Birra Morena - Birra Winner

Ultim'Ora

ANCI Puglia risponde al presidente Vendola su rendicontazione e pagamenti dei fondi FESR

Luigi Perrone Presidente ANCI Puglia

di Redazione

BARI - In merito all’invito del presidente Vendola ai sindaci pugliesi di provvedere con urgenza a pagamento e rendicontazione delle risorse trasferite dalla Regione per i progetti finanziati nell’ambito del programma FESR, nei confronti dei soggetti attuatori, Anci Puglia tiene a precisare, come peraltro più volte ribadito in sede di Comitato di sorveglianza PO-FESR, che i Comuni sono i primi a sostenere che è necessario impegnare e pagare i fondi UE, per dare impulso all’economia locale, soprattutto in questo grave momento di depressione. In ogni caso, va sottolineato che detti pagamenti impattano sul Patto di Stabilità dei Comuni e quindi devono essere gestiti in modo da evitarne lo sforamento e quindi le pesanti sanzioni. Le quote di cofinanziamento di fondi UE infatti, incidono per circa il 50% sulle opere finanziate e come è noto i Comuni e l’Anci Puglia in testa, da tempo si battono per una modifica sostanziale del PdS e specificatamente per l’esclusione degli investimenti cofinanziati da fondi strutturali dal calcolo del Patto di Stabilità stesso. Inoltre, è risaputo che uno degli ostacoli all’utilizzo dei fondi UE è proprio il complicato meccanismo burocratico delle Regioni. L’Anci Puglia a tal proposito, chiede, per una ottimale finalizzazione ed effettivo pagamento dei fondi UE, di ridurre il più possibile i tempi di valutazione e liquidazione dei SAL (Stati di Avanzamento Lavori) giacenti negli uffici regionali, anche in considerazione della imminente chiusura dell’esercizio finanziario 2012. Proprio in tal senso già nel 2011 era stato preso un impegno preciso dal presidente Vendola con il presidente Perrone. “Ricordo al presidente Vendola che la collaborazione tra Regione e Comuni ha prodotto buoni risultati sulla gestione dei rispettivi bilanci, - ha dichiarato il presidente Luigi Perrone - vedasi Patto di stabilità regionale verticale incentivato 2012, a testimonianza del fatto che l’Anci Puglia e i Comuni sono sempre pronti a fornire il proprio fattivo contributo, sia in termini di idee che di azioni.”



Nessun commento