Ultim'Ora

Bisceglie (Bat). Arrestato dai Carabinieri un andriese per spaccio di cocaina

La droga e le banconote sequestrate. (foto cc.) ndr.

di Redazione

BISCEGLIE (BT), 31 MAG. (Comunicato St.) - Ieri pomeriggio i Carabinieri della Tenenza di Bisceglie hanno portato a compimento una positiva attività antidroga culminata con l’arresto di un 48enne, andriese, già noto alle Forze dell’Ordine, ritenuto responsabile di detenzione ai fini dello spaccio di sostanze stupefacenti. Il proficuo servizio è stato avviato a seguito dell’osservazione, ripetuta nel tempo ed in orari pressoché rituali, dell’uomo sul litorale biscegliese. Al verificarsi dei soliti fugaci scambi con giovani avventori, i militari hanno deciso di intervenire e sottoporlo ad un controllo. Il sospettato, tutt’altro che innervosito dall’intervento dei Carabinieri, all’inizio, ha ostentato assoluta tranquillità, forte della convinzione che il mero ingiustificato intrattenersi in quella zona non potesse costituire ragione d’accusa. Ma le verifiche dei Carabinieri non si sono fermate alle apparenze ed occultato nel vano motore di un ciclomotore che era nella sua disponibilità, molto difficile anche da raggiungere ed individuare, è stato rinvenuto e sequestrato un involucro contenente diverse dosi di sostanza stupefacente del tipo cocaina, per un peso complessivo di 11 grammi circa, mentre sulla sua persona è stata rinvenuta la somma di 750 euro, in piccolo taglio, ritenuta il provento dell’illecita attività di spaccio. Condotto presso la Tenenza Carabinieri di Bisceglie, l’uomo è stato dichiarato in stato di arresto e condotto presso la propria abitazione in Andria, ove permarrà a disposizione dell’Autorità giudiziaria. 

Tre arresti dei cc. a Barletta. (foto cc.) ndr.
BARLETTA (BT). TENTANO FURTO IN UN AUTOLAVAGGIO. SGOMINATA DAI CARABINIERI BANDA DI LADRI RUMENI 

I Carabinieri della Compagnia di Barletta hanno arrestato, la scorsa notte, in flagranza di reato per furto aggravato in concorso, tre rumeni, sorpresi mentre tentavano di svaligiare l’attrezzatura completa di un autolavaggio in Via Canosa. I Carabinieri di pattuglia dell’Aliquota Radiomobile, nel transitare lungo Via Canosa, avevano notato nei pressi di un autolavaggio una autovettura ferma con un uomo e una donna, la cui presenza aveva destato qualche sospetto. I militari, avvicinandosi alla coppia e notando il comportamento irrequieto dei due, provvedevano immediatamente a bloccarli, evitando qualsiasi tentativo di fuga, nel frattempo constatavano l’effrazione della porta d’ingresso all’autolavaggio e, una volta penetrati all’interno, riscontravano la presenza di varie attrezzature quali: compressori, spazzole e quant’altro, accatastate e pronte per essere asportate. Inoltre, dietro ad uno scaffale, veniva sorpreso un terzo complice nel vano tentativo di nascondersi. La successiva perquisizione dell’autovettura consentiva di rinvenire un punteruolo di ferro utilizzato per forzare la porta d’ingresso dell’esercizio commerciale. Il valore della merce che stava per essere prelevata è stato quantificato in circa 1500,00 euro, interamente restituita all’avente diritto. Dopo le formalità di rito i tre rumeni: C.L. 47enne, C.S. 25enne e la donna C.A. 26enne, sono stati tradotti presso la Casa Circondariale di Trani, in attesa di giudizio.



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento