Ultim'Ora

Bari Quartiere Carbonara’. Scoperto supermarket della droga: Arrestati trafficanti “tecnologici”

La droga, le banconote e materiale sequestrato. (foto cc.) ndr.
Sequestrati quasi 3 chili di droga e un rilevatore di microspie

di Redazione

BARI, 20 APR. (Comunicato St.) - Evidentemente non si sentivano tranquilli nei loro traffici. Avevano a portata di mano, per ogni evenienza, persino un rilevatore di microspie. E’ questa l’ultima frontiera dello spaccio della droga a bari, oltre ad un vero e proprio bazar dello stupefacente, i carabinieri, dopo l’irruzione, si sono trovati di fronte anche una sofisticata strumentazione capace di fiutare eventuali microspie presenti in casa. Questo l’ultimo brillante risultato dei carabinieri del nucleo radiomobile cittadino. Nell’ambito dei servizi straordinari per il controllo del territorio, predisposti dal comando provinciale, in particolar modo nel quartiere di carbonara/ceglie del campo, con il massiccio impiego di numerose gazzelle, oltre a militari in borghese che sorvegliano ogni angolo di strada, i carabinieri del nucleo radiomobile di bari, nel primo pomeriggio di ieri, a seguito di un mirato servizio finalizzato al contrasto del fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, hanno arrestato in flagranza di reato quattro persone, trovando un vero e proprio supermarket della droga. In particolare i carabinieri hanno sorpreso un noto pregiudicato di carbonara v.g. (50 enne) mentre consegnava a l.l. (33 enne), dietro compenso, un etto di marijuana appena ritirata da due coniugi m.d (23 enne) v.i. (21 enne). Constatato l’illecito traffico, sono state eseguite a tappeto delle perquisizioni domiciliari presso le loro abitazioni, rinvenendo complessivamente quasi due chili e mezzo di hashish; quasi un etto di cocaina; circa mezzo chilo di marijuana. Inoltre un rilevatore di microspie, materiale idoneo al confezionamento delle sostanze stupefacenti e circa tremila euro in contanti, ritenuti il provento dell’illecita attivita’. I quattro narcotrafficanti sono stati arrestati, due trasferiti presso la casa circondariale di bari e gli altri due sono stati posti agli arresti domiciliari.






Nessun commento