Ultim'Ora

Corato (Ba). Nascondeva l’hashish sotto il materasso. 21enne arrestato dai carabinieri [CRONACA DEI CC. ALL'INTERNO]

La droga sequestrata. (foto cc.) ndr.

di Redazione

CORATO (BT), 17 OTT. - Nella mattinata scorsa i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Trani (BT) hanno arrestato un giovane coratino per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. Tutto è nato dal via vai notato dai militari nei pressi dell’appartamento del 21enne, sito ad un piano rialzato di un palazzo dell’edilizia popolare in via Caltanissetta. Per tale ragione è stato compiuto un servizio di osservazione al fine di constatare se fosse in atto qualche condotta criminosa. In effetti è stato accertato che l’attività di spaccio avveniva direttamente dall’appartamento, attraverso la finestra della camera da letto. Alle prime ore della mattinata di ieri è scattato, quindi, il controllo, indirizzando subito le ricerche nella camera da letto. Fin da subito i Carabinieri hanno notato qualcosa di strano, ovvero il 21enne e la sua fidanzata, in quel momento presente, facevano di tutto per non alzarsi dal letto. E’ qui che i militari hanno deciso di approfondire le ricerche, andando a controllare anche al di sotto del materasso, dove con non poca sorpresa rinvenivano ben 25 dosi di hashish per un peso di circa 24 grammi e 5 dosi di cocaina per un peso di circa 1,20 grammi, il tutto nascosto tra la struttura in metallo e le doghe. Inoltre, nell’appartamento è stata rinvenuta, all’interno di un sacco nero dentro un ripostiglio, una pianta di marijuana di circa 80 cm., estirpata di tutta fretta da un vaso ancora presente in balcone, nonché un coltellino per tagliare lo stupefacente e circa 615 euro ritenuti provento delle attività illecite. Il giovane, pur non gravato da precedenti specifici, è stato arrestato e tradotto presso la casa circondariale di Trani ove resterà a disposizione dell’Autorità giudiziaria. 
I due spacciatori fermati in p.zza Umberto. (foto cc.) ndr.

BARI PIAZZA UMBERTO. I CARABINIERI ARRESTANO DUE SPACCIATORI 

I militari del Nucleo Radiomobile di Bari, nei giorni scorsi, hanno intensificato in controlli in Piazza Umberto, svolgendo anche numerosi servizi di osservazione. In particolare, alcuni militari, si sono mimetizzati tra la folla per osservare i movimenti dei tanti stranieri che popolano la piazza, al fine di accertarne le possibili condotte illecite legate soprattutto allo spaccio di sostanze stupefacenti, mentre altri, a bordo delle gazzelle, stavano nelle strade limitrofe, pronte ad intervenire. Ieri, verso le ore 12.00, i militari notano atteggiamenti sospetti da parte di due nord africani e ne osservano i movimenti. Dopo pochi minuti arriva un giovane italiano, presumibilmente un acquirente. I due vengono notati allontanarsi in via Melo. Vengono quindi raggiunti da un altro nordafricano ed avviene, tra loro, uno scambio sospetto denaro-droga. I militari decidono di intervenire, bloccando l’acquirente e il primo dei due spacciatori, mentre il secondo riesce a darsela a gambe. Ma non per molto. Rincorso da uno dei militari, è stato bloccato alcuni istanti più tardi in via Prospero Petroni, tentando di disfarsi invano di un pacchetto di sigarette, contenente diverse dosi di hashish e marijuana, già pronte per essere spacciate. I militari hanno quindi arrestato il tunisino F.B. di anni 37 ed il marocchino AM. 22enne, per spaccio di stupefacenti, mentre l’acquirente, un italiano di 28 anni residente a Roma è stato segnalato alla Prefettura di Bari quale assuntore. In tutto sono stati sequestrati 15 grammi di hashish e 2 di marijuana.





Nessun commento