Ultim'Ora

Milleproroghe, di tutto di più. Ecco il testo i ntegrale del decreto che fa tanto discutere l'Italia

Decreto Milleproroghe approvato. (foto web) ndr.
DECRETO “MILLEPROROGHE” 2020: LE PRINCIPALI MISURE 

di Redazione

BARI, 22 FEB. - È da molto tempo che nel nostro ordinamento si sono succeduti provvedimenti legislativi di differimento o proroga di termini, ma è soprattutto negli ultimi vent’anni che si è intensificata – ne hanno fatto ricorso, in pratica, tutte le forze politiche che sono state al governo – la prassi dell’adozione dei cosiddetti decreti Milleproroghe. Una prassi che ha portato da una parte ad una evidente periodicizzazione, con l’emanazione, verso la fine di dicembre, di un decreto-legge “multi-proroga” divenuto un appuntamento costante del dibattito politico-parlamentare, e dall’altra ad una forte trasversalità dei temi affrontati, non riconducibili ad una singola materia o disciplina di settore ed anzi molto vari tra loro e disparati. Questo provvedimento in tal senso non fa certo eccezione, perché si va, ad esempio, dall’assunzione di personale nelle pubbliche amministrazioni al sostegno delle nostre imprese e del Made in Italy, da norme riguardanti le concessioni autostradali a misure a favore dell’ambiente e per lo sviluppo delle energie rinnovabili, fino a una serie di interventi con ricadute importanti su settori decisivi come la sanità, l’istruzione la ricerca, la cultura, la ricerca e la situazione finanziaria degli Enti locali. Qui di seguito, senza ovviamente alcuna pretesa di poter restituire in modo esaustivo la ricchezza del provvedimento, che peraltro ha il merito di contenere non solo proroghe, ma anche misure più ampie e di sostanza, ecco elencate sinteticamente le principali misure che avranno un immediato impatto sulla vita dei cittadini e sull’attività delle nostre imprese. 

https://drive.google.com/file/d/1y--WxzZzJvU2YGQtXnHQ0Si2OMWPkxH6/view?usp=sharing



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento