Birra Morena - Birra Winner

Ultim'Ora

Città e campagna: venerdì 23 novembre a Foggia Laboratorio di urbanistica partecipata con il prof. Jose Marìa Yagüe e con l’assessore regionale prof.ssa Angela Barbanente

di Redazione 

FOGGIACittà e campagna sono parti del più ampio e ricco territorio urbano: entrambe devono restituire l’immagine di una periferia che diventa luogo della città, patrimonio di una comunità che parte dalla storia del suo passato, per approdare ad un futuro condiviso e partecipato.
Per sviluppare questo tema, il LUP, insieme con la sezione regionale dell’Istituto Nazionale di Urbanistica e con il Politecnico di Bari, organizza un seminario rivolto a tutte le associazioni, agli studenti e ai cittadini, che ha per tema la ridefinizione del rapporto città campagna nella pianificazione urbanistica.
Il laboratorio avrà inizio venerdi 23 novembre alle ore 10,00 con una passeggiata conoscitiva nei luoghi della nostra periferia, in compagnia del prof. Jose Marìa Yagüe, visiting professor nell’ambito del programma interscambio Erasmus del Politecnico di Bari e del Politecnico di Madrid. Appuntamento presso il Campo degli Ulivi in Viale Virgilio, per un sopralluogo fotografico nel quartiere e lungo il tratturo, rivolto a tutti i cittadini e associazioni che vorranno liberamente parteciparvi.
Nel pomeriggio, alle 16,30 presso la Sala Rosa del palazzetto dell’Arte a Foggia, avrà luogo il Forum per cittadini e associazioni , tenuto dal prof. Yagüe, al quale parteciperà anche l’Assessore regionale alla qualità del territorio, prof.ssa Angela Barbanente.

Il Laboratorio di urbanistica partecipata LUP Cittàditutti intende lavorare in maniera propositiva al tema dello sviluppo urbano ed all’idea di città che la tutta comunità intende costruire dal basso.
Uno dei temi più urgenti e sentiti dalla città è la riduzione del consumo di suolo e la rigenerazione dei tessuti urbani periferici. Da questi temi nasce e si sviluppa il patto città-campagna.
Il patto città campagna è un piano di co-progettazione, lanciato dalla Regione Puglia attraverso il Piano Paesistico Territoriale Regionale. L’obiettivo principale è quello di restituire un’identità ad entrambi i paesaggi, quello urbano e quello agricolo, chiarire i margini e i rapporti fra il costruito e la campagna, nella convinzione che la qualità del nostro territorio nasca proprio dalla loro cura e valorizzazione.
Restituire identità vuol dire contrastare il consumo di suolo, ridurre il fenomeno di sprawl (insediamenti caotici e diffusi) e pensare invece che l’aggregato urbano debba avere un limite, rigenerando i tessuti dispersi nell’ambiente agricolo per integrarli nel contesto rurale oppure connettendoli alla città purché diventino ecocompatibili. Il Lup intende proporre  queste azioni all’interno della fase di costruzione del Piano Urbanistico Generale.




Nessun commento