fatti vennero denunciati alla sezione specializzata della Squadra Mobile e riferiti all’Autorità Giudiziaria. L’arrestato è stato individuato in Inghilterra a seguito di una intensa attività investigativa, della 1^ Sezione Criminalità Organizzata e Catturandi, che ha interessato la consultazione di numerose banche dati, tra cui l’archivio pensionati, che ha consentito di accertare che la pensione di anzianità erogata a Surico veniva mensilmente inviata presso il suo indirizzo estero e accreditata su un conto corrente di una banca britannica.





Nessun commento