Ultim'Ora

Bari. Due arresi della Polizia per detenzione, ai fini della commercializzazione di sostanze stupefacenti [CRONACA DELLA .P.S. ALL'INTERNO]

Due arresti della Polizia a Bari. (foto P.S.) ndr.

di Redazione

BARI, 15 LUG. (Comnicao St.) - Nei giorni scorsi, a Bari, la Polizia di Stato ha tratto in arresto, in flagranza di reato, BEVILACQUA Emanuele, nato a Bari di anni 21, con precedenti di polizia anche specifici e CIANI Melissa, nata a Bari di anni 19, responsabili di detenzione, ai fini della commercializzazione di sostanze stupefacenti. Nell’ambito dell’attività di controllo del territorio finalizzato alla prevenzione e alla repressione dei reati predatori, personale operante ha notato il Bevilacqua - noto al personale operante perché già tratto in arresto il 10 marzo scorso per analogo reato - che, mentre era alla guida, armeggiava insolitamente sul cruscotto. Fermato per un controllo è emerso che il veicolo era sprovvisto di copertura assicurativa e che Bevilacqua era privo di patente di guida perché mai conseguita; vicino al cruscotto, inoltre, sono stati rinvenuti due telefoni cellulari e la somma di 1.225,00 euro in banconote di vario taglio. In considerazione che non ha dato giustificazioni plausibili circa il possesso della somma di denaro e visti i precedenti specifici, si è proceduto alla perquisizione domiciliare dell’appartamento, nel quartiere Torre a Mare, che divide con Ciani Melissa, sua convivente. La perquisizione ha dato esito positivo, in quanto sono stati rinvenuti, occultati in vari ambienti dell’abitazione, complessivamente 51,50 grammi di marijuana, inoltre nella borsa della donna, oltre a parte dello stupefacente, sono stati rinvenuti dei fogli manoscritti riportanti conteggi e il tipo di sostanza stupefacente da commercializzare. 

- Nel pomeriggio di ieri, un equipaggio della Catturandi - Sezione criminalità organizzata, ha arrestato, in forza ad un ordine di esecuzione emesso dall’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura Generale della Repubblica di Bari, PERNEY Alessandro, nato a Bari di anni 31. L’arrestato deve scontare una pena definitiva, di 4 anni, 5 mesi e 18 giorni di reclusione, relativa a vari procedimenti penali per i reati di furto, rapina e ricettazione, commessi dal 2008 al 2015.



Nessun commento