Ultim'Ora

Calcio. Il Foggia vince a Carpi con una doppietta di Iemmello

P. Iemmello autore della doppietta rossonera (foto web) ndr
di Mario Schena


FOGGIA, 19 GEN. - Ciak si riparte. Il Foggia torna in campo con l’abito vecchio, ovvero, senza stravolgimenti di formazione, visto che il mercato del Foggia non ha portato a grossi colpi, per ora, ma al solo ritorno, di Greco ex rossonero nella passata stagione. E’ una settimana se non vitale quantomeno molto importante per il Foggia che oltre ai due scontri salvezza contro Carpi e Crotone saprà quanti punti di penalizzazione gli verranno restituiti dall’udienza che si terrà mercoledì. Assente Kragl per squalifica e Camporese operato al ginocchio. Fiducia a Noppert tra i pali difesa schierata con Martinelli centrale e Boldor e Tonucci laterali, centrocampo composto sulle fasce da Zambelli e stranamente da Ranieri schierato in versione vice Kragl, mentre in mezzo al campo Gerbo, Agnelli e con Galano alle spalle di Iemmello e Mazzeo. La partita aveva il connotato di uno spareggio salvezza, visto la posizione delle due squadre e del concomitante riposo del Livorno, un’occasione ghiottissima per dare una buona spallata alla classifica. Ha prevalso il Foggia con una doppietta di Pietro Iemmello e con Noppert protagonista nel parre un calcio di rigore che avrebbe potuto dare il pari al Carpi. Ha diretto Luigi Pillitteri, della sezione di Palermo, che ha già diretto il Foggia in 7 occasioni. 
L´ultima gara del Foggia diretta da Pillitteri è del 22 settembre 2018, stagione corrente. Partita sfortunata per i rossoneri che allo stadio ´Adriatico´ perdono 1-0, per la formazione abruzzese a segno Gravillon.  Pillitteri è stato coadiuvato da Andrea Tardino della sezione di Milano e da Vincenzo Soricaro della sezione di Barletta. Quarto giudice di gara, Daniele Minelli della sezione di Varese. Subito Carpi pericoloso con Vano che al primo minuto entra in area, ma svirgola la conclusione. Risponde il Foggia con Zambelli che crossa per Iemmello che non riesce a colpire di testa. Foggia insidioso e vivace che trova il vantaggio al nono con “Re” Iemmello che entra in area, la sua conclusione rasoterra viene respinta dal palo alla sinistra di Colombi, ma il centravanti rossonero è bravo a ribattere in rete. Il Carpi vede rosso e attacca a testa bassa come un toro ferito costringendo il Foggia alla sofferenza. Ci prova Vano di testa al ventesimo, ma Noppert è pronto sul primo palo, vano comunque era in fuorigioco. Il Carpi schiaccia il Foggia ed è bravo Noppert al ventunesimo a respingere con il corpo la conclusione ravvicinata di Marsura, subito dopo un diagonale di Vitale termina sul fondo. Alla mezzora angolo per il Foggia sugli sviluppi del quale Ranieri cerca la gran conclusione sbagliando la mira. 
Al trentasettesimo Noppert salva il Foggia uscendo su Marsura ben pescato da Vitale e chiudendo con il corpo la conclusione del giocatore biancorosso. Due minuti dopo Galano se ne va da solo, ma conclude debolmente. Al quarantaquattresimo ci prova Jelenic con un sinistro a giro dal limite dell’area, che Noppert para in tranquillità. Un minuto di recupero e tutti negli spogliatoi. Si ritorna in campo con gli stessi ventidue. Il Carpi sa che deve pressare per cercare quantomeno il pareggio e dopo cinque minuti va alla conclusione con Jelevic, che manda fuori. All’undicesimo pericolosa iniziativa di Marsura che si libera di Tonucci e Martinelli ma al momento di concludere calcia sull’esterno della rete. Risponde Galano senza essere pericoloso. Al diciottesimo il Carpi va in gol, ma Arrighini era in fuorigioco sulla maldestra respinta di Noppert.Al minuto trentadue Gerbo cerca il gran gol dalla distanza ma il suo tiro termina in curva. Il Carpi spinge al massimo e a nove minuti dal novantesimo si vede assegnare un calcio di rigore per un fallo di Zambelli su Arrighini. Sul dischetto ci va Vitale, il suo tiro è angolato ma non molto forte, Noppert sfrutta tutti i suoi due metri e passa di altezza e devia la sfera in angolo. 
L’errore dagli undici metri è come un colpo da KO per i padroni di casa che dopo un minuto e mezzo subiscono il raddoppio del Foggia al termine di un’azione partita da Zambelli che serve un rasoterra per Iemmello che controlla e segna. Il Carpi scompare ed è festa per i mille e cinquecento tifosi rossoneri che hanno riempito. Quattro i minuti di recupero concessi. Mazzeo ci prova al novantunesimo a battere Colombi che però è bravo a respingere di piedi il diagonale della punta rossonera. Non accade più nulla e il Foggia con la seconda vittoria in trasferta raggiunge quota sedici punti in classifica, ribadiamo in attesa della sentenza per la riduzione ella penalizzazione supera il Livorno (che ha riposato) ed il Crotone, che ha pareggiato con il Cittadella. Il 2019 è iniziato bene, speriamo sia solo l’inizio di una risalita in classifica.



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento