Ultim'Ora

Bari. Sequestrati dalla Gdf immobili e conti correnti nei confronti di un militare dell’Esercito su disposizione della Corte dei Conti Puglia [CRONACA DELLA GDF ALL'INTERNO]

La Gdf sequestra beni ad Altamura. (foto Gdf) ndr.

di Redazione

BARI, 24 OTT. (COMUNICATO STAMPA) - Su richiesta della Procura Regionale della Corte dei Conti di Bari – diretta dalla dott.ssa Carmela de Gennaro - la Sezione Giurisdizionale per la Puglia ha disposto il sequestro conservativo “ante causam” di beni nei confronti di un sottufficiale dell’Esercito, il 55enne O.G., di Altamura. Il sequestro – per un valore complessivo pari ad oltre 127.000 euro - è stato eseguito dai militari del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Bari – Gruppo Tutela Spesa Pubblica, in collaborazione con ufficiali giudiziari dell’UNEP di Bari. La misura cautelare di cui si tratta trae origine dai primi esiti di una indagine interna esperita dalla Commissione d’Inchiesta Amministrativa istituita presso il Comando del 7° Reggimento Bersaglieri sito in Altamura, a seguito della quale veniva accertata una illegittima attribuzione e conseguente erogazione di somme poste in essere dal citato O.G., 1° maresciallo in forza al predetto Comando. Sulla base di quanto risultato in sede di ispezione amministrativa interna, nonché sulla scorta delle successive indagini contabili della Guardia di Finanza - delegate dal Vice Procuratore Generale dott. Carlo Picuno - è stato contestato al sottufficiale dell’Esercito l’illegittima autoliquidazione di somme in eccesso rispetto a quelle spettanti, per un importo complessivo di 127.647,94. In particolare, nel periodo 2002-2017 egli avrebbe percepito una indebita percezione di assegni per il nucleo familiare, pari ad oltre 9.000 euro (per la sola annualità 2017) oltre a numerose voci di compenso, non spettanti, per oltre 118.000 euro, per gli anni precedenti. A fronte di ciò, la Procura contabile ha, quindi, proposto al Presidente della Sezione Giurisdizionale della Corte dei conti per la Puglia, un sequestro conservativo ante causam del valore complessivo di 127.674,97 euro, nei confronti del maresciallo, quale danno patrimoniale diretto (ammanco concreto nelle casse dell’amministrazione militare di cui faceva parte). Tanto, quale garanzia patrimoniale nei confronti dell’Erario, in relazione al pericolo di dispersione dei beni nelle more della definizione del giudizio. 

Una immagine della visita. (foto Gdf) ndr.
GUARDIA DI FINANZA: VISITA DEL COMANDANTE REGIONALE PUGLIA GENERALE DI DIVISIONE VITO AUGELLI ALLA COMPAGNIA DI ALTAMURA

Nella mattinata di Martedì 23 ottobre, il Generale di Divisione Vito AUGELLI, Comandante Regionale Puglia della Guardia di Finanza, si è recato in visita presso la Compagnia di Altamura. A riceverlo, presso la Caserma, “M.B.V.M. Luigi De Guglielmi”, il Comandante Provinciale Guardia di Finanza di Bari, Generale di Brigata Nicola ALTIERO, il Comandante del Gruppo Bari, Colonnello Nicola BIA ed il Comandante della Compagnia, Capitano Arcangelo Raffaele GENNARI. L’Autorità, dopo aver salutato il personale schierato in forza al Reparto, nonché una rappresentanza dei militari in congedo della Sezione A.N.F.I. di Altamura, ha presieduto un incontro nel corso del quale è stata analizzata la situazione socio economica del territorio murgiano, unitamente ai principali aspetti relativi alla gestione del personale e alla logistica. Il Comandante Regionale ha quindi approfondito le principali tematiche operative riguardanti il Reparto, facendo il punto sulle più importanti attività investigative, con particolare riferimento ai settori di interesse istituzionale del Corpo. Al termine, il Generale di Divisione AUGELLI, esprimendo parole di apprezzamento per l’impegno e la professionalità con cui, diuturnamente, le Fiamme Gialle altamurane si adoperano per la tutela della legalità, ha, inoltre, sottolineato come l'azione del Corpo sia fondamentale per accrescere la giustizia e l’equità sociale, a salvaguardia dei cittadini onesti e degli strati più deboli e bisognosi della collettività.



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento