Ultim'Ora

Red Bull cliff diving 2019. A Polignano a mare (Ba) si ripete la gara dei tuffi dalle spettacolari scogliere

Polignano a mare (Ba). RedBull cliff diving 2019 (foto com) ndr.

di Maria Caravella

POLIGNANO A MARE (BA), 3 GIU. - Si è rinnovato ancora una volta a Polignano a mare, una delle perle del nostro sud, famosa in tutto il mondo, il grande successo per lo spettacolo dei tuffi: il Britannico Gary Hunt ha conquistato il primo posto della tappa della Red Bull cliff diving 2019, il secondo è andato allo statunitense Andy Jones, il terzo a Michal Navratil della Repubblica ceca e un onoratissimo quarto posto all'italiano Alessandro De Rose beniamino del pubblico, che lo ha seguito con affetto e simpatia per il corso dell'intera manifestazione, già vincitore dell'edizione 2017 del campionato mondiale di tuffi da grandi altezze più emozionante del mondo. Migliaia di appassionati e non, sono stati pronti fin dalle cinque del mattino ad arrivare sulla scogliera della ridente località pugliese, che ha dato i natali a Domenico Modugno, per poter ammirare i lanci da brivido che per due giorni hanno incantato gli spettatori, che da mare e da terra hanno potuto ammirare i campioni di questa disciplina sportiva accorsi a Polignano da ogni parte del mondo. Tra le donne ha vinto l'australiana Rhiannan Iffland Lysanne, il secondo posto se l'è aggiudicato invece la colombiana Maria Paula Quintero e il terzo la bielorussa Yana Nestsiarava. Ancora una volta, lo spettacolare evento internazionale si è rivelato una grande risorsa per attrarre visitatori anche a livello internazionale nella ormai frequentatissima località della costa sud barese. 

Sin dal giorno precedente, i fans dei tuffi dalle grandi altezze e della Red Bull Cliff Diving Series hanno cercato di accaparrarsi i posti migliori, battendo sul tempo i numerosissimi spettatori giunti nella giornata di domenica a Polignano a Mare. Tutti coloro che sono arrivati in auto hanno potuto fruire dei parcheggi, ma i problemi di circolazione non sono mancati, soprattutto dall'uscita Conversano, dove da due anni e mezzo, ancora persistono i lavori per la realizzazione di un cavalcavia che crea purtroppo gravi problemi per la circolazione. La formula dell'evento in diverse manche più due finali, maschile e femminile ha consentito a tutti di godersi una serie di tuffi, da alternare ad una piacevole passeggiata fra i suggestivi vicoli e sulle terrazze a picco sul mare, fra il ponte di Lama Monachile, la scogliera, le barche e le ridenti stradine. Polignano a Mare infatti per l'occasione ha accolto quasi settantamila persone. Grazie alla collaborazione tra Red Bull Italia e Pugliapromozione, Agenzia regionale del Turismo della Regione Puglia, che punta a rendere l’evento sportivo un’occasione privilegiata per promuovere in tutto il mondo la Regione Puglia, il suo territorio e la sua cultura, grazie alla visibilità internazionale della competizione e attraverso una serie di eventi collaterali che hanno arricchito l’agenda del weekend di gara, possiamo parlare ancora una volta di un evento riuscito.



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento