Ultim'Ora

Calcio. A.S. Bari: Matias Alonso “Sogno la Nazionale e di vincere con il Bari”

Doronzo, Alonso e Polenta. (foto M. Iusco) ndr.
Presentato dal segretario generale, Dott. Doronzo il neoacquisto Matias Alonso che promette subito gol e sacrifico


di Marco Iusco

BARI, 6 SET. - Le presentazioni degli ultimi arrivati in casa Bari non terminano, e proprio in mattinata è stato presentato l’altro giocatore uruguagio, Matias Alonso, proveniente da una famiglia di calciatori, perché il padre ex giocatore, ha militato in diversi campionato giocando anche tra le fila del Betis Siviglia e vestendo la maglia della Nazionale, il fratello (ora 34enne) ha giocato anche lui per molti anni in diversi club internazionali e nella ‘Celeste’, ed anche il cugino è stato calciatore ed ora è allenatore. Il giocatore acquistato dal Bari, è stato presentato dal Segretario Generale del Bari, il dott. Pietro Doronzo (nel Bari da una vita). Le prime parole dell’attaccante, tradotte dal suo già nuovo amico Diego Polenta, sono state: “Sono qui per arrivare più in alto possibile con questa maglia. Ringrazio il ds Angelozzi che mi ha voluto fortemente ed il mio procuratore per avermi dato in un campionato top come quello italiano. Ovviamente, spero di ringraziare concretamente facendo tanti gol, lavorando con dedizione e sacrificandomi per la squadra”. Il giocatore classe 85’ ha girato il Mondo, calcisticamente parlando, in quanto ha giocato in Cina, Sudamerica, Spagna, Uruguay e fino a sette giorni fa, militava ancora nelle fila della Juvetus de La Piedras, realizzando in quindici presenze ben undici reti. La punta ha voluto descrivere le sue caratteristiche: “Gioco sia come centravanti puro che da seconda punta. Non prediligo un modulo in particolare, per me conta solo dare il massimo quando il proprio tecnico ti chiama in causa e giocare per vincere. Io adoro giocare a calcio, e voglio sfruttare al massimo la possibilità di confrontarmi con questo calcio, magari restandoci anche per più anni. I gol li ho sempre fatti, e mi piacerebbe anche qui a Bari poter arrivare in doppia cifra, magari segnando gol pesanti”. Che il giocatore sia già in palla, lo confermano due dati: ha ripreso ad allenarsi già dal 24 giugno con la sua ex squadra ed anche ieri, con i suoi nuovi compagni nel test amichevole disputatosi contro la squadra locale dell’A.S.D. Molfetta, ha realizzato una tripletta e corso per tutti i quarantacinque minuti disputati, senza fermarsi un attimo. La partita del Bari è terminata sul 4-0 e l’altro gol è stato segnato da Lugo (giocatore che come avrà il transfer, sarà anche lui presentato). Sulle sue qualità ha aggiunto ed idolo: “Mi piace svariare su tutto il fronte d’attacco ed essere un opportunista ogni qualvolta si presenta un’occasione da gol. Il mio idolo è una vecchia conoscenza del vostro calcio: Carlos Alberto Aguilera, nato come me e Diego, a Montevideo, e uno con il gol nel Dna e con un palmares da invidia. Spero di poter magari, un giorno ripercorrere le sue orme, ma soprattutto di vestire la maglia della Celeste che sogno da bambino”. La punta del Bari, tuttavia, ha già annoverato qualche presenza sino all’Under 20 dell’Uruguay. Per domenica quando il Bari affronterà il Siena in trasferta, il numero 24 barese potrebbe essere già convocato e giocare nel 3-5-2 o possibile 3-4-3 del tecnico Alberti, qualora anche domani dovesse arrivare il transfer calla federazione uruguaiana.





***Questo Spazio pubblicità è in vendita***

Nessun commento