Ultim'Ora

Politica. E' Giuseppe Conte il premier che Di Maio e Salvini hanno proposto a Mattarella

Si Maio e Conte. (foto Agi) ndr.
Entro domani il capo dello Stato potrebbe dare l'incarico al giurista indicato da Salvini e Di Maio per Palazzo Chigi. Il ritratto dei giornali

di Redazione

ROMA, 22 MAG. (AGI) - È Giuseppe Conte il futuro presidente del Consiglio italiano. Il nome dell’avvocato e professore di diritto privato ha messo d’accordo sia Luigi di Maio che Matteo Salvini che nel pomeriggio hanno fatto il suo nome al presidente Sergio Mattarella. Il Capo dello Stato ha deciso di non procedere subito con il conferimento dell'incarico, ma di convocare al Quirinale per domani mattina i presidenti di Camera e Senato, Roberto Fico ed Elisabetta Casellati, a cui aveva dato un mandato esplorativo nelle scorse settimane, per informarli degli sviluppi della situazione e ascoltare le loro valutazioni Nato a Volturara Appula (Foggia) 54 anni fa, Conte vive a Roma dove esercita la professione di avvocato e di docente di diritto privato all’università Luiss. Dopo la laurea in Legge alla Sapienza di Roma Conte è stato borsista del Cnr e poi ha "perfezionato" gli studi giuridici nelle facoltà più in vista del mondo occidentale: da Yale alla Sorbonne, Dalla Duquesne a Cambridge, dall'International Kulture Institute di Vienna alla New York University. Dal 2010 al 2011, riporta il Post, ha fatto parte del Cda dell’Agenzia Spaziale Italiana; nel triennio 2012-2015 è stato componente dell’Arbitro Bancario e Finanziario (sede di Napoli). Il Parlamento lo ha designato, a partire dal 2013, componente del Consiglio di Presidenza della Giustizia Amministrativa, di cui è diventato vicepresidente. E’ stato anche presidente della Commissione disciplinare e, tra gli altri incarichi, “ha coordinato l’istruttoria che, recentemente, ha condotto alla destituzione del consigliere di Stato Francesco Bellomo, per i suoi comportamenti inappropriati con le allieve dei corsi di preparazione alla magistratura”. Oltre a essere avvocato patrocinante in Cassazione, è condirettore della collana Laterza dedicata ai "Maestri del diritto" e componente della commissione cultura di Confindustria. Ma è anche esperto di "gestione di grandi imprese in crisi", il che sarà utile nelle vicende come Ilva o Alitalia.



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento