Ultim'Ora

Bari. A spasso nella notte con pistola, passamontagna e giubbetto antiproiettili al seguito. Due arresti dei carabinieri [CRONACA DEI CC. ALL'INTERNO]

La pistola, il giubbotto e il materiale sequestrato. (foto cc.) ndr.

di Redazione

BARI, 14 GIU. (Comunicato St.) - Sono due le persone arrestate durante un servizio di perlustrazione del Nucleo Radiomobile di Bari nei quartieri della città, si tratta di C.G. 48enne e D.B.G. 36enne, entrambi del capoluogo e noti alle Forze dell’Ordine. Nel corso della notte, l’equipaggio di un’autoradio, percorrendo il quartiere di Carrassi, riconosceva due soggetti ben noti a bordo di una utilitaria. I due, dopo aver percorso alcune centinaia di metri, parcheggiavano l’auto e prendevano posto a bordo di un’altra vettura, una Ford Focus, parcheggiata nella pubblica via. Lo strano comportamento non sfuggiva ai militari, i quali decidevano di procedere a controllo dei soggetti. Quest’ultimi manifestavano subito insofferenza e nervosismo, inducendo i Carabinieri a voler approfondire il controllo, attraverso perquisizioni personali, successivamente estese ai due veicoli. L’intuizione si rivelava subito esatta, atteso che, nel corso di tale attività venivano rinvenuti: 1 pistola calibro 7.65, con matricola abrasa ed in ottimo stato d’uso, completa di serbatoio contenente 5 proiettili; 1 giubbetto antiproiettile; 1 passamontagna; guanti in lattice; nonché un borsone contenente all’interno ricambio di indumenti e scarpe. I due venivano tratti in arresto ed il materiale sottoposto a sequestro. La pistola, previa disposizione dell’Autorità Giudiziaria, verrà sottoposta ad accertamenti tecnico-balistici, finalizzati a comprendere se sia mai stata utilizzata in precedenza, per commettere azioni delittuose. Sono in corso accertamenti investigativi finalizzati a comprendere quale fosse l’azione criminosa che C.G. e D.B.G., si accingevano a porre in essere. 

PUTIGNANO (BA): SCAPPA ALL’ALT DEI CARABINIERI CON AUTO RUBATA. ARRESTATO

Nelle nottata trascorsa i militari della Stazione Carabinieri di Putignano hanno messo in atto un dispositivo di prevenzione del territorio finalizzato al contrasto dei reati in genere e in particolare di quelli contro il patrimonio. Tale dispositivo ha consentito di assicurare alla giustizia un 27enne del posto, già censito per i suoi pregressi giudiziari. Infatti, poco dopo la mezzanotte, una pattuglia intercettava per le vie del centro abitato un ragazzo del posto ben conosciuto, a bordo di un fuoristrada SUZUKI Gran Vitara che alla vista dei militari, aumentava repentinamente la corsa imboccando una via contromano. Consci del fatto che l’uomo era sprovvisto di patente di guida perché sospesa, si mettevano all’inseguimento del soggetto che dal canto suo non accennava a fermarsi, anzi aumentava di più l’andatura, mettendo in atto una condotta di guida altamente pericolosa, incurante di qualsivoglia segnaletica stradale ed addirittura impegnando gli incroci a folle velocità, tanto da perdere il controllo del veicolo ed andare a collidere un veicolo in sosta. Vano l’inutile tentativo di scappare a piedi. I militari riuscivano subito a bloccarlo ed a trarlo in arresto. I successivi accertamenti hanno permesso di appurare che il Suzuki era stato rubato poco prima da un garage di un’abitazione privata. Naturalmente i proprietari non avevano ancora segnalato il furto in quanto riposavano ignari di tutto. Inoltre, è stato anche appurato il coinvolgimento del medesimo giovane nel furto di una seconda autovettura che era parcheggiata nel medesimo garage. Il mezzo, una Smart, era stato occultato in una strada buia chiusa al traffico nei pressi dell’abitazione del proprietario. L’uomo è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Bari dove dovrà rispondere non solo del furto dei due veicoli ma anche della condotta pericolosa messa in atto al momento della fuga. Le due autovetture sono state restituite legittimi proprietari. 

MINERVINO MURGE (BT): OCCULTA LA COCAINA NELLE TEGOLE DEL TETTO. PUSHER ARRESTATO DAI CARABINIERI 

I Carabinieri della Stazione di Minervino, nel corso di un mirato servizio predisposto per il contrasto alla illecita attività dello spaccio di sostanze stupefacenti nell’area cittadina, hanno tratto in arresto P.S. di 51enne, già noto alle Forze dell’Ordine per reati concernenti gli stupefacenti. Nella mattinata, i militari, coadiuvati da una unità cinofila appositamente giunta da Bari, avendo il sospetto che nell’abitazione di un pluripregiudicato, vi potesse essere occultata sostanza stupefacente, hanno proceduto d’iniziativa ad una perquisizione, presso l’abitazione del soggetto, separato, nullafacente, censurato, con precedenti specifici. Durante la perquisizione, il fiuto infallibile del cane “ZILO” permetteva di rinvenire, ben occultati sotto una tegola del tetto di pertinenza dell’appartamento, un borsello, con all’interno materiale per il taglio ed il confezionamento dello stupefacente, nonché 20 gr. di Cocaina, un bilancino di precisione un coltellino a serramanico, una forbice e un rotolo di nastro adesivo. La sostanza stupefacente, il bilancino di precisione e tutto il materiale utilizzato per il confezionamento è stato sottoposto a sequestro. L’uomo veniva tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e su disposizione della locale Procura, tradotto presso la casa circondariale di Trani.



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento