Ultim'Ora

“Moro: educatore”: giovedì 5 il magistrato Turone e l’inchiesta P2

Il Pres. Aldo Moro (foto web) ndr.
di Redazione

BARI, 29 NOV. (Com. St.) - Giovedì 5 dicembre, alle 15, decimo incontro nell'Aula del Consiglio Regionale della Puglia, in via Gentile 52 a Bari, del progetto “Moro Educatore”. Organizzato dalla Sezione consiliare biblioteca e comunicazione istituzionale, dall’Istituto pugliese per la storia dell'antifascismo e dell'Italia contemporanea (Ipsaic) e dalla Società italiana per le scienze umane e sociali (Sisus), rientra nel progetto biennale di formazione dei docenti di lettere, storia, filosofia e diritto delle scuole secondarie pugliesi di primo e secondo grado.
Dopo l’introduzione del presidente del Consiglio Mario Loizzo e dell’on. Gero Grassi, promotore della Commissione parlamentare d'inchiesta Moro 2, il magistrato Giuliano Turone interverrà sul tema “La loggia massonica P2”.
Turone ha condotto da giudice istruttore, con Gherardo Colombo, l’indagine della Procura di Milano nei confronti di Michele Sindona, il banchiere siciliano imputato per bancarotta fraudolenta, affiliato alla loggia massonica Propaganda 2. Nel quadro di quell’inchiesta, venne disposta la perquisizione di tutti i recapiti noti del gran maestro della P2, Licio Gelli e il 17 marzo 1981 nella villa di Castiglion Fibocchi (Arezzo) venne sequestrato materiale ingente, oltre agli elenchi dettagliati degli iscritti alla loggia, alte figure: politici, militari, docenti universitari, manager giornalisti. Un'associazione segreta il cui obiettivo era la creazione di un sistema di potere occulto, con un golpe “strisciante”, invisibile, garantito dall’occupazione di ruoli chiave, istituzionali, militari, civili e sociali nel Paese.
P2 e Caso Moro, sono una cosa sola.


lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento