Ultim'Ora

Forza Italia Monte Sant'Angelo: il Sindaco d'Arienzo (PD) assunto come Co.Co.Co. dalla Regione Puglia (PD). Perché altri disoccupati non hanno saputo nulla?

Il Sindaco Pierpaolo d'Arienzo (foto Comune MSA) ndr.
di Redazione

MONTE SANT'ANGELO (FG), 09 GEN. (Com. St.) - Perché ha tenuto nascosto un’opportunità di lavoro così importante per tanti altri laureati disoccupati? Il bando era rivolto a tutte le lauree, anche triennali.

Come ha “candidamente” comunicato lui con una lettera alla città, il Sindaco PD di Monte Sant’Angelo, d’Arienzo, è stato assunto come Co.Co.Co. dalla Regione Puglia (PD), pochissimi giorni prima della fine dell’anno.

Con Determina n. 294 del 20/12/2018 del Dipartimento Agricoltura (http://concorsi.regione.puglia.it/web/files/2018/D.A.G._n._294_del_20.12.18.pdf), la Regione Puglia ha pubblicato la graduatoria per assunzione di n. 30 Co.Co.Co., ma, così come previsto dal Bando (http://concorsi.regione.puglia.it/web/files/2018/Atto__2018_263_001_DIR.pdf), il numero degli assunti sarebbe potuto aumentare, cioè la graduatoria può scorrere (pag. 3, riga 10 del Bando). E cosa ha fatto la Regione Puglia (PD)? Ha fatto già scorrere la graduatoria, tanto da aver assunto d’Arienzo che ha riferito di aver già firmato il contratto di assunzione.

Fino a qui si potrebbe dire che tutto è normale, visto che il Sindaco d’Arienzo (PD) è un cittadino come gli altri; ciò che suscita perplessità, comunque, è il comportamento della Regione Puglia (PD) e di tutta l’Amministrazione CambiaMonte/PD.

A tal proposito FORZA ITALIA pone degli interrogativi:

1) PERCHÉ IL SINDACO D’ARIENZO (PD), CON UNA LETTERA ALLA CITTÀ, HA SENTITO IL BISOGNO DI GIUSTIFICARSI? PERCHÉ PARLA ALLA CITTÀ SOLO DOPO CHE LA NOTIZIA È STATA PUBBLICATA DA UN NOTO QUOTIDIANO CARTACEO E DA UN BLOG E NON HA PARLATO QUANDO QUESTA OPPORTUNITÀ È STATA RESA NOTA DALLA REGIONE, CIOÈ A NOVEMBRE 2018?

2) Perché il Sindaco d’Arienzo non si è preoccupato di informare altri laureati disoccupati di questa opportunità, offerta non da un privato, sia chiaro, ma da un Ente pubblico, dalla Regione Puglia, con la quale egli istituzionalmente dialoga tutti i giorni?

3) Perché nessuno dell’Amministrazione CambiaMonte/PD – che sicuramente sapeva di tale procedura altrimenti il Sindaco PD d’Arienzo non avrebbe presentato domanda – non ha sentito l’esigenza di informare i tantissimi giovani laureati di questa città – anche solo con un post su Facebook? (Sono così bravi a fare i selfie e a “postare” ogni cosa!).

4) Sa il Sindaco PD d’Arienzo che, oltre a lui, ci sono altre centinaia di giovani disoccupati a Monte, con laurea e specializzazioni varie, che avrebbero potuto partecipare a quel bando?

5) Come mai oggi il PD ha cambiato atteggiamento verso l’esigenza di crescita professionale e lavorativa di un cittadino (stranamente, del Sindaco!), mentre in altri casi crocifigge e invoca quasi la pena capitale?

6) I cittadini sanno che l’incarico cui sarà chiamato il Sindaco d’Arienzo (PD) potrebbe pregiudicare i finanziamenti PSR per Monte, a causa dell’incompatibilità tra il suo ruolo di Sindaco e quello di dipendente della Regione?

7) Perché d’Arienzo, oggi, dice che ha necessità di continuare a formarsi professionalmente e di pensare al suo futuro? Quando si licenziò da Mattinata, in più occasioni anche pubbliche, d’Arienzo disse che lo fece perché voleva seguire con attenzione i problemi della città, e questo gli faceva onore. Cosa è cambiato da allora? Oggi la città, i suoi problemi, il suo sviluppo non sono più priorità per d’Arienzo?

Inoltre, FORZA ITALIA pone degli interrogativi alla Regione:

1) Come mai di questa procedura concorsuale sapevano poche persone? La Puglia è abitata da circa 4.000.000 cittadini e di questi circa il 15% sono laureati: ebbene, con questi numeri, solo 327 (avete letto bene, solo 327!) hanno presentato domanda! È mai possibile che in Puglia ci siano così pochi laureati disoccupati con la voglia di lavorare? Va precisato che, oltre alla laurea in Scienze Agrarie o Scienze Forestali, si poteva partecipare anche con altre Lauree, pure con quelle Triennali (Giurisprudenza, Economia, Scienze Politiche ecc.).

2) Perché tutta la procedura e soprattutto le assunzioni sono state fatte nel periodo natalizio, quando pochi sono attenti a certe decisioni?

3) Come mai la Regione Puglia ha sentito l’esigenza di indire una procedura concorsuale in maniera urgente, non dando la massima informazione a tutti? Infatti, il concorso è stato indetto in data 28/11/2018, è stato pubblicato sul BUR Puglia in data 29/11/2018 e indicava al 10/12/2018 la data ultima per presentare la domanda di partecipazione!

4) Come mai la Regione Puglia prima definisce un numero di assunzioni e poi, per magia, allunga la lista dei Co.Co.Co. da assumere?

5) Come mai per questa procedura concorsuale la Regione è stata miracolosamente veloce, quando invece ha sempre impegnato tempi biblici?

6) Come mai il mentore di d’Arienzo, cioè l’Assessore Regionale Piemontese (PD), che quattro anni fa aveva promesso di aprire una sua segreteria nella nostra città proprio per avvisare sulle opportunità di lavoro, anche in questa occasione non ha sentito il bisogno di informare i tanti giovani laureati disoccupati di Monte su questo concorso bandito proprio dalla Regione?

Quanto accaduto non è certamente esempio di trasparenza e di partecipazione, argomenti tanto a cuore (solo a parole!) a Emiliano e al PD.

FORZA ITALIA ritiene che, se da un lato la città si aspetta risposte ai dubbi sollevati, dall’altra è arrivato il momento che la trasparenza e la partecipazione diventino veramente il faro della Politica e delle Amministrazioni a guida PD.

(Fonte: Forza Italia, Monte Sant’Angelo)



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento