Birra Morena - Birra Winner

Ultim'Ora

Calcio. Foggia brutto stop a Benevento

Il logo della Lega Pro. (foto com.) ndr.

di Mario Schena 

FOGGIA, 21 SETT. - Quarta giornata di campionato con il Foggia ospite del Benevento al “Ciro Vigorito”. La formazione di Fabio Brini, ex allenatore rossonero nel campionato 1998/99, occupa la seconda piazza con sette punti, raccolti grazie alle vittorie esterne di Ischia e di Frattamaggiore contro il Savoia, e al pareggio interno con il Catanzaro. Il Foggia del duo Brescia-De Zerbi ha recuperato in extremis Agnelli e Cavallaro, che hanno lavorato a parte in settimana per non forzarne il recupero. Assenza pesante del play di centrocampo Marcello Quinto, che ha dovuto scontare l’ultimo turno squalifica dei due comminatogli dopo la trasferta di Cosenza, altra assenza importante quella dell’esterno destro offensivo D’Allocco, per problemi muscolari, e dello spagnolo Sainz-Maza, ancora alle prese con problemi alla schiena. Non sono stati convocati l’esterno destro difensivo Viteritti e l’attaccante Richella per scelta tecnica e D’Angelo, che sta recuperando dopo l’infortunio patitto durante la preparazione estiva. Convocato invece il portiere Micale, che sarà il secondo di Narciso. I rossoneri si sono schierati con un 4-3-3 che ha visto Narciso a difesa dei pali; difesa formata da Bencivenga, Loiacono, Gigliotti e Grea, centrocampo a 3 con Sicurella a fungere da mediano, con Agnelli e Gerbo nel ruolo di mezzali; e trio offensivo composto da Leonetti sulla destra, Iemmello punta centrale e Cavallaro. La partita è stata diretta dal signor Valerio Marini della sezione Roma1, coadiuvato dagli assistenti Leonardo Camillucci e Nello Grieco, entrambi della sezione AIA di Macerata. L’avversario è di quelli tosti, ma il Foggia ci mette enormemente del suo per agevolare i campani. L’errore è, strano a dirlo, del portiere Narciso uno dei giocatori più esperti e di qualità dell’undici rossonero che incrediubilmente arriva in ritardo su di un cross dalla sinistra e invece di metterlo in calcio d’angolo decide incredibilmente di appoggiare la palla verso il campo servendo ad Alfageme appostato sottoporta la possibilità di mettere il pallone nella porta sguarnita. Foggia inguardabile e il Benevento raddoppia. Al diciottesimo c’è una ripartenza dei padroni di casa, Melara se ne va a rete ed infila l’estremo difensore rossonero con un diagonale. Cerca di reagire il Foggia, ma il tiro di Cavallaro è fuori misura. Alla mezzora ci prova anche capitan Agnelli, ma la conclusione è da dimenticare. Quasi in chiusura si vede anche Iemmello, ma il colpo di testa del centravanti del Foggia termina sul fondo. La ripresa non presenta novità nelle formazioni. Ancora di testa Iemmello prova a far male, ma la conclusione è indolore. Ancora Iemmello va alla conclusione che gli viene messa in angolo. E’ sfortunato il Foggia nell’occasione del tentativo di Gigliotti deviato fortunosamente da un difensore giallorosso in angolo. Ancora un errore di Narciso in uscita al quale deve rimediare Gigliotti mettendo la sfera in calcio d’angolo. Al cinquantacinquesimo Narciso esce su Marotta che finisce in area, per l’arbitro non è calcio di rigore. Cerca ancora la conclusione Iemmello, ma per il centravanti del Foggia la porta avversaria è stregata. Loiacono è ben appostato sul palo opposto alla battuta di un corner di Cavallaro, ma la sua concluysione di testa è altissima. Ci prova Cavallaro su calcio di punizione, ma la conclsuione è centrale, anche se Piscitelli ha qualche difficoltà a controllare la sfera. Il copione si ripete all’ottantaseiesimo, ma questa volta Piscitelli blocca. Il Foggia chiude in attacco con Iemmello che ha un pallone d’oro per accorciare servitogli in area da Agnelli, ma incredibilmente il centravanti rossonero spara sul portiere. Termina senza altre emozioni Benevento-Foggia con i padroni di casa meritevolmente vincitori e con un Foggia in netta regressione di gioco e di prestazione dei singoli. Si spera solo sia stata una giornata storta. Mercoledì sera nell’anticipo del Girone C la controprova contro l’Aversa Normanna.





***Questo Spazio pubblicità è in vendita***

Nessun commento