Ultim'Ora

Interviste. Un popolo di poeti artisti e di eroi. Claudio Rainò, dalla Puglia agli USA, in giro nel mondo con la sua musica

Claudio Raino'. (foto com.) ndr.

di LaMa

BARI, 31 LUG. - Un popolo di poeti di artisti e di eroi. Questo si legge quando si passa per l'EUR, a Roma,  ma è anche una frase che contraddistingue il popolo italiano. In particolare  vogliamo parlare di Claudio Rainò, un pugliese  partito a soli 19 anni per gli Stati Uniti con un sogno nel cassetto, suonare nei più grandi eventi mondiali. Un artista a tutto campo,  potremmo definirlo un cervello in fuga; La Gazzetta Meridionale lo ha intervistato per voi. 

Papa' militare, mamma tecnico sanitario, da dove nasce la tua passione per la musica? La musica mi ha sempre mosso in maniera particolare. L'ho sempre utilizzata come conforto nei momenti difficili sin da bambino. Mio nonno materno suonava il sassofono professionalmente quindi per essere come lui a 8 anni ho deciso di prendere lezioni di sax. Purtroppo l'interesse non é durato molti anni e ho smesso. Successivamente ho iniziato a suonare la chitarra elettrica. Questa volta ero determinato a diventare bravo. Stavo chiuso in camera ad esercitarmi 8 ore al giorno per giorni, mesi, anni. A 17 anni mi sono reso conto che avrei potuto intraprendere una carriera utilizzando la mia passione.  

A 19 anni lasci l'Italia per studiare negli Stati Uniti, quali differenze tra il percorso formativo rispetto a un conservatorio italiano? Berklee College of Music é una delle scuole di musica più rinomate in tutto il mondo. L'idea di poter studiare dove hanno studiato i miei idoli era incredibile. La differenza tra Berklee e conservatori italiani é nel curriculum scolastico. Si studia jazz e musica contemporanea con metodi che hanno sviluppato in molti anni.  

Una laurea alla Berklee e adesso in giro per il mondo in tournèe. Quali luoghi ti sono piaciuti di più? 

Si, ho una laurea con lode in "Guitar Performance". I luoghi che mi sono piaciuti di più sono quelli dove ho avuto esperienze fuori dalla mia comfort zone. Ho visto la maggior parte delle grandi città americane e bene o male sono simili anche se hanno determinate differenze culturali. Vedere la Cina e Singapore é stato bello. Las Vegas, New Orleans e Montreal sono altre città che mi hanno dato un esperienza nuova. Una cosa che faccio ogni volta che ho una giornata libera é andare nei parchi nazionali. Gli Stati Uniti hanno dei paesaggi bellissimi. 

Quale è la giornata tipo di un artista? In una giornata tipica sono libero fino alle 19. Vivendo in hotel non posso cucinare. Questo mi da l'opportunità di provare cibi e ristoranti nuovi. Durante la giornata generalmente esploro la città dove mi trovo. Verso le 19 vado al teatro per prepararmi, accordare i vari strumenti e fare il sound check. Dopo lo spettacolo torno in hotel e vado in palestra oppure esco con i colleghi.  

Quali sono le produzioni e gli artisti con cui hai collaborato e come si ''suol dire'' hanno lasciato il segno nel tuo percorso artistico? Il primo spettacolo che mi viene in mente é il tour del Tony Award winning Broadway musical Kinky Boots, con musica scritta dalla famosa Cindy Lauper. Per un anno sono stato la prima chitarra. Il secondo spettacolo é quello per cui sto lavorando attualmente. Il tour del Broadway musical Escape to Margaritaville, con musica scritta dall'icona americana Jimmy Buffett. Anche qui faccio il chitarrista solista e ho avuto il piacere di suonare con Jimmy Buffett svariate volte.  

Hai girato per tutti gli USA,  Singapore il Canada arrivando fino alla Cina, a noi piacerebbe vederti in tournée in Italia. Piacerebbe anche a me fare una bella tournée in Italia. In futuro vorrei fare un tour italiano, specialmente della Puglia. Per ora purtroppo non sta a me scegliere le destinazioni. Magari quando il Broadway market italiano aumenta ci sará occasione.  

Una vita di grandi soddisfazioni ma anche di grandi sacrifici. La consiglieresti a un giovane che vuole intraprendere la tua stessa carriera? Credo che per fare questo tipo di vita devi essere sicuro di quello che vuoi. Come hai detto ci sono soddisfazioni ma anche parecchi sacrifici. La consiglierei ad una persona determinata e con le idee chiare. Ora che sono anni che faccio questa vita non riuscirei ad immaginarla diversamente. 

Con Claudio Rainò la Puglia ha un ulteriore occasione per essere fiera dei sui figli, soprattutto di quelli più lontani.


Claudio Raimo in concerto. (foto com.) ndr.




lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento