Birra Morena - Birra Winner

Ultim'Ora

Bari. Lotta al gioco d’azzardo, sequestrati 10 videopoker illegali, sanzioni amm.ve per 80mila euro

Il sequestro dei videopoker. (foto cc.) ndr.

di Redazione

BARI, 10 OTT. - I Carabinieri della Stazione di Bari San Paolo, nell’ambito di un’operazione contro il gioco d’azzardo e mirata alla prevenzione e repressione degli illeciti in materia di apparecchi e congegni da divertimento e d’intrattenimento, hanno sottoposto a sequestro 10 apparecchi videopoker privi di autorizzazioni e scollegati dalla rete telematica con i Monopòli dello Stato. Durante le fasi esecutive i militari si sono avvalsi della collaborazione del personale dell’Agenzia delle Dogane e Monopòli – Ufficio Territoriale per la Puglia, a cui sono stati affidati gli apparecchi sottoposti a sequestro. I controlli hanno riguardato un esercizio commerciale ubicato in Viale Europa, nei confronti del cui proprietario e gestore, rispettivamente una 30enne e un 56enne della zona, sono state elevate sanzioni amministrative per 80mila euro complessivi. All’interno delle gettoniere degli apparecchi, inoltre, sono stati rinvenuti circa mille euro in monete, sottoposti anch’essi a sequestro. 

I cuccioli abbandonati in cura. (foto cc.) ndr.
CAPURSO: CUCCIOLI ABBANDONATI “BUSSANO” ALLA STAZIONE CARABINIERI. ORA STANNO BENE 

Il Comandante della Stazione Carabinieri di Capurso non ha creduto ai propri occhi quando ha visto fuori la porta della caserma tre cuccioli di cane, razza meticcia, zuppi e sporchi che tremavano sotto la pioggia. Subito è scattata “l’operazione di soccorso” alla quale hanno partecipato tutti i militari della Stazione. Latte, cibo e una coperta calda. Ora i cuccioli stanno bene affidati alla locale Associazione “Arca di Noe” in attesa di un padroncino disposto ad accoglierli. 

TRANI: RUBO’ UN CELLULARE IN NEGOZIO DI TELEFONIA. ARRESTATO ALGERINO DAI CC I Carabinieri della Stazione di Trani hanno arrestato il 35enne Samir Airba, algerino già noto alle Forze dell’Ordine, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP del Tribunale di Trani, su richiesta della locale Procura della Repubblica, per furto. I fatti risalgono al 2 maggio scorso, quando l’uomo, all’interno di un negozio di telefonia, approfittando di una distrazione della commessa si impossessò del suo cellulare riposto dietro al bancone. Dopo averlo nascosto in alcuni fogli di carta che aveva tra le mani si allontanò. Le indagini avviate dei Carabinieri, consentirono, grazie alla visione delle immagini riprese dalle telecamere di videosorveglianza del negozio, di identificare il 35enne raccogliendo sul suo conto gravi elementi di responsabilità in merito al furto del telefono. Tratto in arresto, il 35enne su disposizione della Procura della Repubblica di Trani è stato collocato ai domiciliari.





***Questo Spazio pubblicità è in vendita***

Nessun commento