Ultim'Ora

Bari Poggiofranco. I carabinieri arrestano un insospettabile 19enne con quasi due chili di droga [CRONACA DEI CC. ALL'INTERNO]

Arrestato 19enne a Bari. (foto cc.) ndr.

di Redazione

BARI, 4 NOV., (Comunicato St.) - Altro grosso quantitativo di marijuana scovato dai Carabinieri. Altro caso in cui, a finire nei guai, è un giovanissimo. Un insospettabile studente 19enne. I militari del Nucleo Radiomobile di Bari, particolarmente impegnati nella prevenzione e nel contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, hanno infatti arrestato un incensurato 19enne, residente nel quartiere Poggiofranco, sorpreso in casa con 1 chilo di marijuana e 700 grammi di hashish. I Carabinieri da un po’ di tempo lo tenevano d’occhio. Troppe le frequentazioni sospette ed i continui spostamenti del giovane. La notte scorsa i Carabinieri hanno deciso così di fare irruzione in casa dello studente. L’operazione è stata fruttuosa ed ha consentito di rinvenire, nella cantina della sua abitazione, ben nascosta e ben sigillata allo scopo di evitare strani odori, un chilo di marijuana e 700 grammi di hashish. Per il giovane sono scattate quindi le manette per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e si sono aperte le porte del carcere. L’ingente quantitativo di droga è stato sequestrato e verrà quanto prima distrutto. 

Sorvegliatro speciale fermato a Putignano. (foto cc.) ndr.
PUTIGNANO (BA): SORVEGLIATO SPECIALE PIZZICATO IN TRASFERTA. FORNISCE FALSE GENERALITÀ


I Carabinieri della Stazione di Putignano hanno arrestato un 61enne sorvegliato speciale originario di Monopoli (BA), con obbligo di soggiorno in quel Comune, ritenuto responsabile di violazione degli obblighi imposti dalla sorveglianza speciale e falsa attestazione a Pubblico Ufficiale sulla propria identità. Nel corso di un servizio perlustrativo i militari hanno sottoposto a controllo un utilitaria con a bordo tre uomini. Alla richiesta dei documenti, al fine di procedere alla loro identificazione, uno dei tre, il 61enne, allo scopo di eludere il controllo, visto che non poteva trovarsi in quel luogo, dopo aver dichiarato di esser sprovvisto di documenti, ha fornito false generalità ai Carabinieri. I militari, visti gli atteggiamenti sospetti dei tre, hanno deciso di eseguire una perquisizione, nel corso della quale, nelle tasche del 61enne, hanno rinvenuto la documentazione attestante le prescrizioni cui il Sorvegliato Speciale è stato sottoposto. A quel punto è stato facile procedere alla esatta identificazione del 61enne per il quale sono scattate le manette per aver violato l’obbligo di dimora nel Comune di Monopoli. Inoltre, è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Bari, per aver fornito false dichiarazioni sulla sua identità. L’uomo è stato quindi tradotto agli arresti domiciliari, come disposto dalla competente Autorità Giudiziaria.





Nessun commento