Birra Morena - Birra Winner

Ultim'Ora

Bari. Quartiere Japigia al setaccio alla ricerca delle armi dei clan. Rinvenute una semiautomatica e un revolver con matricole abrase [CRONACA DEI CC. ALL'INTERNO] [VIDEO]

Le armi sequestrate. (foto cc.) ndr.

di Redazione

BARI, 3 OTT. - Servizio straordinario di controllo del territorio dei carabinieri del Nucleo Radiomobile di Bari che hanno passato al setaccio strade e condomini di Japigia. Un nascondiglio della mala è venuto alla luce nel quartiere Japigia dove i Carabinieri del Nucleo Radiomobile hanno rinvenuto all’interno di un’area condominiale di via Guglielmo Appulo un revolver “Zastava” con 6 cartucce calibro 357 Magnum nel tamburo. Poco distante invece, in via Archimede, alla vista dei militari, ignoti hanno abbandonato una Peugeot 207 risultata rubata poco prima presso un noto centro commerciale del quartiere e lasciata aperta con le chiavi inserite nel quadro. All’interno una semiautomatica “Beretta” calibro 9 Mod. 92 FS, in dotazione alla forze di polizia, con matricola abrasa e colpo in canna. Le armi, perfettamente funzionanti e in buono stato di conservazione, saranno sottoposte a rilievi da parte dei Carabinieri della Sezione Investigazioni Scientifiche del Comando Provinciale di Bari, al fine di accertare se le stesse siano state impiegate in recenti episodi delittuosi. 

CANOSA DI PUGLIA (BT): RUBAVANO ENERGIA ELETTRICA. 4 MAROCCHINI ARRESTATI DAI CARABINIERI 

I Carabinieri della Stazione di Canosa di Puglia hanno arrestato quattro soggetti originari del Marocco ritenuti responsabili di furto aggravato di energia elettrica. Nel corso di un controllo all’interno della loro abitazione i militari hanno trovato un contatore Enel appositamente manomesso in modo che i consumi di energia elettrica non venissero registrati. I militari, intervenuti sul posto a causa delle numerose segnalazioni del vicinato per una violenta lite in atto, dopo aver sedato gli animi hanno notato alcune irregolarità sul contatore procedendo poi all’arresto dei quattro. Su disposizione della Procura della Repubblica di Trani, sono stati associati presso la locale casa circondariale. 

BARLETTA (BT): FURTO DI UVA IN CONTRADA CASALONGA, DUE PREGIUDICATI IN TRASFERTA ARRESTATI DAI CARABINIERI 

I Carabinieri della Stazione di Barletta hanno tratto in arresto nella flagranza del reato con l'accusa di furto aggravato due pregiudicati di San Ferdinando di Puglia sorpresi mentre erano intenti a caricare in un furgone 28 cassette piene di uva poco prima colta. La refurtiva, pari a circa 4 quintali del pregiato frutto, è stata restituita al legittimo proprietario mentre i due su disposizione della Procura della Repubblica di Trani, sono stati associati presso la locale casa circondariale. 

CASTELLANA GROTTE (BA): CARABINIERI ARRESTANO DIPENDENTE INFEDELE E DENUNCIANO COMPLICE PER TENTATA ESTORSIONE COMMESSA AI DANNI DI UN IMPRENDITORE 

I Carabinieri della Compagnia di Monopoli hanno arrestato per tentata estorsione in concorso un 34enne operaio incensurato di Castellana Grotte, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari emessa dal GIP del Tribunale di Bari su richiesta della locale Procura della Repubblica. Un complice 36enne è stato denunciato in stato di libertà per lo stesso reato. I due, con reiterate ed insistenti minacce, si sarebbero resi responsabili di svariate richieste indebite di denaro per complessivi 5.000 euro nei confronti di un imprenditore del luogo operante nel settore agro-alimentare, datore di lavoro dell’arrestato. Di fronte alle insistenti richieste estorsive avanzate in cambio di “protezione” l’imprenditore ha chiesto aiuto ai carabinieri che a conclusione di una mirata attività d’indagine, svolta anche con specifici servizi di osservazione e pedinamento, hanno raccolto sul conto del 34enne numerosi elementi di responsabilità che hanno consentito all’A.G. di emettere il provvedimento restrittivo. Tratto in arresto il 34enne è stato collocato ai domiciliari. 

Le auto sequestrate. (foto cc.) ndr.
SANNICANDRO DI BARI (BA): CARABINEIRI SCOPRONO DEPOSITO DI AUTO RUBATE. UNA DENUNCIA 

Nel corso di un servizio finalizzato al contrasto dei reati predatori i carabinieri della Stazione di Sannicandro di bari hanno scoperto una vera e propria base logistica della ricettazione denunciando all’A.G. per ricettazione un 51enne barese utilizzatore dell’area. Nel corso del controllo i militari hanno trovato all’interno del capannone sito in contrada “San Felice” sei veicoli risultati oggetto di furti avvenuti nell’hinterland barese, nel materano e nel tarantino sottoposti a sequestro unitamente ad altri sei veicoli privi dei dati identificativi nonché 26 blocchi motore ed altre parti meccaniche sui quali sono in corso indagini finalizzate ad identificare i proprietari.


 
NOCI (BA): SORPRESO DAI CARABINIERI MENTRE BUTTA VIA RIFIUTI SPECIALI IN APERTA CAMPAGNA. SANZIONATO AI SENSI DELLA NORMATIVA AMBIENTALE 

Quello dell’abbandono dei rifiuti urbani nelle zone di campagna è un fenomeno in costante crescita dal momento che molti cittadini di paesi limitrofi, ove vige l’obbligo della raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani, preferiscono spostarsi in luoghi ove possono gettarli indistintamente senza partecipare “attivamente” alla raccolta indifferenziata. Per questo i Carabinieri della Stazione di Noci hanno predisposto appositi servizi finalizzati a prevenire e reprimere il fenomeno. L’attività ha consentito di sorprendere un 51enne di Putignano, in un’area boschiva particolarmente suggestiva dal punto di vista paesaggistico tra i comuni di Putignano e Noci, mentre, pensando di non essere visto, stava abbandonando, sul ciglia della strada alcuni grossi sacchi di plastica contenenti materiale edile, vecchi vestiti, stivali in gomma e altri oggetti in plastica, classificati quali rifiuti speciali non pericolosi. Al contravventore i militari hanno applicato una sanzione amministrativa di 600 euro prevista dalla vigente normativa ambientale. L’uomo ha dovuto anche rimuovere i rifiuti e bonificare l’area.





***Questo Spazio pubblicità è in vendita***

Nessun commento