Ultim'Ora

Difesa. Il Comune di Giovinazzo dedica una strada al Generale dell’Esercito Ottavio Maria DACONTO

Un momento della cerimonia. (foto E.I.) ndr.

di Magg. Mauro Lastella

GIOVINAZZO (BA), 28 NOV. - È stata inaugurata ufficialmente questa mattina, a Giovinazzo, una strada dedicata al Generale dell’Esercito Ottavio Maria Daconto, classe 1920 e combattente, durante la guerra di liberazione, nei Reparti della Nembo. Un riconoscimento, quello tributato dal Comune di Giovinazzo, non solo alla figura dell’Alto Ufficiale, ma anche a tutti coloro che nei ranghi dell’Esercito hanno combattuto durante la guerra per la liberazione nazi-fascista. Ed è proprio questo il tema che la sera del 28 novembre è stato trattato presso la Sala San Felice, durante una conferenza intitolata “Piegato, non spezzato: il contributo dell’Esercito Italiano alla guerra di liberazione”. Un ruolo poco conosciuto, quello svolto dalle Forze Armate dopo l’8 settembre del 1943, ma di primaria importanza, come ha sottolineato il Michele Torres, già Generale di Corpo d’Armata dell’Esercito e attualmente Docente di Geopolitica e delle relazioni internazionali dell’Università “Aldo Moro “di Bari. Grazie alla testimonianza del figlio del Generale DACONTO, Attilio Maria, Capitano di Vascello della Marina Militare, durante la conferenza sono emersi quei particolari più intimi che riguardano l’uomo e il militare, con particolare attenzione al senso di smarrimento percepito dalle truppe dopo l’8 settembre. 

Ma l’Esercito seppe riorganizzarsi e reagire, così come disposto dal Capo di Stato Maggiore dell’Esercito Roatta che ordinava: “È necessario prendere alla mano, i Reparti sparsi… non dare loro il senso che sono abbandonati e che non funziona più nulla, bisogna annervare gli uomini, spiegare loro l’attuale situazione, svegliare negli spiriti uno stato d’animo ostile contro gli antichi alleati” e il vissuto del Generale Daconto ci dice che così realmente avvenne. Soddisfazione è stata espressa dal Sindaco di Giovinazzo, Tommaso Depalma che ringraziando il Generale di Brigata Giorgio Rainò, Comandante Militare dell’Esercito in Puglia, per aver voluto attivamente partecipare all’organizzazione dell’evento ha apprezzato la sinergia instaurata con la Forza Armata. Nei giorni precedenti un Team specializzato dal Comando Militare Esercito Puglia si è recato presso il Liceo Classico-scientifico Spinelli, per svolgere attività di orientamento, utili non solo a dare informazioni sulle possibilità professionali offerte dalle forze armate ma un momento per parlare dell’esercito e delle funzioni da esso svolte.



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento