Birra Morena - Birra Winner

Ultim'Ora

Giornate dei diritti dei bambini: appuntamenti promossi dal Garante minori

Martedì 20 novembre sarà celebrata la giornata internazionale per i diritti dei bambini e degli adolescenti 


di Redazione

BARI - A tal proposito l’Ufficio del Garante dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza della Regione Puglia ha organizzato e patrocinato numerosi appuntamenti, che si svolgeranno in Puglia dal 14 al 26 novembre, al fine di sensibilizzare sui temi del rispetto e della tutela delle cittadine e dei cittadini più giovani e promuovere la cultura dei loro diritti. Gli eventi sono centrati su diverse criticità che ancora ostacolano la piena esigibilità dei diritti da parte dei minori: diritto di cittadinanza, diritto alla partecipazione, diritto alla protezione da abusi e violenze. L’Ufficio del Garante si è particolarmente impegnato nell’ambito della protezione da abusi e violenze, tanto da risultare cobeneficiario di un progetto DAPHNE III “Understanding agency and resistance strategies: young people living with domestic violence”: una ricerca su bambini vittime di violenza domestica e assistita, che ha per capofila l’università di Northampton (Regno Unito). La Garante dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza della Regione Puglia, Rosy Paparella, nominata il 22 novembre del 2011, è intervenuta sull’argomento soffermandosi sugli “strumenti, come la convenzione di Lanzarote ratificata con legge dallo Stato italiano nel 2012, che garantiscono maggiore protezione ai bambini anche dai pericoli ‘nuovi’, come quelli che vengono dal web. Strumenti che, però, devono essere più diffusi, più conosciuti anche da chi è chiamato ad applicarli, dalle ‘persone che lavorano a contatto con i bambini’, come recita proprio il testo di legge”. “Un altro impegno assunto dal mio ufficio – ha evidenziato la Garante - è quello della sensibilizzazione e della formazione dei tutori volontari di minori senza patria potestà. La carenza di queste figure è un elemento critico nella nostra regione, e priva molti minori (in particolare stranieri non accompagnati) di una rappresentanza legale. Con grave pregiudizio rispetto alla loro effettiva tutela”. Quindi l’obiettivo delle iniziative programmate per i prossimi giorni, rese possibili dalle sinergie attivate con interlocutori istituzionali e non, serviranno anche a formare e informare su questi strumenti. L’Ufficio rappresenta un ulteriore presidio per la tutela dei diritti alla vita, alla famiglia, all’istruzione, all’assistenza socio-sanitaria, alla cura, al benessere psico-fisico, alla partecipazione, di minori d’età residenti o temporaneamente presenti sul territorio. In questo anno di attività, sono state formalizzate intese operative con numerosi attori impegnati nella tutela dei diritti dei bambini: ufficio scolastico regionale, tribunale per i minorenni di Bari, Provincia di Bari, Save the children, Unicef, ordini e associazioni professionali.



Nessun commento