Birra Morena - Birra Winner

Ultim'Ora

Bari. Servizi di controllo del territorio dei carabinieri. 6 arresti e droga sequestrata [CRONACA DEI CC. ALL'INTERNO]

I cc. in servizio di controllo. (foto cc.) ndr.

di Vito Ruccia

BARI, 10 LUG. - Si è concluso con 6 arresti e 27 grammi di droga sequestrati un servizio straordinario di controllo del territorio disposto nel capoluogo pugliese dal Comando Provinciale Carabinieri di Bari ed eseguito dal Nucleo Investigativo, dal Nucleo Radiomobile e dalle Compagnie di Bari Centro e Bari San Paolo. In particolare, i controlli: - antidroga hanno consentito di arrestare al quartiere “Madonnella” un 18enne del luogo, già noto alle Forze dell’Ordine, bloccato dopo aver ceduto 5 grammi di hashish ad un “cliente” segnalato quale consumatore di droga. La successiva perquisizione ha consentito di rinvenire nella sua diponibilità ulteriori 19 grammi della stessa sostanza, sottoposti a sequestro unitamente a 215 euro in contanti. Il giovane, su disposizione della Procura della Repubblica di Bari, è stato collocato ai domiciliari. A “Largo 2 Giugno” invece stessa sorte è toccata ad un 20enne incensurato del luogo trovato in possesso di 2,5 grammi di cocaina sottoposti a sequestro unitamente a 80 euro in contanti e ad un motociclo “Liberty”, già sottoposto a confisca, e da lui condotto sebbene non avesse mai conseguito la patente di guida. In Piazza Cesare Battisti un 20enne originario del Gambia è stato sorpreso e bloccato dopo aver ceduto un grammo di hashish e marijuana. Tratto in arresto lo straniero è stato associato presso la casa circondariale di Bari; a soggetti sottoposti a misure alternative alla detenzione o di sicurezza hanno invece consentito di arrestare nel quartiere “Japigia” un 46enne del luogo che, sebbene sottoposto ai domiciliari è stato sorpreso sul Lungomare Di Cagno Abbrescia mentre portava a spasso il proprio cane. Tratto in arresto, su disposizione della Procura della Repubblica di Bari, l’uomo, che dovrà rispondere di evasione, è stato collocato ai domiciliari. Nel quartiere “San Paolo” infine due sorvegliati speciali, un 20enne, ritenuto vicino al clan “Telegrafo”, e un 45enne, sono stati arrestati con l’accusa di violazione degli obblighi. I due sono stati sorpresi alla guida sebbene non avessero la patente. Su disposizione della Procura della Repubblica di Bari, sono stati collocati ai domiciliari. 

BARI: SPACCIANDOSI PER CARABINIERI FANNO IRRUZIONE NELLA CASA DI UN IMPRENDITORE IMMOBILIZZANDO, PICCHIANDO E RAPINANDO I PRESENTI. ARRESTATI DAI CARABINIERI 

I Carabinieri della Compagnia di Bari Centro, hanno arrestato due 36enni e un 44enne, tutti pregiudicati del luogo, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal G.I.P del Tribunale di Bari, su richiesta della locale Procura della Repubblica, poiché ritenuti responsabili, a vario titolo, di rapina aggravata in concorso, lesioni personali e sequestro di persona. Stando a quanto ricostruito dai Carabinieri, lo scorso luglio, i tre, più altri complici allo stato non ancora identificati, pianificarono e eseguirono un’efferata rapina in danno di una coppia di coniugi del quartiere Libertà. I rapinatori, mediante un escamotage, riuscirono a farsi aprire la porta dall’ignara vittima alla quale si presentarono come Carabinieri mostrando un tesserino falso e, dopo essere entrati nell’abitazione, legarono ed imbavagliarono i due coniugi e il fratello di lei, che si trovava li occasionalmente. Dopo averli immobilizzati, i malviventi non esitarono a picchiare brutalmente il padrone di casa e il cognato nel tentativo di farsi consegnare il denaro e i preziosi in loro possesso. Alla scena ha assistito, impotente, la donna –unica rimasta vigile- che, dopo le sevizie subite dal marito e dal fratello, non potè far altro che consegnare ai rapinatori i soldi contanti custoditi nell’abitazione, 900 euro e un Rolex in acciaio. Fondamentali per gli inquirenti sono stati l’esame certosino delle immagini registrate dagli apparati di video sorveglianza della zona, le dichiarazioni raccolte e un’impronta digitale che gli specialisti della Sezione Investigazioni Scientifiche dei Carabinieri sono riusciti ad esaltare in un angolo del caminetto dell’abitazione delle vittime. Dopo mesi di indagini i Carabinieri, sono riusciti quindi ad identificare due degli organizzatori (uno dei 36enni ed il 44enne) ed uno dei tre esecutori materiali della rapina (l’altro 36enne), tutti destinatari di un’ordinanza di custodia cautelare. Il 36enne organizzatore della rapina è finito ai domiciliari mentre agli altri due il provvedimento è stato notificato presso le case circondariale di Pesaro e Foggia dove erano già detenuti per reati analoghi. 

CORATO (BT): CONTROLLI AMBIENTALI DEI CARABINIERI. 9 DENUNCE E SEQUESTRATE AREE PER 400 METRI QUADRATI CON 36MILA CHILI DI RIFIUTI 

Nel corso di un servizio di controllo del territorio finalizzato al contrasto dei reati in materia ambientale i Carabinieri della Stazione di Corato hanno deferito in stato di libertà 9 soggetti ritenuti responsabili di gestione di rifiuti non autorizzata mentre una di questi dovrà anche rispondere di omissione di lavori in edifici o costruzioni che minacciano rovina. In un fondo agricolo del posto i militari hanno trovato 18mila chili di rifiuti speciali non pericolosi detenuti in assenza di autorizzazione, costituiti da materiale ferroso e plastico nonché pneumatici usati, il tutto sottoposto a sequestro. In un’area attigua gestita da uno dei 9 soggetti invece, i militari hanno rinvenuto ulteriori 18mila chili di rifiuti speciali non pericolosi costituiti da plastiche, materiali lignei e ferrosi gestiti in assenza di autorizzazione nonché un immobile pericolante non messo in sicurezza e sottoposto a sequestro. Complessivamente le due aree sottoposte a sequestro corrispondono ad un’estensione di 400 metri quadrati. 

SANTERAMO IN COLLE (BA): SORPRESO IN CASA CON LA DROGA. ARRESTATO 26ENNE 

I Carabinieri della Stazione di Santeramo in Colle, a conclusione di mirata attività investigativa, hanno tratto arrestato un 26enne censurato del luogo, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I militari, che da qualche giorno tenevano d’occhio i movimenti del giovane, hanno eseguito una perquisizione nella sua abitazione, trovandolo in possesso di 53 grammi di hashish, un bilancino di precisione e materiale per il taglio e confezionamento della sostanza. Tratto in arresto il giovane, su disposizione della Procura della Repubblica di Bari, è stato collocato ai domiciliari in attesa di giudizio.





***Questo Spazio pubblicità è in vendita***

Nessun commento