Ultim'Ora

Taranto. Il 203º annuale di fondazione dell'Ama dei Carabinieri

Immagine della cerimonia (foto C.C.) ndr.
di Daniele Lo Cascio

TARANTO. 5 GIU. - E’ stata celebrata a Taranto presso la caserma “Ugo DE CAROLIS” sede del Comando Provinciale in Viale Virgilio, la festa dei Carabinieri nel 203° annuale di fondazione dell’Arma. In apertura il Colonnello Andrea Intermite dopo ver ricordato i colleghi prematuramente scomparsi a causa di servizio, subito dopo ha evidenziato come punto di forza la capillare presenza sul territorio, con ben 29 stazioni, alle quali si aggiungono le articolazioni dei Reparti Speciali. Grazie all’assorbimento del personale del Corpo Forestale dello Stato (Carabinieri Forestali), si è allargata la componente di specialità dell’Arma che ha visto  incrementare l’azione di contrasto ai reati ambientali in un territorio ad elevata vocazione agricola e turistica. 
Immagine della cerimonia (foto C.C.) ndr.
 

La cerimonia ha avuto inizio alle 10,00, articolandosi in una fase militare, durante la quale sono stati schierati una Compagnia del Comando Provinciale, fra cui militari in Grande Uniforme, comandanti di Stazione, Carabinieri in servizio presso la Marina Militare, Carabinieri di Quartiere e Specialisti del Reparto Operativo (artificieri ed addetti al Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti), militari della Motovedetta 818 “Enea Codotto” e Carabinieri di Quartiere della Compagnia di Taranto, una rappresentanza di Carabinieri del Gruppo Forestale di Taranto e dell’Ufficio Territoriale per la Biodiversità di Marina Franca, del N.A.S. e del Nucleo Ispettorato Lavoro di Taranto, oltre ad una rappresentanza dell’Associazione Nazionale Carabinieri e delle altre Associazioni Combattentistiche e d’Arma con rispettivi Labari e la Bandiera della Scuola Sottufficiali della Marina Militare, con fanfara presidiaria. In occasione di questo 203° anniversario, il Comando Provinciale di Taranto ha elaborato una sintesi inerente ai principali indicatori di delittuosità ed azione di contrasto nel periodo ricompreso fra giugno 2016 e maggio 2017. 
L’attività preventiva dispiegata dalle 29 Stazioni e dai Nuclei Operativi e Radiomobili delle 5 Compagnie e dal Reparto Operativo (pattuglie, perlustrazioni e Carabiniere di quartiere) ha fatto registrare, nei 12 mesi in esame, 37.108 servizi esterni, con una proiezione sul territorio pari a 187.537 ore. I reati per cui ha operato l’Arma dei Carabinieri, che ha proceduto nel 75% di quelli complessivamente denunciati a tutte le Forze di Polizia nel capoluogo ed in provincia, sono stati 12.809. Nell’arco temporale in riferimento, le denunce a piede libero hanno fatto registrare il dato di 3.479, mentre gli arresti complessivamente eseguiti sono stati 759, con un incremento totale pari al 29%, di cui 288 in flagranza, con un incremento pari al 5,1% e 471 su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, con un incremento pari al 50%. L’attività antidroga ha prodotto il sequestro di complessivi kg, 21,8 di stupefacenti di vario genere di valore pari ad €. 250.000,00 circa, consentendo, oltre a numerosi arresti, anche l’individuazione di 737 soggetti dediti all’assunzione di droghe, per lo più giovani, segnalati alle Prefetture di residenza. 
Per quanto concerne i servizi in materia di circolazione stradale, 8214 sono stati i verbali al Codice della Strada redatti a carico di indisciplinati utenti della strada, con sanzioni amministrative pari a €. 4.125.000,00; 285 sono state le contravvenzioni penali accertate con conseguenti 9 arresti e 288 denunce in stato di libertà, 44 le contravvenzioni depenalizzate redatte, per un totale di oltre €. 152.000,00  di somme oblate. Nel quadro dell’attività di prevenzione dei reati si collocano anche gli incontri e conferenze dei comandanti di Stazione e di Compagnia con le scolaresche, intesi a prevenire i reati di bullismo, cybercrime e l’uso di stupefacenti (nel periodo in riferimento, ben 50 conferenze presso le scuole, cui hanno partecipato complessivamente 4.794 studenti), nonché le 10 visite al Comando Provinciale e Compagnie, oltre ai 26 incontri con centri culturali, parrocchie  ed associazioni di persone della terza età intesi a prevenire truffe.
Immagine della cerimonia (foto C.C.) ndr.
In tale quadro, anche l’azione di contrasto alle violenze di genere che, nei decorsi mesi, grazie alla collaborazione con il club “Soroptimist”, ha visto la realizzazione, presso le Stazioni Carabinieri di Taranto Salinella, Martina Franca e Grottaglie delle cosiddette “Stanze tutte per sé ”, locali in cui ricevere, nelle migliori condizioni psicologiche possibili, in un ambiente caratterizzato da  canoni di sobrietà e confortevolezza, le denunce delle vittime di tali odiosi reati.
 
Durante la celebrazione, alla presenza di una nutrita rappresentanza di Sindaci dei 29 Comuni della provincia, del Prefetto di Taranto, dr. Donato CAFAGNA e dell’Amm. Div. Eduardo SERRA, comandante del Comando Marittimo Sud, è’ stata data lettura dei messaggi di saluto del Presidente della Repubblica e del Capo di Stato Maggiore della Difesa, nonché dell’Ordine del giorno del Comandante Generale dell’Arma, Gen. C.A. Tullio DEL SETTE, e sono state conferite le ricompense per meritevole servizio a 13 militari distintisi in operazioni di polizia giudiziaria. In fine il Prefettto di Taranto dr. Donato CAFAGNA ha preannunciato la conclusione dell’iter burocratico che porterà, entro la metà dell’estate all’apertura di una nuova caserma in città vecchia come era auspicato da più parti.







Nessun commento