Ultim'Ora

Taranto. Il Co.Ce.R in audizione alla Camera

Il delegato Co.Ce.R, Ciavarelli, in audizione alla Camera. ndr.

di Luciano Manna


Insostenibili e critiche le condizioni di lavoro per i militari
TARANTO, 3 AGO. – Il delegato del Co.Ce.R (Massimo Organismo di rappresentanza dei Militari), Antonello Ciavarelli, nel pomeriggio del 26 luglio è stato ascoltato in Commissione Sanità della Camera nell'ambito delle audizioni inerenti i disegni di legge per la sicurezza sul lavoro e le tutele assicurative contro gli infortuni al personale militare. Ciavarelli ha riportato istanze in merito alle condizioni critiche in cui i militari della Guardia Costiera di Taranto sono costretti ad operare, condizioni di lavoro in cui ci si espone a vari agenti inquinanti quali il piombo, pcb, diossine e vari minerali come quelli di carbone e ferro, tutti veicolati nel particolato più fine come pm10 e pm2.5, inalabili dall'essere umano. Queste condizioni lavorative si riscontrano nell'area portuale dove avviene giornalmente la movimentazione dei minerali verso il comparto industriale siderurgico del capoluogo tarantino. In precedenza al Co.Ce.R era arrivata una lettera del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza del Comando di Taranto in cui si riportavano le evidenze delle insostenibili condizioni in cui lavora il personale in quei luoghi.

"Nell'ambito dell’audizione – ci racconta il delegato del Co.Ce.R Ciavarelli - ho ritenuto portare a conoscenza del parlamento la situazione dei lavoratori della guardia costiera di Taranto sia come esempio che come occasione da cogliere. La discussione sui disegni di legge riguardanti la sicurezza sul lavoro e tutela sanitaria presso la commissione sanità ha la sua importanza in se  (in quanto espresso nel parlamento sovrano) e sia per l’attenzione prestata a riguardo da tutte le parti politiche in merito alla problematica espressa. L’obiettivo è che i colleghi, in quanto cittadini in divisa, siano più lontani possibile  dalle fonti inquinanti”






Nessun commento