Ultim'Ora

Cinema. THOR RAGNAROK. Film spettacolo

La locandina del film. (foto com.) ndr.
di Giuseppe Gallo

TARANTO, 31 OTT. - Asgard è nei guai. Odino (Anthony Hopkins) non c'è più e sua figlia, la terribile dea della morte Hela (Cate Blanchett), vuole prendere il possesso del suo regno schiavizzando e uccidendo i suoi abitanti. Il Ragnarok, il giorno del giudizio, è ormai alle porte. Riusciranno Thor (Chris Hemsworth) e Loki (Tom Hiddleston) a salvare di nuovo la situazione?Thor: Ragnarok segna una drastica evoluzione nella trilogia Marvel dedicata al dio del tuono. Se i precedenti capitoli erano caratterizzati da un pathos e un'epica a metà tra Shakespeare e Il Trono di Spade, la terza avventura stand alone di Thor vira tutto su un estetica a "8 bit" dei videogiochi anni '80.L'intera storia si ambienta nello spazio ed è caratterizzata da una comicità che strizza l'occhio ai colleghi dei Guardiani della Galassia.Questa action comedy vede alla regia il comico neozelandese Taika Waititi, che riesce a trovare il giusto mix tra commedia di personaggi e action movie apocalittico, bilanciando con maestria il comico, il drammatico e l'azione pura. Il film è coloratissimo e dinamico, pieno di ottime ambientazioni e personaggi in CGI, che risaltano moltissimo con un 3D veramente immersivo. La colonna sonora stile Tron di Mark Mothersbaugh, piena di sintetizzatori ed effetti elettronici, arricchisce questa visione anni 80, atipica per un film "mitologico" ma allo stesso tempo efficace e spiazzante per i suoi spettatori.Thor: Ragnarok è un film imprevedibile che cattura lo spettatore fotogramma per fotogramma, fino a un finale spiazzante e sorprendente.Che gli Avengers si stiano trasformando in Star Wars? Chissà, lo scopriremo solo andando avanti!   

  
lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento