Ultim'Ora

Andria (Bat). Bar dello “spaccio”. Arrestasto il titolare ed un pregiudicato dai cc.

Controlli dei cc. di Andria. (foto cc.) ndr.

di Redazione

BARI, 18 GEN. (Comunicato St.) - I Carabinieri della Compagnia di Andria, nel corso dei mirati servizi predisposti per il contrasto alla illecita attività dello spaccio di sostanze stupefacenti in area urbana, hanno arrestato un commerciante andriese, F.G., 48enne, incensurato e C.S., 56enne, noto pregiudicato del luogo. Durante la serata, i militari dell’Aliquota Radiomobile – dopo una attenta analisi delle informazioni apprese durante i servizi perlustrativi – si sono appostati nei pressi di un bar, sito in una via centrale del Comune federiciano, dove, da diverso tempo, era stata segnalata la presenza di noti pregiudicati, con attività di spaccio posta in essere all’interno dell’esercizio pubblico. Dopo ininterrotto viavai di soggetti già noti alle forze dell’ordine, appena ne hanno avuto l’opportunità, i Carabinieri sono usciti allo scoperto, irrompendo nel bar per cominciare una minuziosa perquisizione dei luoghi, rinvenendo occultate nei bagni, ben dieci dosi di cocaina. Oltre al titolare, veniva bloccato, inoltre, anche il citato C.S., apparentemente un avventore del bar, in realtà risultato complice nell’attività di spaccio posta in essere da parte del gestore. Addosso, infatti, i Carabinieri rinvenivano una dose di cocaina del tipo del confezionamento analogo a quelle scovate nella toilette. L’ operazione di polizia veniva quindi proseguita presso la sua abitazione, in cui vi erano celate ulteriori tre dosi di cocaina, confezionate e pronte ad essere smerciate, unitamente al materiale atto al confezionamento delle stesse. In considerazione della modalità di occultamento e confezionamento della sostanza stupefacente, non destinata ad un uso esclusivamente personale, i due venivano arrestati per spaccio e detenzione di droga. Il titolare dell’esercizio è stato posto ai domiciliari, mentre il secondo è stato ristretto presso la casa circondariale di Trani.





Nessun commento