Ultim'Ora

Spettacolo. "THE GREATEST SHOWMAN il musical", successo annunciato del regista Vito Rago

La locandina dell'evento. (foto com.) ndr.

di Maria Caravella 

BARI, 29 OTT. -  Abbiamo avuto il piacere di incontrare e intervistare il regista molese Vito Rago, impegnato con la sua compagnia teatrale "Tuttinscena Cultura e Spettacolo" nell'allestimento di una nuova avventura teatrale " la messinscena di “The greatest showman il musical": 

Domanda: L'a.p.s. "Tuttinscena Cultura e Spettacolo" dopo l'enorme successo di "Musical che passione" andato in scena a maggio 2019 ritorna con un’altra grande sfida: "THE GREATEST SHOWMAN il musical", ci parla di questa nuova avventura? 

Risposta: La vera sfida è stata quella di trasformare il famosissimo film "The greatest showman" diretto da Michael Gracey in uno spettacolo dal vivo, precisamente in un musical, una vera "conversione" con oltre 35 artisti di diversa estrazione, che con professionalità, creatività, passione ed entusiasmo riuscirà a divertire ed emozionare. Si sta lavorando su scenografie originali, coreografie strepitose e abiti di scena pieni di colori, stile circense, tutti contestualizzati al periodo storico di riferimento. Il musical conterrà anche partiture inedite, realizzate appositamente per questo spettacolo, brani cantati in lingua italiana tranne l'ultimo, tutto live. La sfida è soprattutto quella di mettere insieme tante persone creando un gruppo, confrontandosi con impegno, facendo tanti sacrifici per realizzare un prodotto di eccellenza. 

Domanda: La sua compagnia "Tuttinscena Cultura e Spettacolo" quest'anno festeggia un traguardo importante: 25 anni di attività, può considerarsi una realtà consolidata nel suo paese; ripercorriamo velocemente la sua storia? 

Risposta: Si, quest'anno è il nostro 25° anno di costante attività, non ci siamo mai fermati. Abbiamo iniziato come gruppo di amici nel lontano 1994, all'interno di una comunità parrocchiale, dove prima si sentiva il senso di comunità e accoglienza, dove per gioco e soprattutto per stare insieme, ci divertivamo a rappresentare commedie in vernacolo senza alcuna pretesa, dove gli abiti di scena venivano presi in prestito dagli armadi dei nostri nonni e il trucco di scena era "rubato" tra i cosmetici delle nostre madri. Le luci di scena erano un insieme di lampadine e l'amplificazione audio era "una valigia" con cassette e microfono utilizzato durante le processioni della mia parrocchia. Col passare degli anni questo gioco è diventata una passione, e dopo numerosi anni di "collaudo", di formazione, di stage, di corsi, "Tuttinscena Cultura e spettacolo" è diventata un'associazione di promozione sociale, con un proprio statuto, con una propria autonomia, iscritta all'albo del Comune di Mola, della Città metropolitana di Bari, della Regione Puglia e della F.I.T.A. E' davvero difficile descrivere velocemente 25 anni di storia, certo ci sono stati momenti difficili dove solo la passione e l'amore in quello che facciamo non ci ha fatto mollare, ci sono state anche tante soddisfazioni e riconoscimenti , come le tre medaglie di merito del Presidente della Repubblica italiana per diversi lavori teatrali realizzati, due puntate diffuse a livello nazionale su Rai Gulp per il musical "I Promessi sposi" e " Pinocchio". E come dimenticare la formazione sul campo con il "Re" dei musical italiani Manuel Frattini, che ci ha lasciato una grande eredità: fare tutto con immenso amore. Oltre a tanti altri artisti a livello internazionale come Angelo di Figlia con il quale siamo in costante contatto, in 25 anni di strada ne abbiamo fatta, e tanta ancora ne faremo, siamo sicuri di essere su quella giusta, la nostra realtà è come una grande famiglia con le porte sempre aperte, dove si ride, a volte si piange, si lavora, ci si forma, si discute, si litiga ma soprattutto si crea, si costruisce un mondo magico, che è il teatro. Da solo non riuscirei a far nulla o perlomeno farei poco, di vitale importanza è la presenza del direttivo dell'associazione: Giancarlo Campanale e Annamaria Lepore che con sacrificio e passione portano avanti con me, il "peso" di una bella realtà come la nostra e soprattutto tutti i componenti, gli artisti, i ragazzi e tutti coloro che lavorano dietro le quinte. 

Domanda: Sappiamo che, il 2 e 3 Novembre sarebbe tornato da voi il grande artista, ballerino, coreografo Manuel Frattini per curare la direzione artistica del vostro spettacolo 

Risposta: Si avevamo definito e organizzato il tutto, persino i voli aerei erano stati già acquistati, ma purtroppo il destino a volte crudele, ha trasformato il nostro sogno in un grande incubo. L'improvvisa morte di Manuel. per la famiglia Tuttinscena è stato un momento di grande dolore e immensa tristezza, non abbiamo perso solo un grande artista, ma soprattutto un grande uomo, un vero amico con il quale si poteva parlare di tutto. Tra i suoi insegnamenti, quello che custodirò gelosamente nel mio cuore, come anche tutti i ragazzi è l'umiltà, la capacità di mettersi in gioco, l'umiltà di "mettere mani" su un nostro "umile" lavoro con discrezione e mai con superbia. Per me, per noi, è stato un grande onore conoscerlo, trascorrere con lui delle giornate, parlare per ore al telefono, ma soprattutto per tutte le bellissime parole "spese" per la nostra associazione, che oggi diventano per noi forza per non mollare e andare avanti, anche perché a pronunciarle non è stato uno qualsiasi, ma il grande ed unico Manuel Frattini. 

Domanda: Una domanda sorge spontanea, come vi sostenete? Il Comune tende a salvaguardare una realtà come la vostra? 

Risposta: Come dico sempre a tutti, riusciamo a mantenere viva questa realtà grazie al nostro "vero" lavoro che ci consente di investire e anticipare le numerose spese oltre al sostegno dei nostri sponsor. Realizzare un musical ha le sue spese come l'acquisto di abiti di scena, che non vengono più presi dagli armadi dei nostri nonni ma vengono disegnati dal nostro costumista/scenografo Donato Didonna che poi facciamo realizzare in diverse sartorie teatrali tra Putignano e Roma, come l'affitto della sala teatrale di una scuola che ci consente di montare lo spettacolo, il pagamento del teatro, del service, dell'assicurazione, della SIAE, della pubblicità, delle scenografie e tante altre spese che è inutile vi stia ad elencare. La soddisfazione vera è vedere il sold out degli spettacoli, che grazie alla vendita dei biglietti ci consente di coprire le spese e far continuare il nostro sogno con progetti sempre più grandi. Al momento non abbiamo usufruito di alcun finanziamento da parte di Enti, con il Comune di Mola siamo in contatto con la speranza che riesca a risolvere e darci una "vera" mano su un pò di problemi che in questo momento ci preoccupano, magari ne parleremo in futuro. 

Domanda: Anche questo spettacolo è riuscito a creare rete con diverse associazioni? Impresa molto difficile? 

Risposta: E' da numerosi anni che collaboriamo attivamente e facciamo rete con diverse realtà associative, all'interno della nostra associazioni abbiamo presidenti e componenti di diverse realtà che lavorano e danno il proprio contributo con impegno e professionalità. 

Domanda: Il cast di questo atteso spettacolo? 

Risposta: Il cast è composto dal CORPO DI BALLO: Alessandra Casulli, Sara Antonicelli, Veronica Buttaro, Grazia Cacace, Ida Di Tanno, Anna Padovano, Anna Tagarelli, Martina Furio, Gaia Re David, Giusy Castellaneta, , Maria Rosaria Ingravallo, Simona Santoro, Annamaria Mariani. 

ARTISTI CIRCO: Arianna Valentino, Luca Procaccio, , Valentina Acquaviva, , Michele Raspatelli, Anna Copertino,Melania Furio, Francesca Susca, Pierluigi Di Sisto, Sonia Mazzacane 

PERSONAGGI: P.T. Barnum bambino: Nicola Ruggieri, P.T. Barnum: Nico Colella, Mr Hallet: Giuseppe Vitale, Charity bambina: Giogia Risola,Charity: Margherita Battista, Postino/Uomo popolo/Cerimoniere: Vincenzo Chiarelli, datore di lavoro/barman: Luca Procaccio, Critico teatrale/Cerimoniere: Alex D'Antona, Phillip Carlyle: Pietro Sportelli, Madre Phillip: Mariagrazia Carcagnì, Regina Vittoria/Donna popolo: Gemma Ingravallo, Cameriera: Annamaria Mariani, Guardia Inglese: Antony Marzullo, Jenny Lind: Sabrina Vitobello. Assistente di scena: Gemma Ingravallo, organizzazione di produzione: Valentina Gattolla, grafica e comunicazione: Alex D'Antona, coreografie: Magy Battista, suoni e consulenza: Leonardo Vita. 

Domanda: quindi non ci resta che venire in teatro? 

Risposta: Si certo, stiamo lavorando per emozionarci ed emozionarvi utilizzando il magico mondo che è il teatro. Il teatro (dal greco θέατρον (théatron, che significa "spettacolo"), dal verbo θεαομαι (theàomai, ossia "vedo") è un insieme di differenti discipline, che si uniscono e concretizzano l'esecuzione di un evento spettacolare dal vivo, ma soprattutto uniscono il cuore e la mente....perchè andare a teatro fa bene...noi, vi aspettiamo! 
Questa volta iniziamo il PRIMO DELL'ANNO 2020 precisamente: 

Teatro N. Van Westerhout-Mola di Bari (BA): 

Mercoledi 1 Gennaio 2020 ingresso ore 20,30 sipario ore 21,00 
Giovedi 2 Gennaio ingresso ore 20,00 sipario ore 20.30 
Venerdi 3 Gennaio ingresso ore 20,00 sipario ore 20.30 
Sabato 4 Gennaio ingresso ore 20,00 sipario ore 20.30 
Domenica 5 Gennaio DOPPIO SPETTACOLO ore 18.30 e 21.00 
Lunedi 6 Gennaio DOPPIO SPETTACOLO ore 18.30 e 21.00 

TEATRO VIGNOLA POLIGNANO A MARE
Venerdi 10 Gennaio 2020 Ingresso ore 20.30 - sipario ore 21.00 

TEATRO MADONNA DI LOURDES - PARCHITELLO
Sabato 1 Febbraio 2020 ingresso ore 20,00 sipario ore 20.30 

INFO e PRENOTAZIONI al: numero 3488734671



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento