Ultim'Ora

Libri. Presentazione del libro "Donne d'Italia" Il Centro italiano femminile, la Chiesa, il paese dal 1945 agli anni Duemila" di Maria Chiaia

Una immagine della presentazione. (foto A. G.) ndr.

di Anna Gomes

BARI, 27 OTT. - Oggi pomeriggio alle 16.30,presso la Sala Consigliare Città Metropolitana di Bari la professoressa Maria Chiaia, già docente di lettere nei licei e Presidente Nazionale del Cif negli anni passati, ha presentato il suo libro "Donne d'Italia" Edizioni Studium Roma. L'evento è stato organizzato dalle associazioni ANDE,CIF, FIDAPA e SOROPTIMIST. Dopo i saluti dell' avv. Vito Lacoppola, Consigliere metropolitano Delegato al Patrimonio ed Edilizia scolastica,la prof.ssa Letizia Carrera sociologa presso l'Università di Bari, ha presentato il volume parlando di "un libro prestigioso che evidenzia il ruolo della donna, all'interno di associazioni importanti come il Cif (Centro italiano femminile) che da anni contribuisce a valorizzare la donna aldilà del ruolo di moglie e madre". Oggigiorno è ancora difficile per la donna affermarsi in campo professionale, e soprattutto politico dove la donna non ha ancora lo spazio che meriterebbe. "Il libro,molto bello e difficile, aggiunge una nuova tessera a quell'insieme di memorie collettive e individuali che hanno permesso alla narrazione storica di recuperare e salvaguardare un patrimonio di esperienze politiche e umane. "La storia dell'Italia repubblicana passa e cresce grazie all'associazionismo, dal 1945 ad oggi il ruolo della donna cattolica si è sempre più centrato su valori fondamentali attraversando le varie epoche,affrontando di volta in volta problematiche diverse e difficili.Negli anni ' 70 battaglie fondamentali come divorzio e aborto, sono state vinte dalle donne,determinate a difendere i propri diritti ad ogni costo.Donne cattoliche affiancate dalle femministe più agguerrite. La presente edizione del libro,completamente rielaborata e ampliata,tocca gli anni Duemila e raccoglie frammenti della intensa e variegata vita locale. "In un paese in cui si è persa la memoria, questo libro è di grande pregio ed è terribilmente attuale,per le generazioni attuali che ancora non conoscono il passato." afferma la prof.ssa Letizia Carrera. Le testimonianze di Tina Anselmo e Nilde Iotti,le interviste a donne importanti come la Iervolino,confermano l'instancabile passione con cui le" donne d'Italia", da sponde diverse, hanno lottato per i loro diritti e dato un apporto determinante alla vita democratica del paese."





Nessun commento