Ultim'Ora

13 Giugno Sant'Antonio da Padova'. Quel piccolo saio dimenticato 

Sant'Antonio da Padova. (foto web) ndr.

di Maria Caravella

BARI, 13 GIU. - Stamattina appena alzata mi sono ricordata che oggi è la festa di Sant'Antonio.  Il mio sguardo è andato subito ad una fotografia. La foto mi ritrae bambina di circa un anno con il mio papà mentre indosso un abitino simile a quello del santo di Padova. Molti non sanno che questo santo da noi tanto venerato  è il protettore dei bambini. In quel momento tanti sono stati i ricordi riferiti alla mia infanzia,  soprattutto il mio pensiero è andato a ripercorrere i sentieri di quella tradizione ancora viva a Bari nella città vecchia; lì infatti esiste ancora una piccola chiesetta dedicata proprio a Sant'Antonio che viene aperta in rare occasioni e immancabilmente il giorno in cui  ricorre la sua festa. La mia mamma mi raccontava che quando ero bambina di pochi mesi fui colta da una grave malattia, mentre ero in ospedale i miei genitori si recarono in quella chiesetta e fecero voto, come allora si usava, che se fossi scampata alla morte mi avrebbero portata lì al compimento di un anno, come voleva la tradizione in occasione della  prima festa di Sant'Antonio e  avrei indossato il vestitino benedetto. Questa è una tradizione che mi accomuna a tanti bambini che ora hanno la mia età,   figli di un epoca in cui nelle famiglie del ceto medio c'era ancora Timor di Dio e ci si affida  ai santi alla Madonna e al Padre eterno, come vuole la nostra tradizione cattolica. Ricordo di aver chiesto un giorno a mia madre dove fosse quell' abitino benedetto, perché non era tra i vestitini che lei aveva conservato?  Mia madre  rispose che quando il bambino che lo aveva indossato cresceva, il piccolo saio ormai inutilizzato, veniva donato alla confraternita affinché potesse usarlo un bambino bisognoso che non aveva  le possibilità economiche per acquistarlo. Rivedere per me quella foto è stato come ritornare indietro nel tempo e riguardare con gli occhi di oggi quel mondo che pian piano sta scomparendo ma le cui tradizioni dovremmo afferrare  con forza e trattenere nella nostra quotidianità, perché è importante che un popolo non dimentichi le proprie tradizioni e soprattutto le proprie origini, perché chi non sa da dove viene non sa neanche dove sta andando. Sant'Antonio da Padova proteggi tutti i bambini e le nostre famiglie soprattutto in questo momento difficile ci affidiamo a te. Così sia.






lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento