Birra Morena - Birra Winner

Ultim'Ora

Bari. Islam Puglia su incidente di Nizza: "I vostri morti sono i nostri morti"

Islamici in preghiera. (foto com.) ndr.
E' giorno di lutto per e preghiera per il mondo islamico

di Redazione

BARI, 15 LUG. (C. St.) - Un’altra strage, un’altra folle occasione per spargere sangue innocente. “Nel Nome di Allah Clementissimo, il sommamente Compassionevole, l'immensamente Misericordioso. Gloria ad Allah il Padrone dei mondi e pace e benedizione di Allah sul Suo ultimo profeta e messaggero, Mohammad, che Allah ha inviato come misericordia e clemenza per l'intera umanità. Oggi è un giorno di lutto e dolore per il mondo intero ed in particolare per tutti noi musulmani”. Dalla Comunità Islamica di Puglia arriva la dura condanna per l’ennesima strage avvenuta ieri sera a Nizza, durante la festa del 14 luglio, quando un camion a 80 km all'ora sulla promenade Des Anglais ha falciato la folla provocando 84 morti, tra cui molti bambini, e circa 100 feriti. “Questi ennesimi atti terroristici avvenuti ieri sera nella città di Nizza, di cui l'origine è ancora ignota –commenta Sharif Lorenzini Presidente della Comunità Islamica d'Italia (CIDI) e Portavoce del Consiglio Islamico Supremo dei Musulmani in Italia (CISMI) - testimoniano che i nemici della pace nel mondo sono tornati a colpire con grande violenza. In queste ore il nostro pensiero e quello di milioni di credenti musulmani è rivolto ai familiari delle vittime e ai feriti del vile, cieco ed assurdo attacco terroristico che mira ad innescare la scintilla della divisione sociale e di una guerra tra popoli che convivono da secoli pacificamente con stima e rispetto reciproci, usando mezzi sempre più spietati. Per loro preghiamo e li affidiamo alla misericordia di Allah. Riconfermiamo con forza –ribadisce Lorenzini - a nome delle Comunità Islamiche d’Italia e del Consiglio Islamico Supremo dei Musulmani in Italia che i fratelli e le sorelle, in Italia e nel mondo, condannano con fermezza ogni atto di violenza, di qualunque provenienza esso sia”. L’appello della Comunità Islamica, anche in questa occasione, è unanime. “Rinnoviamo il nostro umile invito ai governatori di Francia e d'Europa nonché a tutti i concittadini del nostro Paese di agire con calma, ragionevolezza e unità d'intenti. Non bisogna affrettarsi nelle conclusioni attribuendo all'attentato e a i suoi responsabili le solite etichette xenofobe di natura ‘islamofoba’ perché, in questo modo, non si fa altro che promuovere la politica del terrore architettata dai nemici della libertà. Siamo consapevoli e certi che quanto sta accadendo nelle nostre terre e alle nostre vite non ha nulla a che fare con la religione, né ha nulla di umano”. Anche in questa occasione la Comunità Islamica è pronta a collaborare per porre fine al terrore. “Offriamo la massima disponibilità al governo francese –conclude Lorenzini - solo in questo modo potremo costruire la protezione della nostra società e civiltà e sopprimere il seme dell’odio che mani celate cercano incessantemente di infondere nelle nostre società pacifiche, ignare dei disegni diabolici che tentano di minare la nostra serenità, prosperità e coesione sociale”.





Nessun commento