Ultim'Ora

Bari. Rinvenuto un patrimonio di farmaci rubati ormai in malora

La droga rinvenuta e sequestrata (foto P.S.) ndr.
Abbandonano un bottino da 830mila euro e va in rovina


di Nicola Losapio

BARI, 20 AGO. - A seguito di una segnalazione di un cittadino, gli agenti della Polizia di Stato, hanno potuto individuare un deposito dove ignoti avevano nascosto un carico di una grossa partita di preziosi medicinali chemioterapeutici Nessuno si era accorto di nulla, ma solo quando il proprietario di una villa di Santo Spirito in stato di abbandono si è recato sul posto per un controllo, ha scoperto e denunciato il carico, scambiandolo in un primo momento come uno sversamento illegale di spazzatura. Ma durante il sopralluogo svolto dai poliziotti della Squadra Volante e dalla Polizia Scientifica è emerso che nel cortile interno alla villa, non si trattava di semplice spazzatura, ma di migliaia di scatoloni abbandonati e contenenti confezioni di medicinali visibilmente malandati e non più utilizzabili, preziosi medicinali che gli autori non solo li avevano sottratti ai malati di cancro che dovevano sottoporsi alla chemioterapia ma li avevano anche abbandonati. Una successiva e approfondita indagine, effettuata dagli uomini dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico ha consentito di accertare che la merce stimata per un valore commerciale di 830mila euro, era stata sottratta ad una casa farmaceutica di Bari ed è il frutto di una rapina messa a segno lo scorso 17 Maggio del 2018 ai danni di un autotrasportatore dipendente della stessa azienda derubata. L’episodio avvenne mentre l’autista alla guida del suo autoarticolato, percorreva una strada in direzione Foggia e fu quindi assaltato e sequestrato da una banda di rapinatori armati a bordo di un’Audi A6 all’altezza dello svincolo per Trinitapoli sulla SS16. Tutta la merce è stata recuperata e riconsegnata ai legittimi proprietari che adesso, dovranno provvedere allo smaltimento secondo le normative vigenti, mentre le indagini proseguono al fine di individuare i responsabili.



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento