Birra Morena - Birra Winner

Ultim'Ora

Bari. Pestò un automobilista in pieno centro. Arrestato

Una 'gazzella' dei cc. di Bari. (foto cc,) ndr.
I carabinieri eseguono un’ordinanza di custodia cautelare a suo carico

di Redazione

BARI, 6 NOV. - I carabinieri eseguono un’ordinanza di custodia cautelare a suo carico Lo scorso 22 settembre in pieno centro a Bari nel corso di un alterco scaturito da una mancata precedenza stradale, scese dalla sua moto e picchiò brutalmente un automobilista 62enne che riportò una prognosi di 30 giorni per lesioni e fratture multiple al volto. Nella circostanza colpì la vittima con un pugno al volto facendola rovinare al suolo e poi continuò ad inveire percuotendola con il casco. L’aggressore si allontanò solo perché sul posto intervennero i carabinieri. Grazie anche alle indicazioni fornite da alcuni cittadini che segnalarono parte della targa dello scooter del fuggitivo, i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo di Bari e del Nucleo Radiomobile riuscirono in breve tempo ad identificare il giovane intercettandolo e bloccandolo a seguito di una breve colluttazione in piazza Cesare Battisti. Nella circostanza venne denunciato alla Procura della Repubblica per i Minorenni di Bari dovendo rispondere di lesioni personali aggravate, ricettazione, e resistenza a pubblico ufficiale, nonché della detenzione per uso personale di due grammi di hashish. Si tratta di un 17enne del quartiere Libertà, già noto alla Giustizia, finito in manette in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del Tribunale dei Minorenni di Bari su richiesta della locale Procura della Repubblica per i reati di cui sopra e anche per un furto in abitazione commesso dallo stesso nel capoluogo pugliese. A seguito di ulteriori indagini effettuate dai Carabinieri sul suo conto, il 17enne, in compagnia di altri complici, lo scorso 24 maggio, fermò in strada un ragazzo che, in piena notte, usciva da un locale del centro di Bari. Dopo avergli chiesto informazioni sul numero di persone presenti in quel momento nella sua abitazione, riuscì a sfilargli dalla tasca del giubbotto la carta di identità e le chiavi di casa allontanandosi mentre i complici intrattenevano la vittima con futili pretesti. Libero di agire il 17enne si recò presso l’appartamento del malcapitato, rubando due chitarre classiche e di una bambolina spagnola. Nell’ordinanza vengono contestati al 17enne anche il furto di due biciclette. Il provvedimento è stato notificato al 17enne presso l’Istituto Penale per Minori del capoluogo pugliese dove lo stesso si trovava già associato. 

BARLETTA: SPARARONO AI CARABINIERI. PRESO IL QUARTO COMPLICE DI UNA BANDA DI RAPINATORI CHE OPERAVA IN TUTTA ITALIA

Era ricercato dallo scorso 17 settembre giornata in cui avrebbe preso parte ad un conflitto a fuoco verificatori in località “Vicinale Petraro” a Barletta dove una pattuglia dei carabinieri della Pronto Intervento della locale Compagnia intercettò sulla statale 16 bis un convoglio di rapinatori. Gli stessi alla vista dei militari, non esitarono a fare fuoco. Immediata fu la risposta dei carabinieri che costrinse una parte del gruppo a fuggire a piedi nelle campagne circostanti mentre altri si dileguarono a bordo di una BMW di grossa cilindrata, abbandonando altre due macchine sul posto. Un barese 41 enne fu trovato tra i cespugli e arrestato. Da quell’episodio sono partite le indagini dei carabinieri, coordinate della Procura della Repubblica di Trani, che hanno consentito, ricostruendo gli spostamenti di un gruppo di moldavi, supportati da alcuni pregiudicati baresi, che stava organizzando una rapina ad un TIR armati anche di fucile a pompa di: - identificare parte del gruppo, che la sera prima della sparatoria aveva pernottato in un Bed & Breakfast di Terlizzi; - individuare e trarre in arresto tre moldavi del gruppo ritenuti responsabili di tentato omicidio, detenzione e porto abusivo di armi e tentato furto ai danni di un camion non identificato. All’appello mancava un quarto complice che avrebbe provveduto a garantire ospitalità al gruppo, pagando le spese presso il citato Bed & Breakfast. Si tratta del 60enne Paolo Bisceglia, di Terlizzi e già noto alle Forze dell’Ordine, arrestato dai Carabinieri della Compagnia di Barletta in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Trani su richiesta della locale Procura della Repubblica per tentato omicidio in concorso, resistenza a P.U., detenzione e porto abusivo di armi e munizioni. L’uomo è stato localizzato e bloccato dagli operanti nei pressi della stazione ferroviaria di Grumo Appula, località ove si era rifugiato a seguito dell’evento delittuoso. IL 60enne è stato associato presso la casa circondariale di Bari.





***Questo Spazio pubblicità è in vendita***

Nessun commento