Ultim'Ora

Calcio. Il Foggia non vince allo "Zaccheria"

Giacomo Beretta autore del gol del pari rossonero (foto Foggia Calcio) ndr
di Mario Schena


FOGGIA, 18 NOV.. - Il Foggia bello fuori casa torna brutto anatroccolo allo Zaccheria vanificando ancora una volta quello che di buono fa in trasferta I satanelli hanno sfiorato la terza sconfitta consecutiva in casa visto che la Ternana è stata a lungo in vantaggio. Brutto Foggia contro un avversario decisamente non trascendentale. Stroppa manda in campo Chiricò dal primo minuto. Deli non ha ancora recuperato dalla lesione di primo grado che lo ha fermato ad Ascoli, ancora out Floriano, Figliomeni e Pellizzoli. 
Sugli spalti striscioni di protesta contro la decisone di vietare la trasferta di bari ai tifosi rossoneri. Direttore di gara il signor Ivan Pezzuto di Lecce, assistenti Manuel Robilotta di Sala Consilina e Paolo Formato di Benevento, quarto uomo Cristian Cudini di Fermo. La cronaca. Parte all’attacco il Foggia parte all’attacco e va subito alla conclusione con Loiacono che Bleve blocca a terra. Incredibile ma vero al quarto la Ternana passa con Tremolada che viene lasciato libero di arrivare sino al limite dell’area e battere a rete un rasoterra che si infila nell’angolo alla sinistra di Guarna apparso in ritardo. 
Il Foggia va in confusione e non riesce ad organizzarsi. All’ottavo Beretta riceve davanti alla porta una sponda di testa di Gerbo, ma si fa deviare in angolo il tiro. Al dodicesimo si infortuna Mazzeo che lascia il campo a Fedato. Il Foggia attacca e ovviamente presta il fianco alle ripartenze della Ternana che si rende pericolosa con Carretta che al termine di una azione in percussione non riesce a deviare in porta per pochissimo. Ancora Carretta pericoloso che, per fortuna del Foggia, alza sulla traversa da buona posizione. Il Foggia non trova il bandolo della matassa e cerca il pari in maniera confusa ed occasionale. 
Al ventiseiesimo Vacca ci prova da fuori area, ma manda alto. Fuori Chiricò e dentro Calderini. Con Fedato a destra e Calderini sulla fascia opposta il foggia sembra meglio messo in campo, ma non riesce ad esprimere un’azione pericolosa fino al trentesimo quando Calderini se ne va in area e serve al centro un pallone per Fedato che non trova la deviazione vincente a due passi dalla porta. Al trentaquattresimo Coletti ci prova su punizione senza successo. Risponde allo scadere dei quarantacinque minuti la Ternana con un insidioso colpo di testa di Carretta bloccato in tuffo a terra da Guarna. Tre i minuti di recupero durante i quali Calderini sfiora il pari con un colpo di testa sottomisura. 
Tutti negli spogliatoi a cercare in casa rossonera di riordinare le idee per raddrizzare la gara. Ripresa a formazioni invariate e con il Foggia ventre a terra nel cercare il pari, ma sempre senza molta lucidità. E come nella prima parte della gara sulle azioni offensive del Foggia spesso si sono innescate le ripartenze degli umbri che al settimo vanno vicini al raddoppio con Montalto che non trova la deviazione vincente su assist di Finotto. Al diciottesimo è Guarna a salvare la propria porta con una gran parata sulla conclusione di Finotto. Un minuto dopo il Foggia trova il meritato pareggio con Beretta che si tuffa sul secondo palo e di testa mette in rete sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Il pari galvanizza il Foggia che va vicino al raddoppio con Calderini che alza troppo la mira mandando sulla traversa. 
Sei minuti di recupero concessi per le numerose perdite di tempo dei giocatori della Ternana. Ci prova al quarantottesimo Beretta che scatta bene e riceve in area da Vacca, ma sbaglia la mira mettendo sul fondo. Ci provano un paio di volte Fedato e Calderini senza precisione e tutti sotto la doccia con un  pareggio che rimette nei guai il Foggia.



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento