Ultim'Ora

Bari Carbonara. Operazione dei carabinieri:  sequestrata droga, soldi e un libro paga. 3 arresti [CRONACA DEI CC. ALL'INTERNO]

La droga sequestrata. (foto cc.) ndr.

di Redazione

CARBONARA (BA), 1 OTT. (C. St.) - Nel tardo pomeriggio di ieri, i Carabinieri della Stazione di Carbonara e del Nucleo Operativo della Compagnia di Bari San Paolo davano corso ad un’operazione antidroga scattata da un controllo stradale e conclusasi con l’arresto di due fratelli di Bari ed una donna di Sannicandro (BA). L’operazione consentiva di sequestrare 700 euro in vari tagli e più di 800 grammi di marijuana, già pronta ad essere immessa nel mercato dello stupefacente. Durante un regolare servizio di pattugliamento del territorio svolto ieri pomeriggio in via Trisorio Liuzzi di Carbonara, i militari del locale Comando Stazione procedevano al controllo di una coppia (C.A. 37enne e la sua fidanzata C.R. 42enne) che viaggiava a bordo di uno scooter e che alla vista della pattuglia tentava velocemente di allontanarsi. Dopo aver controllato i documenti ed accertato l’assenza del certificato assicurativo, i militari approfondivano gli accertamenti, insospettiti dallo stato di ansia manifestato dalla donna, la quale, in effetti, veniva poi sorpresa in possesso di ben 15 grammi di marijuana, occultata nella borsetta. Il quantitativo di marijuana e le modalità di trasporto lasciavano da subito presumere che lo stupefacente non fosse destinato all’uso personale, pertanto, sul momento, veniva organizzata un’operazione su più ampia scala, che coinvolgeva altri militari della Compagnia di Bari San Paolo, prontamente giunti in rinforzo per dare corso ad una serie di accertamenti e perquisizioni domiciliari, svolte a partire dalle abitazioni di residenza della coppia, in Loseto (BA) e Sannicandro. Presso l’abitazione del conducente dello scooter, C.A. in Loseto, dopo un vano tentativo di fuga posto in essere dall’uomo, i militari rinvenivano circa 750 grammi marijuana occultata nei comodini della camera da letto, una serie di bustine di cellophane, una bilancia di precisione, due coltelli per il taglio dello stupefacente nonché la somma contante di 700 euro in vari tagli. Nella seconda perquisizione, svolta in Sannicandro, i militari sorprendevano la sorella del conducente dello scooter (C.R. 35enne) in avanzato stato di gravidanza, anch’essa in possesso di 50 grammi di marijuana custodita nella borsa ed in una scatola di scarpe, di una bilancia di precisione e di un libro paga, recante le note di vendita dello stupefacente. I tre sono stati arrestati e, su disposizione dell’A.G., posti agli arresti domiciliari, in attesa di essere giudicati con rito direttissimo. 

La droga, le banconote e il materiale sequestrato. (foto cc.) ndr.
CASAMASSIMA (BA): CONTROLLI NELLA VILLA COMUNALE. ARRESTATO GIOVANE PUSHER. ALTRI DUE ARRESTI ESEGUITI DAI CARABINIERI A PUTIGNANO E TURI 

V. A., 18 enne di Casamassima, è finito ai domiciliari con l’accusa di spaccio di sostanze stupefacenti. E’ stato il suo atteggiamento ad insospettire i militari della locale Stazione Carabinieri, che, ieri pomeriggio, lo hanno osservato per un po’ all’interno della villa comunale. L’osservazione ha consentito di sorprendere il giovane mentre cedeva qualcosa ad un altro ragazzo avvicinatosi per pochi istanti. La conferma che ci fosse stato uno scambio illecito si è avuta quando i militari sono intervenuti. Uno dei due si è subito dileguato mentre il secondo, il ragazzo che aveva consegnato l’involucro è stato fermato. La perquisizione personale ha difatti consentito di rinvenire nella tasca del giubbino del 18enne, varie dosi di stupefacente, pronte per la cessione. Circa due grammi di cocaina ed uno di eroina, sono stati recuperati prima che venissero venduti ad altri giovani acquirenti. Il pusher, già conosciuto per i suoi pregressi giudiziari, è stato arrestato e, su ordine dell’Autorità Giudiziaria, sottoposto agli arresti domiciliari. Nella mattinata odierna, presso il Tribunale di Bari si è celebrato il rito di convalida dell’arresto e la successiva direttissima all’’esito della quale il pusher è stato condannato ad un anno di reclusione ed alla multa di euro 1000,00. Nel centro di Turi, invece, i Carabinieri della locale Stazione hanno arrestato, in flagranza di reato, P. G., di anni 28. Già sottoposto alla detenzione domiciliare, è stato sorpreso dai militari al di fuori della propria abitazione senza alcuna autorizzazione, e quindi in palese violazione degli obblighi imposti dal regime di espiazione a cui era sottoposto. Tratto in arresto, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, dopo le formalità di rito, è stato tradotto davanti al Giudice che ha convalidato l’arresto e sottoposto il soggetto, nuovamente alla detenzione domiciliare per il reato di evasione. Anche a Putignano i militari della locale Stazione hanno arrestato un pregiudicato del luogo L. P., 53enne in atto sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari, in esecuzione di un ordine di aggravamento della misura, emesso dalla Corte di Appello di Bari. Le segnalazioni del mancato rispetto delle prescrizioni imposte dal provvedimento giudiziario sono state inoltrate dai militari al Giudice competente che ha quindi disposto la sostituzione della misura dei domiciliari con quella più afflittiva della reclusione. Pertanto l’uomo, è stato associato presso la casa circondariale di Bari.





Nessun commento