Ultim'Ora

Andria (Bat). Troppa uva in una piccola utilitaria. Arrestato ladro dai carabinieri

Controlli nelle campagne. (foto cc.) ndr.

di Redazione

ANDRIA (BT), 28 SETT. (Comunicato St.) - Ormai avviata la stagione della “vendemmia”, i Carabinieri della Compagnia di Andria stanno intensificando i controlli perlustrativi nelle zone rurali, unitamente alle altre FF.OO., predisponendo adeguate strategie di contrasto per prevenire i furti d’uva compiuti ai danni di aziende agricole e privati cittadini. Sono stati ottenuti i primi risultati positivi sul fronte della prevenzione e repressione dei reati. Ad essere colto con “le mani nel sacco”, in contrada “Paparicotta”, è stato un 55enne pregiudicato andriese, B. N., intercettato dapprima dalla guardie campestri e, subito dopo, bloccato da una gazzella dell’Aliquota Radiomobile. 

Il ladro d’uva, al momento del controllo, aveva già reciso dai vitigni ben due quintali d’uva e, con dovizia, li aveva riposti parte in alcuni tini di plastica e parte già a bordo della propria autovettura, una lancia Y, dove non vi era più posto disponibile. Sarà stata l’eccessiva quantità del carico che ha rallentato i movimenti furtivi del delinquente, fatto è che i Carabinieri, coordinati dalla Centrale Operativa, a sua volta allertata grazie al 112, sono riusciti ad intervenire in tempo e, in flagranza, gli hanno stretto le manette ai polsi. Al proprietario del fondo, quindi, è stato restituito il maltolto. B. N. è così finito ai domiciliari con l’accusa di furto aggravato, a disposizione della Procura di Trani (BT).




Nessun commento