Ultim'Ora

Turi. (Ba). Due giovani rapinatori in azione. Arrestati dai Carabinieri prima del colpo ad un supermercato [CRONACA DEI CC. ALL'INTERNO]

La pistola e il materiale sequestrato. (foto cc.) ndr.

di Redazione

TURI (BA), 28 OTT. (Comunicato St.) - Al fine di prevenire e reprimere la commissione dei reati contro il patrimonio, la Compagnia Carabinieri di Gioia del Colle ha ulteriormente intensificato i servizi perlustrativi in particolare nelle fasce orarie serali. Tale dispositivo preventivo, ieri sera, ha avuto l’esito auspicato. Intorno alle 20.30, in Turi, una pattuglia della locale Stazione Carabinieri, transitando lungo quella via Gramsci, ha notato la presenza di tre giovani che, con fare sospetto, si dirigevano a passo svelto verso il supermercato “Alter Discout”. Insospettiti gli operanti hanno intimato ai ragazzi di fermarsi. Questi, al fine di eludere il controllo dei Carabinieri, si sono disfatti di uno zainetto e hanno tentato di dileguarsi. La prontezza dei militari ha però consentito di bloccare due ragazzi e di procedere, nei loro confronti, all’immediata perquisizione sul posto. Ad uno dei due è stato trovato in tasca un passamontagna, mentre una volta recuperato lo zainetto, lanciato nel giardino di un’abitazione, sono stati rinvenuti un paio di guanti in gomma, un altro passamontagna ed una pistola giocattolo priva di tappo rosso. Nel frangente, il terzo complice, probabilmente quello che aveva la classica funzione di “palo”, si è allontanato a bordo di un veicolo non meglio indicato. A quel punto, al termine degli accertamenti, definite le reali intenzioni dei due ragazzi, un 27enne ed un 17enne, entrambi di Adelfia (BA), sono stati arrestati e tradotti rispettivamente presso la Casa Circondariale di Bari e l’Istituto “Fornelli”; con l’accusa di tentata rapina. Il minore è stato inoltre trovato in possesso di un grammo di “hashish”. La pistola giocattolo, replica fedele di una vera e propria arma da fuoco, è stata sottoposta a sequestro unitamente al restante materiale rinvenuto. Sono in corso approfondimenti al fine di appurare se gli stessi siano coinvolti in altre analoghe azioni criminose poste in essere in Turi e comuni limitrofi. 

Il materiale sequestrato. (foto cc.) ndr.
TRANI (BT). BLITZ NELLA CASA DI UN NOTO SPACCIATORE. I CARABINIERI ARRESTANO 26ENNE ALBANESE 

Una nuova operazione finalizzata a contrastare il traffico di sostanze stupefacenti nel comune di Trani è stata compiuta nella nottata di ieri dai Carabinieri della locale Stazione. Dopo una serie di servizi di appostamento, è stato notato dai militari un eccessivo afflusso di persone presso l’abitazione di un noto pregiudicato del luogo, di origini albanesi. Sulla base di questi elementi e del fatto che l’andirivieni si stava facendo particolarmente intenso, soprattutto nelle ore notturne, gli operanti hanno deciso di procedere ad un controllo, contestualmente al sopraggiungere di qualche “cliente”. Appena entrati in casa i Carabinieri hanno subito intuito che qualcosa non andava, poiché nell’aria si avvertiva un odore forte di “marijuana”. Approfondita la verifica dell’appartamento, mettendo in atto un’accurata perquisizione, i militari hanno potuto constatare di aver scoperto un vero e proprio bazar della droga. Infatti sul tavolo del salone, era in quel momento in atto il confezionamento dello stupefacente, vi era materiale vario nonché erano presenti numerose dosi di cocaina e marijuana. Occultati dentro un mobiletto si rinvenivano ulteriori dosi di sostanza stupefacente, per un totale di 72 involucri contenenti cocaina e 12 di marijuana. Il giovane, nelle tasche del jeans, aveva altresì una cospicua somma di denaro, circa 450 euro, sicuramente provento delle attività illecite. Alla luce di quanto constatato, il 26enne è stato arrestato e tradotto presso la casa circondariale di Trani ove resterà a disposizione dell’Autorità giudiziaria poiché ritenuto responsabile di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini dello spaccio.





Nessun commento