Birra Morena - Birra Winner

Ultim'Ora

Roberto Menia a Foggia per lanciare la Lista per l'Italia

di Alba Subrizio
FOGGIA - Roberto Menia, coordinatore nazionale di Futuro e Libertà per l’Italia, ha parlato questa sera a Foggia, a Palazzo Dogana, in merito al percorso da fare per la Lista per l'Italia; presenti all'incontro Fabrizio Tatarella (coordinatore provinciale Fli), Umberto Candela (sezione cittadina) e Francesco La Salvia (movimento giovanile Fli). «Il tempo ha dato ragione a Gianfranco Fini e a chi l'ha seguito. Ma ora bisogna pensare all’Italia» ha esordito il triestino Menia (ex segretario all'Ambiente del Governo Berlusconi), che continua: «abbiamo il dovere e il diritto di rivendicare che avevamo ragione, forse la nostra pecca è stata proprio il non rivendicarlo abbastanza dinanzi agli italiani. Se non avessimo fatto quella scelta di responsabilità, moralità ed etica pubblica, oggi i valori dello spread sarebbero ancor più vertiginosi». Menia ha parlato di una Terza repubblica che si prospetta dinanzi, sebbene non ci sia stato tempo di rivedere la legge elettorale, e ha confermato che Fli seguirà l'agenda Monti, precisando: «Dire di stare con Monti non è un'etichetta o una sterile adesione, vuol dire "questa è la strada, ora cerchiamo di migliorarla in un quadro di coesione nazionale"». Su questa scia si colloca l'intervento di Fabrizio Tatarella che ha sottolineato: «La nostra volontà è di farci strada tra quell'elettorato moderato; la Lista per l'Italia non vuole essere figlia del centrodestra, bensì qualcosa di nuovo. Una lista che possa essere la giusta alternativa. Vogliamo salvare e governare questo Paese per non finire come la Grecia». Pertinente  infine il commento di Menia riguardo la fiscalità: «La corruzione e l'evasione fiscale pesano sull’economia quasi duecento miliardi di euro all’anno, in linea col Governo Monti continueremo questa lotta. E' importante che la legge sia uguale per tutti!». Dopo Foggia il tour di Roberto Menia e di Fli è continuato nella serata a San Severo e Serracapriola, dove sono stati inaugurati due nuovi circoli.



Nessun commento