Ultim'Ora

Bari. Svaligiano un’abitazione ma vengono arrestati

Due arresti dei cc. A Bari (foto cc.) ndr.
Ritrovati monili d’oro, 2 arresti


di Nicola Losapio

BARI, 4 AGO. - I Carabinieri della Compagnia di Bari, durante un servizio di perlustrazione e di controllo del territorio da parte degli uomini del Nucleo Operativo, hanno arrestato due persone, D.M., 44enne e G.D., 62enne entrambi baresi. La vicenda, si è consumata nel “Quartiere Carrassi” mentre i militari in borghese si aggiravano in servizio nel quartiere, hanno notato i due uomini a piedi assumere atteggiamenti poco convincenti, infatti, seguiti e tenuti d’occhio durante i loro spostamenti è emerso che avevano un’auto parcheggiata nei paraggi. Durante l’appostamento, ad un certo punto D.M. con fare circospetto preleva dall’auto un trolley e insieme al suo complice si dirigono in prossimità di un condominio, dopodiché uno dei due si è repentinamente intrufolato all’interno della palazzina, mentre l’altro è rimasto fuori ad attenderlo. Dopo pochi minuti D.M. e G.D. sono ritornati all’auto e hanno riposto il trolley nel bagagliaio. A questo punto i militari hanno voluto vederci chiaro e sono intervenuti, ma i due, alla vista dei poliziotti, sono fuggiti via a piedi e durante la fuga hanno tentato di disfarsi dei loro telefoni cellulari e di un paio di guanti in lattice, una fuga inutile contro gli agili poliziotti che sono riusciti a bloccarli e a riaccompagnarli alla loro auto per perquisirla. All’interno dell’auto è stato recuperato il trolley nel quale sono stati rinvenuti attrezzi da scasso: un piede di porco, tre bombole di ossigeno collegate con due tubi a un cannello metallico, una somma contante di 160 euro e numerosi monili d’oro: anelli, bracciali, orologi, catenine e pendagli. Fugato ogni dubbio che si era trattato di un’azione di furto in una delle abitazioni del condominio dove i due erano stati visti entrare, i militari hanno avviato le indagini per individuare la famiglia colpita dal furto per la restituzione dei preziosi. I due rei sono stati sottoposti alle formalità di rito e associati presso la Casa Circondariale di Bari a disposizione dell’Autorità procedente con l’accusa di furto aggravato in concorso.



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento