Ultim'Ora

Bari. Ladro d’auto arrestato dai carabinieri dentro un parcheggio condominiale. Ore contate per gli altri due complici [CRONACA DEI CC. ALL'INTERNO]

Il materiale sequestrato. (foto cc.) ndr.

di Redazione

BARI, 4 FEB. (Comunicato St.) - A bordo di un’autovettura, anch’essa risultata poi rubata, accedono in un’area condominiale recintata nel quartiere palese del capoluogo e rubano l’autovettura di un povero pensionato. Saverio barletta, 28enne, barese, gia’ noto alle forze dell’ordine, insieme a due complici, dopo essersi introdotto a bordo di un’altra utilitaria, sempre provento di furto, all’interno di un parcheggio condominiale di via medici condotti, ruba una fiat grande punto e cerca di dileguarsi. Non ha fatto i conti con un onesto cittadino che, da dietro una tenda, ha visto tutta la scena e, pur mantenendo l’anonimato, compone il 112 ed allerta i carabinieri. In un battibaleno, due gazzelle dell’arma si fiondano sul posto e trovano il barletta a bordo di un’altra punto, anch’essa poco prima rubata ad un povero pensionato (che non se ne era nemmeno accorto), con la quale spinge la seconda macchina con a bordo altri due complici. All’arrivo dei carabinieri questi ultimi abbandonano l’amico e fuggono. Il barletta, dopo una breve coluttazione, viene invece bloccato dentro all’abitacolo e ammanettato. Dopo un’accurata perquisizione, i militari sequestrano anche attrezzi da scasso. Le due auto, prima ancora che i due propietari, due onesti pensionati baresi, si accorgessero del furto patito, sono quindi tornate ai loro legittimi proprietari, che si sono dimostrati particolarmente grati ai militari intervenuti. I due complici hanno invece le ore contate. 

Gli arnesi sequestrati. (foto cc.) ndr.
NOCI (BA): LADRI PROFESSIONISTI SORPRESI CON ARNESI DEL MESTIERE. DENUNCIATI DAI CARABINERI

La notte scorsa i Carabinieri della Stazione di Noci, durante un servizio di controllo del territorio, hanno notato una FIAT Uno bianca, con quattro individui a bordo, aggirarsi nei pressi di un distributore di carburanti ubicato nella periferia del paese. Insospettiti dall’atteggiamento degli occupanti, i militari hanno deciso, senza esitare, di sottoporli a controllo. I quattro, tutti pregiudicati con numerosi precedenti per reati contro il patrimonio e provenienti da diversi Comuni dell’hinterland barese, non hanno saputo giustificare la loro presenza sul posto. Gli stessi, sottoposti a perquisizione, sono stati trovati in possesso di una grossa chiave inglese, uno spezzone di tubo d’acciaio lungo 60 centimetri, tre torce a led ricaricabili, nonché due c.d. “ spadini “ ricavati da altrettanti coltelli da cucina, nascosti all’interno del bagagliaio, arnesi solitamente utilizzati per i furti. Tutto il materiale rinvenuto è stato sottoposto a sequestro ed i quattro, al termine degli accertamenti del caso, sono stati denunciati per possesso ingiustificato di chiavi alterate e grimaldelli ed inoltre proposti per l’emissione di foglio di via obbligatorio, con il divieto di far ritorno in Noci per un periodo di anni 3. Sono in corso indagini finalizzate a stabilire se la banda abbia messo a segno qualche colpo in zona e comunque l’intervento dei militari ha, senza dubbio, scongiurato la consumazione di qualche furto.





Nessun commento